Passa ai contenuti principali

STORIA DEI LIBRI: I ROGHI DEI LIBRI-XX SECOLO

classifica


MONDO XX SECOLO


Nel secolo appena trascorso oltre ai famosi Bucherverbrennung, descritti appena descritti, sono avvenuti vari episodi di falò dei libri. Diamo un'excursus veloce:
1958: in Italia , precisamente a Varese, sono state date alle fiamme purificatrici per oscenità le " Storielle , racconti e raccontini" del Marchese De Sade, pubblicate in una raccolta da Veronelli Luigi.
1973: in Cile dopo il colpo di Stato i militari bruciarono migliaia di libri, anche se poi, in seguito, venne detto che questo destino interessò solo 15.000 copie di "Le avventure di Miguel Littin clandestino in Cile".
1976: Argentina. Con il colpo di Stato Mendez, capo  del III Corpo dell'esercito, mette al rogo opere di Proust, Garcia Marquez, Neruda, per citare i più famosi. La scusa addotta, per questo comportamento assai poco democratico, fu :-"Perché questo materiale non continui ad ingannare i nostri figli....Nello stesso modo con cui distruggeremo con il fuoco i documenti perniciosi, così saranno distrutti i nemici dell'animo argentino"-

GIORNI ODIERNI

Mi dispiace dover dire che ancora oggi in tutto il mondo la libertà di parola e di pensiero, non è del tutto libera come si crede. Purtroppo accade molto spesso fenomeni di barbarie medioevale.
Il 15 Febbraio del 2012, c'è stato un rogo virtuale di libri che non esistono più in commercio ma che un portale aveva postato in rete. Erano dei manuali ed erano tantissimi. Una task force internazionale, aiutata anche dall'AIE (Associazione ITALIANA EDITORI). Il sito in questione era Library.nu. Purtroppo anche se non più in commercio erano tutti libri coperti da Copyright. 
Ma non è finita qua in Veneto nel 2011 sono stati censurati, nelle scuole e nelle biblioteche, i libri scritti dal noto Roberto Saviano. Posto il link di YouTube per chi è interessato.


E per non finire ecco un altro link sempre sconvolgente, sempre in Veneto.






Qui si conclude la piccola ricerca sulla storia dei roghi dei libri ma prima di lasciarvi ecco due chicche per mettere un po' di buon umore in questa valle di disperazione perché, purtroppo, l'uomo non sta cambiando e i suoi errori continua, pedissequamente, a ripeterli. Quando finirà tutto questo?

In Cile si dice che i militari di Pinochet mentre erano tutti intenti a bruciare il sapere dell'uomo, si imbatterono in alcuni libri che parlavano del cubismo. Poveri! Credevano che in quelle pagine si parlasse di Cuba con Fidel Castro. Alla fine li bruciarono tutti. Beata ignoranza!!

Il famoso padre della psicanalisi, Sigmund Freud, seppe che i suoi libri finirono al rogo. Egli, allora, esclamò:- Il mondo è evoluto. Oggi bruciano i miei libri, anticamente avrebbero bruciato me-.

Infine un libro si ispira ai roghi dei libri e si intitola Fahrenheit 451,per approfondimenti guardate la pagina di "trame narrativa straniera". Volendo esiste anche la versione cinematografica. Posto il link del trailer, per vederlo bisogna noleggiarlo.

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …

TRATTATO DI CASSIBILE NAZIONI UNITE UNHCR & GESUITI

In questo video, creato in collaborazione con Piero Faticoni , mettiamo in luce la parziale denuncia della Meloni. Stanno aumentando i politici che denunciano pubblicamente il coinvolgimento di George Soros nelle crisi economiche. Ma voi veramente pensate che lo fanno perché vogliono sistemare tutto? Se volessero questo, ad esempio, nel nostro Paese renderebbero pubblico il fatto che chi governa dal 1945, per non parlare prima, è l'Organizzazione delle Nazioni Unite. Dovrebbero dire chi sono in realtà, invece omettono questo, come non dichiarano che con il certificato di nascita tutti diventiamo Trust di proprietà dello Stato e quindi non esistono proprietà private perché come siamo riconosciuti , ossia schiavi, siamo noi, popolo, ad essere oggetti di proprietà. Perciò per favore smettetela di seguire questi bugiardi reiterati ed iniziate a ragionare. Soros sarà silurato dal potere e tutti i politici seguono l'ordine. Soros a questo punto potrebbe ammettere le sue responsabili…