Passa ai contenuti principali

LA PALEOGRAFIA

Il termine deriva dal greco "palaiòs", antico, e "grafé", scrittura, è la disciplina che studia la storia della scrittura antica, in special modo quella manoscritta. E' l'arte di leggere, interpretare e spiegare le scritture antiche riconoscendo anche l'autenticità del documento.

Nel 1600 nasce questa tipo di studio per determinare la cronologia e i caratteri di certi tipi di scrittura. E' considerato come atto di inizio il De re diplomatica (1681) pubblicato a Parigi da monaci benedettini

Il paleografo  deve saper capire, tradurre non solo il testo antico in chiave moderna ma, anche, il legame tra l'attività dell'autore del testo in esame e gli aspetti dell'esistenza connessi a quella attività. Si occupa di testi di qualsiasi lingua e in qualsiasi ambito cronologico fino all'epoca della stampa. Generalmente si occupa di testi medioevali, scritti in lingua latina (paleografia latina), sia in greco (paleografia greca). Però analizza anche documenti in lingue volgari,  e lingue di varie origini, come l'araba o l'ebraica.

L'apporto che da alla storia  è che decodificando documenti manoscritti aiuta ad ampliare le conoscenze. Generalmente l'oggetto di interesse diretto  sono le pratiche di scrittura e la storia del segno grafico, indipendentemente dal suo contenuto.

Perciò oggetto di questa scienza è stabilire il genere ( ad esempio se sia un documento notarile piuttosto che librario), il tipo ( scrittura merovingia o altri stili) delle varie scritture, oltre a vedere la data e la provenienza che, generalmente, questi concetti sono collegati tra loro, infatti certi tipi di scritture si sviluppano in un dato luogo e in determinato tempo.

Esiste anche la paleografia musicale e si occupa della scrittura con connotazione musicale, (nata nel XIX secolo) e la papirologia  che studia testi scritti sul papiro. 

Poiché studia la scrittura diventano concetti importanti:
lo studio delle lettere maiuscola, minuscola il legamento o la legatura tra due lettere, il tratto, il nesso, la forma o il disegno, il modulo ossia la grandezza, il tratteggio ( la direzione e l'ordine di come ogni lettera è tracciata), l'andamento (il modo in cui si scrive), l'angolo di scrittura.

Ed ecco qui di seguito un compendio di storia della scrittura latina proveniente dalla Pontificia Università Gregoriana






classifica

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …

TRATTATO DI CASSIBILE NAZIONI UNITE UNHCR & GESUITI

In questo video, creato in collaborazione con Piero Faticoni , mettiamo in luce la parziale denuncia della Meloni. Stanno aumentando i politici che denunciano pubblicamente il coinvolgimento di George Soros nelle crisi economiche. Ma voi veramente pensate che lo fanno perché vogliono sistemare tutto? Se volessero questo, ad esempio, nel nostro Paese renderebbero pubblico il fatto che chi governa dal 1945, per non parlare prima, è l'Organizzazione delle Nazioni Unite. Dovrebbero dire chi sono in realtà, invece omettono questo, come non dichiarano che con il certificato di nascita tutti diventiamo Trust di proprietà dello Stato e quindi non esistono proprietà private perché come siamo riconosciuti , ossia schiavi, siamo noi, popolo, ad essere oggetti di proprietà. Perciò per favore smettetela di seguire questi bugiardi reiterati ed iniziate a ragionare. Soros sarà silurato dal potere e tutti i politici seguono l'ordine. Soros a questo punto potrebbe ammettere le sue responsabili…