Passa ai contenuti principali

VILLE VENETE: TOUR VILLA FOSCARI

classifica

 Attraversando le strade molto spesso si incontrano, ai bordi delle strade, dei bellissimi edifici. La campagna veneta è piena di maestose ville appartenute, nelle epoche indietro, a famiglie patrizie veneziane.  Il primo a decidere di abbandonare la città per trasferirsi in campagna fu Francesco Petrarca che, nel '300, lasciò Padova per recarsi a vivere tra i colli Euganei.  Man mano ritorna in voga la voglia di abbandonare la città per ricercare la vita agreste. Complice è anche il fatto che dopo la scoperta dell'America, 1492, Venezia soffre di una perdita di centralità. In seguito la Serenissima decide di volgere i suoi interessi verso la terraferma e così acquista terreni. Li bonifica e li organizza costruendo aziende, abitazioni e residenze. La campagna diventa un luogo armonioso dove si vive a stretto contatto con la natura per le famiglie nobili che vi si recano durante i periodi di vacanza.  Gli aristocratici si rivolgono al Palladio, famoso architetto del '500. Egli crea ville molto raffinate e arricchite da affreschi e stucchi. La villa veneta quindi è sia un centro produttivo, sia un luogo di riposo per i nobili. Tra il '500 e il '700 si ha il clou della civiltà della villa veneta. Oggi si contano,  nelle regioni Veneto e Friuli,  ben 4.000 ville che, dalla pianura, arrivano fino alle pendici delle Prealpi. Dal 1996 le ville venete fanno parte del Patrimonio mondiale dell'Unesco. Sulle rive del Fiume Brenta, precisamente a Mira si può visitare Villa Foscari.  Al suo  interno si possono ammirare bellissime decorazioni pittoriche .

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

IL CLOUD E LA TECNOLOGIA 5G PORTA DI ACCESSO AL TRANSUMANESIMO

Essere informati sulla realtà dei fatti può aiutare a salvare la vita a milioni di esseri viventi. Mobilitiamoci, uniamoci contro questo attacco alla vita.







La tecnologia sta avanzando a passi da gigante e oramai il 5G è realtà. Cos'è questa tecnologia? Innanzitutto deve essere chiaro 




IL 5G È UN'ARMA
è una tecnologia “pericolosa” perché consentirebbe ai governi di controllare i propri cittadini. Il governo del "finto cambiamento"sta promuovendo tale tecnologia usando la scusa che renderebbe le reti telematiche più veloci ed efficienti, in realtà è un'arma letale che incrementerà innumerevoli disturbi, dall'insonnia fino alla neoplasia cerebrale.
Non è che perché sono una complottista che scrivo questo post, non sono io a dire che il 5G è pericolosissimo! Infatti interferisce con le vibrazioni naturali (dalla risonanza Schumann alle onde encefaliche degli esseri viventi), destabilizzando tutto: DNA, bioritmi, ciclo vegetativo delle piante, fenomeni atmosferici, equ…

THE TRIP UN VIAGGIO NELLE ONG (COME AVAAZ, CHANGE.ORG, GREENPEACE, TRANSPARENCY INTERNATIONAL, WWF...) E IL POTERE OSCURO SOROS E SIONISMO

Tanto tempo fa mi iscrissi ad Avaaz, convinta che fosse veramente dalla parte dell'uomo comune. Nel mondo sono tantissime le persone che sono cadute in questo finto bene. Purtroppo poi, se si decide di fare una ricerca su chi c'è dietro a gestire, si scopre un mondo sommerso dove il bene proprio non esiste. I promotori, i dirigenti, sono collusi proprio con i poteri che stanno distruggendo, affamando e ammalando la Terra e le sue forme viventi. È un brutto colpo da sopportare ma se si vuole veramente uscire dal tunnel, tutto deve essere rivelato, denunciato e quindi superato.
Giunsi a decidere di approfondire su chi stava dietro le quinte di queste associazioni falsamente umanitarie perché ad un certo punto mi posi la domanda: "ma se nel mondo sono in tanti a collaborare e ad abbracciare questi movimenti, possibile che tutto va peggiorando?"

Non parlo quasi mai di me ma devo dire che ho sempre avuto fiducia e sin da molto giovane ho sempre cercato e desiderato porta…