LOTTA ALL'USURA BANCARIA ANCHE IN PUGLIA


Io urlo il vostro silenzio
Continua la lotta contro l’arroganza bancaria anche in Puglia

Il Tribunale di Bari, con due distinti provvedimenti, ha condannato due istituti di credito, giudicati responsabili di anatocismo, a risarcire altrettanti risparmiatori baresi per complessivi centomila euro circa.
Con la prima sentenza i giudici baresi hanno condannato la Banca Intesa Sanpaolo Spa al pagamento di oltre 72 mila euro più interessi e spese legali perchè "sul conto corrente di un cittadino di Mola di Bari ultraottantenne sono state commesse numerose violazioni: illegittima applicazione della capitalizzazione trimestrale degli interessi passivi; illegittima applicazione di valute d’uso non concordate con il correntista; illegittima applicazione delle commissioni di massimo scoperto; mancata pattuizione del tasso degli interessi attivi".

Analoga vicenda ha avuto per protagonista la Banca Carime, condannata a restituire quasi 25mila euro.
Far riottenere ai cittadini somme pagate illegittimamente alle banche fa sempre piacere  ma c'è ancora tanto da fare.
Purtroppo sempre più cittadini, per tutelare i loro diritti, sono costretti ad andare in Tribunale, anche quando sono sacrosanti.

E questo è sintomo di un sistema che non può più continuare a funzionare così!

Le belle notizie dalla Puglia non finiscono qui.

Sempre il Tribunale di Bari condanna una banca per anatocismo, disponendo la restituzione di una somma di circa 35mila euro ad un'azienda barese. I giudici hanno condannato Banca Antonveneta (che nelle more del giudizio è stata fusa in Monte dei Paschi di Siena)  a risarcire una società pugliese, incappata nella pratica dell'anatocismo bancario. La sentenza  ha infatti condannato la banca a restituire la somma di oltre € 35.042,05 con la maggiorazione di interessi. Secondo la sentenza del Tribunale di Bari – Giudice dott.ssa Concetta Potito - sul conto corrente della società sarebbero state commesse numerose violazioni: illegittima applicazione della capitalizzazione trimestrale degli interessi passivi, illegittima applicazione delle commissioni, massimo scoperto, mancata pattuizione del tasso degli interessi passivi. 
La vicenda processuale era cominciata nel luglio del 2000, quando la società aveva  deciso di far verificare da un tribunale la correttezza del comportamento della banca. La consulenza tecnica ammessa nel corso nel giudizio ha riclassificato l'intero rapporto, azzerando la richiesta della banca, che riteneva di avere un credito verso l'azienda di Euro 149.875,21 (originarie Lire 290.198.870) e condannandola invece a pagare alla società attrice oltre euro 35.000,00 più interessi. 



Non ci stancheremo mai di invitare i cittadini, i consumatori e le imprese a verificare sempre la legittimità del comportamento di banche e finanziarie, e a denunciare tutti i casi di abuso e di sopruso.

In questi casi il ringraziamento più grande deve essere indirizzato a tutti quei cittadini, come nel caso in questione, che non piegano la testa e hanno il coraggio di andare fino in fondo.

 Le nostre battaglie continuano, come sempre, non solo su un piano processuale ma anche su un piano informativo e divulgativo, per tenere sempre alta l'attenzione su temi di grande interesse per la collettività e per la sopravvivenza di tante famiglie e di tanti imprenditori. 


RICORDATE : IL DIRETTORE DELLA BANCA NON E’ UN VOSTRO AMICO !

15/03/2016                                           Cristian Maggiolo



ASSOCIAZIONE AVVOCATO IN FAMIGLIA    N. VERDE 800 134 008

SEDE NAZIONALE    Via Carnia 35 - 21100 Varese                  Tel. +39 0332 1563.491  Fax +39 0332 1563.492
C. FISCALE 95081670127 – P. IVA 03492040120              info@avvocatoinfamiglia.com  www.associazioneaif.it

Presenti in tutte le regioni d'Italia



Condividi OkNotizie

POST RECENTI

Article To PDF

Post popolari in questo blog

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

ITALIA APPELLO EMERGENZA NEVE: MAL TEMPO NEVE E IGNAVIA GOVERNATIVA

I MIEI LIBRI IN VENDITA