Passa ai contenuti principali

A SPASSO PER LONDRA

classifica


Nel post precedente ho invitato a guardare dei video che riguardano la capitale inglese.
Ora vi propongo dei luoghi che non sempre vengono presi in considerazione dai turisti:

La chiesa di San Martino, o meglio, San Martin in the Fields.
Si trova vicino alla Nationl Gallery, tra Whitehall e la City allego una mappa




Un po' di storia

La chiesa sorge sui resti di due altre chiese, una del 1222, l'atra del 1542. Per volere del noto Enrico VIII, la chiesa, nel 1722-26, venne restaurata completamente dandole l'aspetto che ancora oggi si può  ammirare. James Gibbs, il suo creatore, ricevette all'epoca parecchie critiche, soprattutto per il campanile a pagoda, di 56m, che contrasta nettamente con l'intero stile dell'edificio classicheggiante. Invece, in seguito molti architetti, nella maggioranza americani, si rifecero a questa tipologia.  All'interno troviamo degli affreschi dipinti dalle mani esperte di due italiani Artari e Bugatti. Nelle occasioni speciali viene esposta la bandiera della flotta inglese, White Ensigne, perché il patron della stessa è l'Ammiragliato britannico.


Nella cripta ci sono i resti di un artista e anticamente era stato sepolto anche il padre della chimica moderna Robert Boyle, nel 1691, di fianco a sua sorella. Durante il restauro della chiesa, le spoglie vennero traslate e non rimase nessuna testimonianza in sede. 

Anche se è un luogo di culto, questa chiesa è rinomata per le sue attività artistiche e musicali, la sua Accademia, fondata da Marriner Neville, è celebre in tutto il mondo. Qui sono ospitati veri concerti dove si esibiscono celebri musicisti. Molto spesso i concerti, di musica classica, sono suonati con l'organo della chiesa. Generalmente la durata è di un'ora e, per chi lo desidera, dopo può lasciare una donazione.

Nel sotterraneo della chiesa si trova the Cafe in the Crypt. Un bar in cui si può mangiare. 

The Cafe in the Crypt


Altro luogo molto bello è il Chelsea Physic Garden, sulle rive del Tamigi. La scoperta della sua esistenza risale al 1673 ad opera della Worshipful Society of Apothecaries. Allego un link per le informazioni.
E' un orto botanico legato alle piante ed erbe officinali.

Dennis Severs House
Non è un museo è una casa privata aperta al pubblico. Questa casa è stata acquistata nel 1979 da un americano, Signor Spitalfields. Non apportò alcuna modifica e non volle nemmeno farla diventare un museo, la sistemò, con un budget limitato. Non era uno storico era un bohemien che volle sotemare questa dimora seguendo l'idea che aveva lui della vita domestica del XVIII secolo.  La visita ci dà un'idea di come viveva una famiglia. Prima dell'entrata dei visitatori preparano il tavolo con il cibo, appoggiano sui ripiani mazzi di fiori freschi per dare la senzazione di una casa ancora vissuta. Non esiste luce elettrica è tutto illuminato dalle candele e in cucina c'è il fuoco che arde.
Chi c'è stato afferma che è un'esperienza unica e viene consigliata. Allego sempre un link di riferimento per informazionni
Vi consiglio anche questo video per avere un'idea di cosa si può vedere e sentire


John Soane's Museum
la casa in cui visse l'architetto omonimo. Oltre ad ammirare le varie opere d'arte la casa è piena di pareti segrete che alla loro apertura svelano altre opere.

Se poi si vuole andare in un bar insolito allora che c'è di meglio di Callooh Callay? Il locale è nascosto dietro ad una porta di un armadio gigante, e si ispira ad un poema di Lewis Carroll, Jabberwocky.
MUSEO


Callooh Callay Bar



Per chi è interessato allego due link per avere delle guide sulla città, sono in formato PDF, basta andare in fondo alla pagina salvarle e poi scaricarle oppure stamparle direttamente.

ED ecco un video di un concerto in San Martin in the Fields




Questo è sul giardino botanico

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …

TRATTATO DI CASSIBILE NAZIONI UNITE UNHCR & GESUITI

In questo video, creato in collaborazione con Piero Faticoni , mettiamo in luce la parziale denuncia della Meloni. Stanno aumentando i politici che denunciano pubblicamente il coinvolgimento di George Soros nelle crisi economiche. Ma voi veramente pensate che lo fanno perché vogliono sistemare tutto? Se volessero questo, ad esempio, nel nostro Paese renderebbero pubblico il fatto che chi governa dal 1945, per non parlare prima, è l'Organizzazione delle Nazioni Unite. Dovrebbero dire chi sono in realtà, invece omettono questo, come non dichiarano che con il certificato di nascita tutti diventiamo Trust di proprietà dello Stato e quindi non esistono proprietà private perché come siamo riconosciuti , ossia schiavi, siamo noi, popolo, ad essere oggetti di proprietà. Perciò per favore smettetela di seguire questi bugiardi reiterati ed iniziate a ragionare. Soros sarà silurato dal potere e tutti i politici seguono l'ordine. Soros a questo punto potrebbe ammettere le sue responsabili…