DIRITTI DEI CITTADINI ATTIVAZIONI NON RICHIESTE DI FORNITURE DI SERVIZI VARI (ENEL, GAS...)



IO URLO IL 

VOSTRO SILENZIO

AVVISATE TUTTI !!!

Oggetto: Contratti luce e gas non richiesti? Ecco come non pagare le bollette

Ogni giorno riceviamo segnalazioni di attivazioni non richieste di forniture di energia elettrica e gas. In pratica accade che, senza che ne sappiamo nulla, da un giorno all'altro ci ritroviamo serviti da un altro fornitore, cosa che scopriamo solo a cose fatte, ricevendo una bolletta da uno sconosciuto fornitore.
Si tratta del fenomeno dei cd. contratti non richiesti, ossia attivazioni fatte a nostra insaputa o contro la nostra volontà.
In questi casi la brutta notizia è che avrete qualche fastidio e lungaggine per tornare al vecchio fornitore.
Ma c'è anche una bella notizia, che pochi sanno: potete NON PAGARE le bollette ricevute dopo l'attivazione non richiesta, senza rischiare il distacco della fornitura.
Per fare chiarezza su queste situazioni e aiutarvi ad uscirne in maniera veloce e col risparmio di alcune bollette, Casa del Consumatore ha lanciato l'operazione Fornitura non richiesta? E IO NON PAGO!

ASSOCIAZIONE AVVOCATO IN FAMIGLIA    IMPARIAMO INSIEME A DIFENDERCI
“Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l’unica cosa che è sempre accaduta.”

MOBILE 338-8310374  OPPURE
POSTA ELETTRONICA  INFO@AVVOCATOINFAMIGLIA.COM




Ecco quindi cosa fare in caso di attivazione non richiesta.



Le tecniche per l'attivazione dei contratti non richiesti sono tra le più varie e fantasiose: alcuni si spacciano al telefono per il nostro attuale fornitore pur di carpirci i dati del nostro contratto, altri aprono le cassette delle lettere e guardano le nostre bollette. Alcuni addirittura registrano la telefonata e, se diciamo qualche "sì", lo utilizzano poi come risposta positiva alla richiesta di nuova attivazione.

STAMATTINA HO SCOPERTO CHE SI REGISTRANO ON LINE SENZA ALCUNA NECESSITA’ DI AVERE UN DOCUMENTO D’IDENTITA’!! 


Si tratta ovviamente di tecniche piratesche di cui spesso sono vittime le stesse aziende, che si ritrovano attivati come loro clienti degli ignari malcapitati, a causa dell'ingordigia di qualche agente in caccia di provvigioni. Si deve sapere infatti che con semplici dati, come il nominativo dell'intestatario della fornitura e il codice relativo all'utenza, è facile attivare i contratti mai chiesti.

 ASSOCIAZIONE AVVOCATO IN FAMIGLIA    IMPARIAMO INSIEME A DIFENDERCI
“Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l’unica cosa che è sempre accaduta.”

MOBILE 338-8310374  OPPURE
POSTA ELETTRONICA  INFO@AVVOCATOINFAMIGLIA.COM




Come difendersi?




Innanzitutto non comunicate dati della vostra fornitura, sia quando venite contattati telefonicamente, che in qualsiasi altra circostanza (ad esempio anche in caso di tentativi di vendita porta a porta). E se invece la fornitura non richiesta è già partita, che fare?
Prima di tutto non pagate la (o le) bollette che avete ricevuto, perché non siete tenuti a farlo in base a quanto stabilito dall'art. 66 quinquies del Codice del Consumo.


Art. 66-quinquies. Fornitura non richiesta (1)
1. Il consumatore è esonerato dall'obbligo di fornire qualsiasi prestazione corrispettiva in caso di fornitura non richiesta di beni, acqua, gas, elettricità, teleriscaldamento o contenuto digitale o di prestazione non richiesta di servizi, vietate dall'articolo 20, comma 5, e dall'articolo 26, comma 1, lettera f), del presente Codice. In tali casi, l'assenza di una risposta da parte del consumatore in seguito a tale fornitura non richiesta non costituisce consenso.
2. Salvo consenso del consumatore, da esprimersi prima o al momento della conclusione del contratto, il professionista non può adempiere eseguendo una fornitura diversa da quella pattuita, anche se di valore e qualità equivalenti o superiori

Per giustificare il mancato pagamento della bolletta e tornare al vostro precedente fornitore, dovete inviate subito un semplicissimo reclamo al "nuovo" fornitore, denunciando l'attivazione non richiesta.
Per richiedere il modulo potete ottenerlo direttamente da   : 


ASSOCIAZIONE AVVOCATO IN FAMIGLIA    IMPARIAMO INSIEME A DIFENDERCI
“Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l’unica cosa che è sempre accaduta.”

MOBILE 338-8310374  OPPURE
POSTA ELETTRONICA  INFO@AVVOCATOINFAMIGLIA.COM






Per agevolare la stesura del reclamo ed evitare errori, l’Associazione “ AVVOCATO IN FAMIGLIA “  ha creato un apposito fac-simile che, già predisposto per la stampa ed invio ai principali fornitori del mercato italiano.

Per creare un valido  reclamo da soli compilate,  stampate, firmatelo e spedite allegando copia di un vostro documento di identità, tramite raccomandata r/r o via fax, come preferite.
Se non ricevete risposta al reclamo, vi fanno difficoltà o minacciano il distacco della fornitura se non pagate le bollette, contattateci. VI AIUTA UN AVVOCATO IN FAMIGLIA. 

La presidenza pro tempore  Andrea Fisco 



ASSOCIAZIONE AVVOCATO IN FAMIGLIA    IMPARIAMO INSIEME A DIFENDERCI
“Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l’unica cosa che è sempre accaduta.”

MOBILE 338-8310374  OPPURE
POSTA ELETTRONICA  INFO@AVVOCATOINFAMIGLIA.COM
Paperblog Condividi OkNotizie

POST RECENTI

Article To PDF

Post popolari in questo blog

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

ITALIA APPELLO EMERGENZA NEVE: MAL TEMPO NEVE E IGNAVIA GOVERNATIVA

I MIEI LIBRI IN VENDITA