Passa ai contenuti principali

IL PIU' GRANDE UOMO DEL PLEISTOCENE

classifica 

IL PIU' GRANDE UOMO DEL PLEISTOCENE di Roy Lewis


E' un libro molto strano, scritto da questo giornalista e per il momento non rientra in nessuna categoria, perché tratta di argomenti scritti in una forma mai utilizzata. L'ho inserito nella sezione degli scientifici, perch comunque tratta delle scoperte e delle conquiste dell'uomo primitivo. Il personaggio principale si chiama Edward ed è il capo di una tribù di ominidi che vive in una zona dell'Africa centrale, forse l'odierno Uganda nel Pleistocene. E' un uomo pieno di inventiva e possiede un'intelligenza frizzante. Grazie a lui gli uomini hanno compiuto il salto di qualità; è merito suo la scoperta del fuoco, la dieta onnivora l'uso dell'arco e, perfino, l'amore. Non è un individuo egoista vuole condividere con gli altri le nuove conoscenze, andando in contrasto con i figli che la pensano giusto all'opposto. Per quanto riguarda il fuoco, essendo una novità, non sa bene come gestirla e, perciò, incappa in un bel incidente, infatti, involontariamente dà fuoco anche alla parte di spazio dove la sua tribù è insediata e, quindi, la costringe a cercare un altro luogo. La narrazione delle vicende è raccontata dal figlio di Edward, Ernest. L'ambientazione è descritta molto bene sia sotto l'aspetto topografico, sia sotto quello sociale. Mi è piaciuta moltissimo la lettura di queste pagine e  consiglio il libro. L'uomo per riuscire a sopravvivere alla fine ha affinato l'ingegno e grazie alla costanza di alcuni, tutto il genere è riuscito ad avere uno stile di vita migliore. Nel sito IBS.it si trova sia in edizione cartacea a € 6,80, in formato digitale a € 4,99 e usato a € 4,80
 http://www.ibs.it/code/9788845915918/lewis-roy/pi-u-grande-uomo-scimmia.html
Voto:8

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

IL CLOUD E LA TECNOLOGIA 5G PORTA DI ACCESSO AL TRANSUMANESIMO

Essere informati sulla realtà dei fatti può aiutare a salvare la vita a milioni di esseri viventi. Mobilitiamoci, uniamoci contro questo attacco alla vita.







La tecnologia sta avanzando a passi da gigante e oramai il 5G è realtà. Cos'è questa tecnologia? Innanzitutto deve essere chiaro 




IL 5G È UN'ARMA
è una tecnologia “pericolosa” perché consentirebbe ai governi di controllare i propri cittadini. Il governo del "finto cambiamento"sta promuovendo tale tecnologia usando la scusa che renderebbe le reti telematiche più veloci ed efficienti, in realtà è un'arma letale che incrementerà innumerevoli disturbi, dall'insonnia fino alla neoplasia cerebrale.
Non è che perché sono una complottista che scrivo questo post, non sono io a dire che il 5G è pericolosissimo! Infatti interferisce con le vibrazioni naturali (dalla risonanza Schumann alle onde encefaliche degli esseri viventi), destabilizzando tutto: DNA, bioritmi, ciclo vegetativo delle piante, fenomeni atmosferici, equ…

THE TRIP UN VIAGGIO NELLE ONG (COME AVAAZ, CHANGE.ORG, GREENPEACE, TRANSPARENCY INTERNATIONAL, WWF...) E IL POTERE OSCURO SOROS E SIONISMO

Tanto tempo fa mi iscrissi ad Avaaz, convinta che fosse veramente dalla parte dell'uomo comune. Nel mondo sono tantissime le persone che sono cadute in questo finto bene. Purtroppo poi, se si decide di fare una ricerca su chi c'è dietro a gestire, si scopre un mondo sommerso dove il bene proprio non esiste. I promotori, i dirigenti, sono collusi proprio con i poteri che stanno distruggendo, affamando e ammalando la Terra e le sue forme viventi. È un brutto colpo da sopportare ma se si vuole veramente uscire dal tunnel, tutto deve essere rivelato, denunciato e quindi superato.
Giunsi a decidere di approfondire su chi stava dietro le quinte di queste associazioni falsamente umanitarie perché ad un certo punto mi posi la domanda: "ma se nel mondo sono in tanti a collaborare e ad abbracciare questi movimenti, possibile che tutto va peggiorando?"

Non parlo quasi mai di me ma devo dire che ho sempre avuto fiducia e sin da molto giovane ho sempre cercato e desiderato porta…