Passa ai contenuti principali

ROMA ANTICA

classifica


Le case possono essere divise in tre tipologie: Domus, Insulae e Villae.

DOMUS:
è la dimora di una famiglia patrizia,  su un piano unico, formata da due corpi centrali: l'Atrium (cortile aperto) e il Peristylium (giardinetto). Il primo, di forma quadrata o rettangolare, ha una grande apertura sul soffitto, detta Impluvium, che si riflette sul pavimento nel Compluvium, una vasca rettangolare che raccoglie l'acqua piovana. Attorno all'Atrium si affacciano le stanze, ognuna con una funzione: Tablinum, stanza principale utilizzata come locale di rappresentanza; Cubicula, camera da letto; Alea, ancora oggi non si conosce la sua funzione. Passando attraverso un corridoio, detto Andron, si accede alla seconda parte della domus qui c'è un giardinetto, il peristylium, circondato da portici con colonne, piante, statue e fontane. Dal giardinetto si accede agli altri locali: il Triclinium, la sala da pranzo; Cubicula, camera da letto; cucina, bagno e latrine.



INSULAE:
case in affitto per la media e bassa borghesia. Palazzi da tre fino a sei, piani, che nell'epoca augustea raggiungono al massimo i 60 piedi di altezza. Con l'aumento della popolazione vengono aggiuntiti dei piani, diventando case sempre più anguste con locali sempre più piccoli, e gli imprenditori, approfittando della loro condizione privilegiata, impiegano materiali scadenti per trarre il massimo profitto. A volte alcune famiglie della media borghesia si trovano a condividere la stessa insula con famiglie di ceto inferiore. Ovviamente i piani sono differenti. La prima abita ai piani più bassi, dove le stanze sono più grandi, più luminose e più arieggiate, la seconda ha stanzette piccole, buie e senza areazione. Dopo poco però la borghesia decide di avere insulae solo per loro e così  si formano zone esclusive per la borghesia e quelle per i poveri.



VILLAE:
verso la fine del periodo repubblicano, nelle campagne iniziano a sorgere delle case di campagna molto belle che sono utilizzate come aziende agricole, luoghi di riposo e svago delle classi privilegiate. Sono costituite da una serie di edifici ognuno adibito ad una funzione particolare: abitazioni, locali di rappresentanza, fienili, granai, giardini, terme, biblioteche, teatri ed ippodromi. La parte del proprietario è distaccata  e costituisce un edificio a parte. Qui ci sono anche le stanze per gli ospiti.



Ed ecco, ora, dei video:
La vita quotidiana in una domus romana di Alberto Angela




La casa romana serie di video realizzati in 3D da Youtube:



Ricostruzione in 3D di una Villa romana



INTERNO DI UNA CASA ROMANA



E, per terminare, la storia di Pompei. Da YouTube un documentario di Superquark


Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …

TRATTATO DI CASSIBILE NAZIONI UNITE UNHCR & GESUITI

In questo video, creato in collaborazione con Piero Faticoni , mettiamo in luce la parziale denuncia della Meloni. Stanno aumentando i politici che denunciano pubblicamente il coinvolgimento di George Soros nelle crisi economiche. Ma voi veramente pensate che lo fanno perché vogliono sistemare tutto? Se volessero questo, ad esempio, nel nostro Paese renderebbero pubblico il fatto che chi governa dal 1945, per non parlare prima, è l'Organizzazione delle Nazioni Unite. Dovrebbero dire chi sono in realtà, invece omettono questo, come non dichiarano che con il certificato di nascita tutti diventiamo Trust di proprietà dello Stato e quindi non esistono proprietà private perché come siamo riconosciuti , ossia schiavi, siamo noi, popolo, ad essere oggetti di proprietà. Perciò per favore smettetela di seguire questi bugiardi reiterati ed iniziate a ragionare. Soros sarà silurato dal potere e tutti i politici seguono l'ordine. Soros a questo punto potrebbe ammettere le sue responsabili…