Passa ai contenuti principali

ROUSSEAU E LA RELIGIONE


ROUSSEAU E LA RELIGIONE




classifica


Abbiamo visto nel post sull'animismo che Comte e Rousseau affermano che esiste una religione suprema e giusta.  Quella cristiana. 
Cosa afferma Rousseau?

Prima di tutto, però, è doveroso dire, in breve, chi era.

Jean Jacques Rousseau nacque a Ginevra nel 1712, morì nel 1778. Filosofo, scrittore, musicista. Quando frequentavo la scuola la mia professoressa di filosofia lo inquadrò come pedagogista.
In gioventù era un calvinista , poi si convertì al cattolicesimo, visse e studiò a Torino. Dopo vari vagabondaggi si trasferì a Parigi e collaborò con gli Enciclopedisti. Con il suo primo testo, "Discorso sulle scienze e le arti" (1750), vinse il premio dell'Accademia di Digione.
Già in questo testo si evidenzia il pensiero di Rousseau, un critico, aspro, verso la civiltà, vista come la causa dei mali dell'uomo e dell'infelicità umana. La natura è la depositaria delle qualità buone e positive. Con il secondo trattato, "Discorso sull'origine  e i fondamenti della diseguaglianza tra gli uomini" (1754) emerge la concezione dell'uomo, dello stato di natura, la sua idea sull'origine del linguaggio, della proprietà, della società e dello Stato. Qualche anno più tardi nel "Contratto sociale" (1762), viene espressa la sua proposta politica per rifondare la società su un patto equo, dove il popolo è sovrano è detentore del potere legislativo ed è suddito solo a se stesso. A causa di questo scritto il filosofo venne isolato dai suoi contemporanei e anche dalle istituzioni della Repubblica di Ginevra. Dopo aver scritto il trattato pedagogico, "l'Emile" questo pensatore finì in solitudine e morì quasi nell'oblio. Venne considerato un illuminista, però in controtendenza con gli intellettuali del suo tempo. Egli determinò certi aspetti dell'ideologia  egualitaria e anti-assolutistica che fu la base della rivoluzione francese del 1789. Fu anche un anticipatore di alcune idee del Romanticismo. Kant, si rifece molto a questo pensatore.

La società:
costringe l'uomo a condurre una vita di infelicità, Rousseau, infatti, afferma che i rapporti tra gli uomini sono fondati sulla menzogna e l'ipocrisia. "- come sarebbe bello vivere tra noi, se l'atteggiamento esteriore fosse sempre l'immagine delle disposizioni del cuore...prima che l'arte modellasse il linguaggio i costumi erano rozzi ma naturali...la natura non è migliore ma rimanendo semplice l'uomo trovava sicurezza nella facile penetrazione reciproca... nel momento in cui l'uomo non riesce a rapportarsi con gli altri con sincerità, nasce il vizio...un corteo di vizi accompagnerà l'incertezza. ADDIO AMICIZIE SINCERE, ADDIO STIMA REALE, ADDIO FIDUCIA FONDATA!-"

Lo stato di natura:
ricostruendo la storia dell'umanità e della sua origine naturale nota che la società  è improntata sul vizio e sulla menzogna sulla diseguaglianza tra gli individui. E come si può risolvere questo grande problema? Come si può conoscere l'uomo e il rapporto con i suoi simili se l'uomo è cambiato e non si conosce più? Ecco che l'imperativo dell'oracolo di Delfi "CONOSCI TE STESSO", diviene importante e lo si deve applicare anche per gli uomini in genere. Se si inizia a conoscere gli uomini, allora, si può risolvere l'ingiustizia e la diseguaglianza che procura grandi problemi ed infelicità.

L'uomo preistorico:
è un po' come il bambino all'inizio i suoi bisogni sono semplici e naturali sono rivolti alla soddisfazione di un bisogno primario. Non esiste ancora il concetto di famiglia, il linguaggio si limita a qualche urlo e persino il rapporto sessuale è vissuto solo come un primario bisogno senza grandi complicazioni. L'uomo inizialmente è un essere non sociale erra per le foreste senza linguaggio, senza relazioni, senza domicilio, però senza guerra e preoccupazioni. e se per caso avviene una scoperta è logico che finisce nel momento stesso in cui il suo ideatore muore perché, appunto, non c'è interazione.  Così è vero che progredisce molto lentamente l'intelligenza umana, ma, anche i mali e le vanità hanno la stessa progressione.

Purtroppo siccome le difficoltà di vita sono pesanti l'uomo sente sempre più il bisogno di cercare ed unirsi ai suoi simili per trovare forza e migliorare il suo stato. Così si è sviluppato il linguaggio, sono iniziati i legami, gli uni si sono avvicinati agli altri e da qui si ha iniziato a sviluppare anche l'egoismo, la vanità il senso di supremazia e nascono le prime contese e liti.

Per quanto riguarda la religione si distingue una naturale, propria di tutti gli uomini; una civile, propria di una nazione; una è a metà.

La religione dell'uomo, quella che non ha altari, templi, riti, che ricerca Dio interiormente è la migliore. La religione dei preti è vissuta negativamente dal filosofo perché inganna gli uomini, li rende superstiziosi, si bea di innumerevoli e vuoti cerimoniali è cattiva.
La vera buona religione è il cristianesimo del Vangelo dove gli uomini sono figli dello stesso Dio, sono nati uguali e sono tutti fratelli. Il Cristianesimo, ma non quello romano della Chiesa.


Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …

TRATTATO DI CASSIBILE NAZIONI UNITE UNHCR & GESUITI

In questo video, creato in collaborazione con Piero Faticoni , mettiamo in luce la parziale denuncia della Meloni. Stanno aumentando i politici che denunciano pubblicamente il coinvolgimento di George Soros nelle crisi economiche. Ma voi veramente pensate che lo fanno perché vogliono sistemare tutto? Se volessero questo, ad esempio, nel nostro Paese renderebbero pubblico il fatto che chi governa dal 1945, per non parlare prima, è l'Organizzazione delle Nazioni Unite. Dovrebbero dire chi sono in realtà, invece omettono questo, come non dichiarano che con il certificato di nascita tutti diventiamo Trust di proprietà dello Stato e quindi non esistono proprietà private perché come siamo riconosciuti , ossia schiavi, siamo noi, popolo, ad essere oggetti di proprietà. Perciò per favore smettetela di seguire questi bugiardi reiterati ed iniziate a ragionare. Soros sarà silurato dal potere e tutti i politici seguono l'ordine. Soros a questo punto potrebbe ammettere le sue responsabili…