DA LUPO A CANE, IL CAMMINO DI UN FIERO ANIMALE VERSO UN NUOVO STILE DI VITA

Prima di leggere vi propongo una canzone.
A volte è bello leggere con un buon sottofondo musicale, perciò se vi va cliccate di seguito e ascoltate.

La canzone è Aqualung dei bravissimi Jehtro tull


Oggi giorno per le strade incontriamo tantissime persone che passeggiano accompagnati dai loro fedeli amici a quattro zampe.



Ricordo ancora quando i miei figli da piccolini guardavano un cartone animato della Disney



LA CARICA DEI 101  
(per vedere il film clicca sopra il titolo)


Ad un certo punto facevano vedere una sfilata di persone che avevano al guinzaglio varie tipologie di cani ed ognuna assomigliava al suo padrone. Si sente dire, infatti, che il cane assomiglia al padrone nel portamento e nelle sue abitudini.

Sembra, quasi, che si crei un rapporto simbiotico tra uomo ed animale.

Ma non è sempre stato così.

Agli albori del tempo il cane in madre natura non esisteva, c'era il fiero lupo.


Un gruppo internazionale di ricercatori russi, statunitensi, britannici ed olandesi, ha presupposto che 33 mila anni fa, prima dell'ultima glaciazione, avvenuta intorno al 26.500 e il 19.000, è avvenuto il grande salto per avere il cane domestico.

Purtroppo è in atto una vera e propria controversia tra i vari studiosi.

Infatti da una parte alcuni asseriscono quanto di seguito scrivo e che riporta il corriere delle scienze:

i primi resti di "canis familiaris" risalgono ad un periodo che sia attesta tra il 14.000 e il 9.000 in Cina Medio Orientale ed in Europa. E' di quel periodo una componente consistente di insediamenti umani.

Già nel 2009 l'Accademia delle Scienze cinesi aveva affermato che da alcune loro scoperte risultava che 16.000 anni fa nella regione del Fiume Azzurro risulta la presenza di lupi addomesticati negli accampamenti umani.



Qualche mese fa, a novembre, anche Peter Savolainen, dell'istituto Reale Svedese di Tecnologia, ha confermato che il patrimonio genetico dei cani conduce alla conclusione che l'area dell'ASY, Asia del Sud dello Yangtze River, in Cina, è la zona dove è avvenuto per primo l'addomesticamento del lupo, diventando cane. 

I reperti rinvenuti in tale sito hanno dato pezzi di DNA simile  a quello tra lupo e cane.

Secondo altri, come pubblica Scienze Magazine, il salto da lupo a cane è avvenuto molto prima di quel che si crede ed in Europa.

Così scrive la rivista Science Magazine:

i fossili ritrovati in Europa ed in Siberia, risalenti a più di 30.000 anni or sono, hanno dato alla luce genomi mitocondriali simili a quelli dei cani di oggi. Questo avvicinamento genetico, perciò, fa presupporre che l'addomesticamento del lupo risalirebbe a 32.100 anni fa e fu iniziato dai primi cacciatori-raccoglitori europei.

Il cane deriverebbe, perciò, dal lupo grigio europeo addomesticato dai primi cacciatori-raccoglitori.

Il genetista finlandese Turku Olaf Thalmann ha analizzato il DNA di 18 esemplari fossili di lupi europei dimostrando che l'addomesticazione sarebbe incominciata in Europa. I cani moderni discenderebbero dai lupi europei e i cani odierni sono più vicini ai lupi antichi rispetto a quelli moderni. I resti fossili presi in esame risalgono a 32.000 anni fa quando in Europa vivevano popolazioni di cacciatori-raccoglitori.

Inizialmente il lupo si comportava da spazzino e si nutriva dei resti di grossi animali come il mammut, o di altri, abbandonati come scarto dagli uomini. Una volta addomesticato si instaurò tra uomo e lupo un rapporto di scambio: in cambio del cibo l'animale difendeva il padrone  e lo aiutava nella caccia.

Secondo lo studioso Brian Hare il primo rapporto intercorso tra le due specie è avvenuto quando l'uomo abbandonò l'Africa  all'incirca verso i 40.000/50.000 anni fa.

Lo studio però è ancora in corso infatti per il momento la base di analisi è stata il DNA mitocondriale, molto abbondante nei resti fossili, mentre quello nucleare si trova nel nucleo delle cellule e si eredita da entrambi i genitori e non solo per linea materna.
Purtroppo per il momento sono riusciti ad estrarre solo DNA mitocondriale ma gli scienziati non desistono dai loro studi e confidano nella speranza  che prima o poi riusciranno a trovare l'altro tipo di DNA così da chiarire definitivamente questo discorso.



classifica

POST RECENTI

Article To PDF

Post popolari in questo blog

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

VACCINI E AGENDA SGHA

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

I MIEI LIBRI IN VENDITA