Passa ai contenuti principali

LA VITA IMMORTALE DI HENRIETTA LACKS APPROFONDIMENTI

Tempo fa ho letto questo libro, scritto da Rebecca Skloot. E' un bellissimo libro narra la storia di una donna che, negli anni '50, muore di un tumore all'utero.  Mentre era in cura presso l'ospedale John Hopkins di Baltimora, le vengono prelevate delle cellule senza neanche essere interpellata. Lei era una signora di colore povera che viveva, ancora, nelle campagna dove, anticamente, i suoi avi arrivarono in stato di schiavitù per la raccolta del tabacco. Le sue cellule sono le famose HELA, ossia HEnrietta LAcks, usate per centinaia di migliaia di esperimenti, ad esempio per testare il vaccino della polio ( il Sabin), per testare gli effetti della bomba atomica, per la fecondazione in vitro e non ultimo sono state spedite nello spazio per vedere come l'essere umano reagisce in assenza di gravità.  Henrietta è morta senza neanche sapere che una parte di lei sarebbe ancora vissuta e riprodotta creando la fortuna di molte persone. Purtroppo i familiari della donna, come si legge nel libro, non hanno ricevuto neanche un centesimo, anzi non hanno neanche, in caso di malattia, le cure. Ma come mai sono immortali queste cellule? L'immortalità e la capacità di riprodursi sta proprio nel fatto che sono cellule tumorali e, perciò, spengono i geni che fermano la divisione cellulare. Addirittura Valcarcel afferma che potrebbero aiutare a studiare i meccanismi per bloccare l'invecchiamento. Inoltre vengono usate anche dalle case farmaceutiche per produrre nuovi farmaci in tutto il mondo. 
Approfondiamo un attimo questo punto. Farmaci-esperimenti-risultati. 
Le società farmaceutiche preparano un vaccino e poi lo devono testare. Ma su chi?
Primo punto: le cavie più gettonate, purtroppo sono persone che vivono in stati poveri che si accontentano di pochi soldi per riuscire a sbarcare il lunario. Oltre a spendere mille, volte di meno, accorciano i tempi, perché generalmente le leggi di questi paesi sono molto meno restrittive. Monetariamente parlando un giorno di ritardo nel lancio di un farmaco costa alla casa farmaceutica € 1.300.000, circa. Non sono pochi! Il fatto è che non è solo una casa farmaceutica a studiare un determinato medicinale ma varie e chi arriva prima .....Vince, si accaparra il brevetto con guadagni vertiginosi. Domandina: a cosa servono i test clinici?-  Ricerca di margini di profitto sempre maggiori.
Punto secondo: i test sono sicuri tutto fino ad un certo punto. La risposta certa la si può avere all'incirca dopo un trentennio, solo allora si sa, con esattezza, gli effetti. In merito a questo, propongo la visione di video molto interessanti







Ritornando alle Hela. Il tecnico che prelevò tali cellule le denominò così per nascondere la provenienza. Dopo di che le vendette ricavandoci un sacco di soldi.  Per produrre vaccini le Hela, cellule cancerose,  sono state aggiunte in un miscuglio insieme a plasma, derivato dalla placenta umana, embrione polverizzato di bovino e plasma di pollo. Il vaccino ottenuto è stato, quindi, inoculato, infettando persone sane con cellule tumorali, in tutto il mondo. 

Si stima che  gran parte della popolazione mondiale sia stato infettato da queste cellule che, ancora oggi continuano a duplicarsi. Gli effetti? a quando la risposta? Diranno mai la verità?
Questo è un pensiero personale i malati di tumore stanno crescendo, da vera profana mi domando, ma se tutti noi abbiamo parte di bagaglio Hela che ha una capacità straordinaria di riproduzione, può essere che ad un certo punto prenda, nel nostro DNA, il sopravvento e scateni il tumore? Insomma potrebbe esistere una relazione tra Hela e aumento di malattie tumorali? 
Comunque sia noi, popolino medio ed ignorante siamo allo scuro di tutto, siamo solo delle cose utili per i ricchi così si arricchiscono ancora di più. 

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

IL CLOUD E LA TECNOLOGIA 5G PORTA DI ACCESSO AL TRANSUMANESIMO

Essere informati sulla realtà dei fatti può aiutare a salvare la vita a milioni di esseri viventi. Mobilitiamoci, uniamoci contro questo attacco alla vita.







La tecnologia sta avanzando a passi da gigante e oramai il 5G è realtà. Cos'è questa tecnologia? Innanzitutto deve essere chiaro 




IL 5G È UN'ARMA
è una tecnologia “pericolosa” perché consentirebbe ai governi di controllare i propri cittadini. Il governo del "finto cambiamento"sta promuovendo tale tecnologia usando la scusa che renderebbe le reti telematiche più veloci ed efficienti, in realtà è un'arma letale che incrementerà innumerevoli disturbi, dall'insonnia fino alla neoplasia cerebrale.
Non è che perché sono una complottista che scrivo questo post, non sono io a dire che il 5G è pericolosissimo! Infatti interferisce con le vibrazioni naturali (dalla risonanza Schumann alle onde encefaliche degli esseri viventi), destabilizzando tutto: DNA, bioritmi, ciclo vegetativo delle piante, fenomeni atmosferici, equ…

THE TRIP UN VIAGGIO NELLE ONG (COME AVAAZ, CHANGE.ORG, GREENPEACE, TRANSPARENCY INTERNATIONAL, WWF...) E IL POTERE OSCURO SOROS E SIONISMO

Tanto tempo fa mi iscrissi ad Avaaz, convinta che fosse veramente dalla parte dell'uomo comune. Nel mondo sono tantissime le persone che sono cadute in questo finto bene. Purtroppo poi, se si decide di fare una ricerca su chi c'è dietro a gestire, si scopre un mondo sommerso dove il bene proprio non esiste. I promotori, i dirigenti, sono collusi proprio con i poteri che stanno distruggendo, affamando e ammalando la Terra e le sue forme viventi. È un brutto colpo da sopportare ma se si vuole veramente uscire dal tunnel, tutto deve essere rivelato, denunciato e quindi superato.
Giunsi a decidere di approfondire su chi stava dietro le quinte di queste associazioni falsamente umanitarie perché ad un certo punto mi posi la domanda: "ma se nel mondo sono in tanti a collaborare e ad abbracciare questi movimenti, possibile che tutto va peggiorando?"

Non parlo quasi mai di me ma devo dire che ho sempre avuto fiducia e sin da molto giovane ho sempre cercato e desiderato porta…