Passa ai contenuti principali

IL FU MATTIA PASCAL

classifica

IL FU MATTIA PASCAL di Luigi Pirandello prima edizione 1904


Luigi Pirandello scrisse questo celebre romanzo inizialmente a puntate per la rivista nuova Antologia. Questo è stato il primo grande successo scritto in un momento difficile della sua vita. I luoghi e i tempi sono ben specificati e la storia è un flashback continuo. Il periodo dovrebbe essere fine dell'800 e inizi del 900. L'intera vicenda non ha un periodo di tempo ma si presuppone che accada in due anni e mezzo. L'intero racconto è narrato in prima persona, colui che ricorda. Il libro ha due momenti, quello iniziale e finale, cioè della biblioteca e quello dell'analessi, ossia, quando il narratore ricorda gli eventi. Da questo romanzo ci sono state tre rappresentazioni cinematografiche: la prima nel 1926-muta-, la seconda nel 1937. Entrambe sono opere di registi francesi. L'ultima, del 1985, appartiene a Monicelli e si intitola "le due vite di Mattia Pascal". Anche il teatro si è espresso con questo scritto, la prima volta nel 2004 e la seconda nel 2008, a Bergamo, dove la vita del protagonista si intrecciava con quella del suo scrittore. Dilan Dog, con il fumetto horror "l'uomo che visse due volte" rappresentò questa storia.  La trama: il protagonista Mattia Pascal vive a Mirango, un paese della liguria. Egli ha un padre che alla sua morte lascia un cospicuo patrimonio che , però, l'amministratore, Batta Malagna, delapida. Mattia deicde di vendicarsi compromettendo la reputazione della nipote Romilda. Purtroppo viene costretto a sposarla e per lui inizia una vita di inferno e anche il lavoro alla biblioteca non logratifica. Esasperato Pascal  fugge alla ricerca della felicità. A Montecarlo fatalmente riesce a vincere una grossa somma al casino e così gli si cambia l'esistenza, al punto che decide di cambiare nome e prendere una nuova identità. Ad un certo punto conosce una dgiovane e se ne innamora ma, poichè lìidentità non è reale si accorge che non può coronare il suo amore e sposarsi con l'amata Adriana.  Architetta una finta morte per liberarsi di questa identità prigione e torna a Mirango. Qui scopre che la moglie nel frattempo si è ricostruita una vita e ha anche una figlia. Desolato da tutta questa mala sorte non gli resta che ritornare al lavoro in biblioteca dove scrive la sua storia. Di Pirandello mi sono piaciuti anche :- Sei personaggi  in cerca di autore, così è se vi pare, uno nessuno e centomila. Consiglio la lettura di tutti e tre. Nel sito IBS:it  è in vendita al costo di 5,10 , usato a € 3,00.
 http://www.ibs.it/code/9788807820878/pirandello-luigi-zzz99-gagliardi/fu-mattia-pascal.html
Voto: 8



Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …

TRATTATO DI CASSIBILE NAZIONI UNITE UNHCR & GESUITI

In questo video, creato in collaborazione con Piero Faticoni , mettiamo in luce la parziale denuncia della Meloni. Stanno aumentando i politici che denunciano pubblicamente il coinvolgimento di George Soros nelle crisi economiche. Ma voi veramente pensate che lo fanno perché vogliono sistemare tutto? Se volessero questo, ad esempio, nel nostro Paese renderebbero pubblico il fatto che chi governa dal 1945, per non parlare prima, è l'Organizzazione delle Nazioni Unite. Dovrebbero dire chi sono in realtà, invece omettono questo, come non dichiarano che con il certificato di nascita tutti diventiamo Trust di proprietà dello Stato e quindi non esistono proprietà private perché come siamo riconosciuti , ossia schiavi, siamo noi, popolo, ad essere oggetti di proprietà. Perciò per favore smettetela di seguire questi bugiardi reiterati ed iniziate a ragionare. Soros sarà silurato dal potere e tutti i politici seguono l'ordine. Soros a questo punto potrebbe ammettere le sue responsabili…