Passa ai contenuti principali

IL MAESTRO DI GARAMOND

CLAUDE GARAMOND e ANTOINE AUGEREAU,



Claude Garamond, è stato un tipografo francese, incisore di caratteri da stampa mobili. E' il più famoso creò il "romano", ossia una serie di caratteri latini che porta il suo nome e che sarà ampiamente copiato.

Garamond apprese questa conoscenza che divenne il suo mestiere da un altro grande personaggio Antoine Augereau, altro grande stampatore che pagò con la vita questa nuova forma di espressione.

Vissero entrambi a Parigi nel 1500 periodo della riforma di Lutero e Calvino. 

I dotti della Sorbona, non vedevano di buon occhio gli scritti pubblicati da Augereau, ritenendoli sovversivi.

Questi, infatti, pubblica lo "Specchio dell'anima peccatrice", un lavoro di Margherita di Navarra, sorella di Francesco I, che vedeva di buon grado la roforma. Nella seconda ristampa Augereau, include anche la traduzione in versi del Salmo VI di Clemente Marot ed una preghiera del sovversivo riformato Sebald Heiden.

Augereau, viene riconosciuto eretico e la sera del 24 dicembre del 1534 viene giustiziato.

Il romanzo che oggi vi propongo inizia proprio da questo avvenimento. 
L'autore scrive questa storia in prima persona facendo narrare i fatti da Claude che viaggiando a ritroso nel tempo racconta al lettore la sua vita.

E' un romanzo molto interessante, incontriamo vari uomini importanti che hanno cambiato la storia, fatto nascere nuove idee, come  Erasmo da Rotterdam, Lutero, Calvino.

Inoltre è anche la storia dei caratteri da stampa ed, in particolare, del Garamond.


Anna Cuneo, giornalista, regista teatrale di origini italiane, ha ricevuto nel 1987, il premio minore Schweizerische Schillerstiftung.

IL MAESTRO DI GARAMOND di Anne Cuneo



Romanzo del 2010 che narra la vita di Garamond, uno dei più grandi tipografi dei caratteri da stampa e padre dei caratteri Garamond. IL ROMANZO è di 476 pagine, circa, ma è assai avvincente e molto scorrevole. 
Nel sito IBS.it è in vendita al costo di € 16,92
Voto 9

Il carattere Garamond, ha molte varianti ma sono tutte riconducibili a quella iniziale del tipografo francese del XVI .
E' un carattere con le grazie di stile rinascimentale ed è quello più usato nella editoria oggi.
Il gruppo delle Ferrovie dello Stato Italiano, impiega il Garamond per tutta la sua corrispondenza.
Fino al 1967, un carattere simile al Garamond venne impiegato per stampare le cifre di tutte le targhe automobilistiche.
Il più simile al Garamond del XVI secolo è il Granjon



classifica

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …

TRATTATO DI CASSIBILE NAZIONI UNITE UNHCR & GESUITI

In questo video, creato in collaborazione con Piero Faticoni , mettiamo in luce la parziale denuncia della Meloni. Stanno aumentando i politici che denunciano pubblicamente il coinvolgimento di George Soros nelle crisi economiche. Ma voi veramente pensate che lo fanno perché vogliono sistemare tutto? Se volessero questo, ad esempio, nel nostro Paese renderebbero pubblico il fatto che chi governa dal 1945, per non parlare prima, è l'Organizzazione delle Nazioni Unite. Dovrebbero dire chi sono in realtà, invece omettono questo, come non dichiarano che con il certificato di nascita tutti diventiamo Trust di proprietà dello Stato e quindi non esistono proprietà private perché come siamo riconosciuti , ossia schiavi, siamo noi, popolo, ad essere oggetti di proprietà. Perciò per favore smettetela di seguire questi bugiardi reiterati ed iniziate a ragionare. Soros sarà silurato dal potere e tutti i politici seguono l'ordine. Soros a questo punto potrebbe ammettere le sue responsabili…