DIRITTI DEI CITTADINI E TASSI DI USURA : CONDANNA DI UNA BANCA







Ricordate dello scandalo della Banca Picena Truentina?  Questa banca applicava tassi di interesse usurai fin dall'accensione dei conti correnti così il Tribunale di Teramo ha riconosciuto e condannato a due anni e due mesi, con una multa di settemila euro, l'ex presidente e Legale Rappresentante della Banca Piceno Truentina.


Molte persone hanno un rapporto conflittuale con le banche ed ultimamente si possono notare che ci sono alcune banche dove l'usura viene applicata e il correntista si sente colpito da questa ingiustizia. Non solo la banca Picena Truentina è stata oggetto di questa colpa, anche altri Istituti di credito.  Il direttore della Società Agorà Consulting è testimone di questo mal costume che vede dei direttori che applicano, su clienti o aziende ignare, tassi da usurai. La trasmissione delle Iene nel lontano 2013 si occupò di questa grave ingiustizia.

Nell'ordinamento giuridico italiano , l'Articolo 644 del Codice Penale introduce la normativa sull'Usura bancaria che, nel 1996,il 7 di marzo, venne ridisegnata con la Legge 108.

Questa modifica era dovuta in quanto prima esisteva l'applicazione della norma solo nei casi di "stato di bisogno", cioè in presenza di una persona che si trovava in difficoltà  e qualcuno se ne approfittava traendo per se o per altri dei guadagni.

Il parametro oggettivo rappresentato dal Tasso Soglia di Usura, ex articolo 2 della Legge 108 del 1996, è la soglia effettiva che accende la luce rossa nel caso che venga superata. Così non si interviene nei casi estremi esso regola in modo più chiaro il rapporto con la banca.

L'usura nel conto corrente:

Con questa legge diventa possibile il calcolo dell'usura sul conto corrente e i parametri di riferimento che si sommano determinando i costi che vengono addebitati al correntista e che sono collegati alle operazioni di erogazione dei crediti.


Per determinare il tasso d'interesse usuraio si tiene conto delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse collegate all'erogazione del credito.

Quando c'è l'usura?

In caso di interessi il corrispettivo è dato dal tasso passivo applicato dalla Banca, l'articolo 2 della legge 108/1996 recita che il Ministero del Tesoro dopo aver sentito l'Ufficio Italiano Cambi e la Banca d'Italia, fissa trimestralmente i tassi soglia usurai per categorie di finanziamento, tra queste è compreso anche le aperture di conti correnti, i finanziamenti e gli affidamenti. Il corrispettivo richiesto è usuraio quando il tasso applicato dalla banca è superiore alla soglia.

 Come calcolare il tasso passivo bancario

"...Per determinare il tasso di interesse usuraio si tiene conto delle commissioni remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate alla erogazione del credito!.


Ecco il calcolo da effettuare per il controllo:

(interessi+commissioni scoperto+spese) x365= TAN (Tasso  Annuale Nominale)
Calcolo del TAEG (Tasso  Annuo Effettivo Globale) che partendo dal Tasso Annuale Nominale e tenendo conto della capitalizzazione trimestrale degli interessi evidenzia il corrispettivo, il reale tasso applicato dlla banca al correntista.
Si genera l'usura quando il Tassp Annuo Effettivo Globale , TAEG, è superiore, secondo  il comma 3 dell'articolo 644 del Codice Penale, di una volta e mezza del TEGM, Tasso Effettivo Globale Medio.
La posizione dell'Istituto in questa evenienza è aggravata dall'usura. In caso di presenza di usura l'Articolo 1 della Legge 108 del 1996 fissa i seguenti provvedimenti a carico dell'usuraio:

Multa da 3.098, 74 a 15.493,71 €uro
Pene
“Le pene per i fatti di cui al primo e secondo comma sono aumentate da un terzo alla metà:
se il colpevole ha agito nell’esercizio di una attività professionale, bancaria o di intermediazione finanziaria mobiliare;
se il colpevole ha richiesto in garanzia partecipazioni o quote societarie o aziendali o proprietà immobiliari;
se il reato è commesso in danno di chi si trova in stato di bisogno;
se il reato è commesso in danno di chi svolge attività imprenditoriale, professionale o artigianale;
se il reato è commesso da persona sottoposta con provvedimento definitivo alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale durante il periodo previsto di applicazione e fino a tre anni dal momento in cui è cessata l’esecuzione.

Nel caso di condanna, o di applicazione di pena ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale, per uno dei delitti di cui al presente articolo, è sempre ordinata la confisca dei beni che costituiscono prezzo o profitto del reato ovvero di somme di denaro, beni ed utilità di cui il reo ha la disponibilità anche per interposta persona per un importo pari al valore degli interessi o degli altri vantaggi o compensi usurari, salvi i diritti della persona offesa dal reato alle restituzioni e al risarcimento dei danni”.


Sul sito dell'altro consumo potete trovare la possibilità di fare il calcolo suu due tipi di finanziamenti, il mutuo e il prestito

Per maggiori informazioni leggete qui di seguito e nel caso abbiate bisogno rivolgetevi all'Associazione






  Condividi

POST RECENTI

Article To PDF

Post popolari in questo blog

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

ITALIA APPELLO EMERGENZA NEVE: MAL TEMPO NEVE E IGNAVIA GOVERNATIVA

I MIEI LIBRI IN VENDITA