Passa ai contenuti principali

IL MERCANTE DI STOFFE





Romanzo storico di Coia Valls
Nella Barcellona del 1320 vive la famiglia Miravall. Lui, Jaume è un giovane volenteroso che ad un certo punto insieme alla sua giovane moglie, Elvira, decide di abbandonare il paese natio per recarsi nella grande e fervida Barcellona in cerca di fortuna.(...continua a leggere)


E' un mercante che vuole cercare di migliorare la situazione economica.

Una volta giunto in città incontra e si invaghisce di una giovane ragazza di estrazione sociale più alta della sua, Blanca. Ovviamente questo rapporto non sarà visto di buon grado dalla famiglia di lei.

Le cose si complicano quando Blanca scopre di attendere un figlio da Jaume. Infatti una volta dato alla luce sarà obbligata a consegnare alle cure dell'amante il pargolo dietro la promessa che mai avrebbe tentato di avere notizie e rapporti con il bambino e il padre.

Jaume lo conduce a casa e lo fa accettare ala moglie che inizierà a prendersene cura ma con un certo imbarazzo e disappunto. Nel frattempo anche la consorte mette alla luce un figlio e poi una bimba.

I ragazzi crescono e sempre più il primo assomiglia al padre ed il secondo alla madre anche nel carattere. La ragazza, invece, si svela ribelle al punto da scappare da casa ed imbarcarsi come clandestina sulla barca che il padre usa per recarsi in altre terre in cerca di nuove avventure e ampliare gli orizzonti commerciali.

La vicenda amorosa si intercala alla narrazione storica degli eventi che accaddero in quella città: la costruzione della Cattedrale Santa Maria del Mar, già narrata da Ildefonso Falcones nel romanzo la Cattedrale del mare, la grande epidemia di peste che si abbattè sull'Europa e che decimò la popolazione europea.

Una lettura simpatica a volte non ho potuto non ricordarmi del romanzo di Falcones che se si mette al confronto è migliore.

Il libro è di 351, alcune potevano essere evitate.
Per chi è interessato alla lettura si trova in formato digitale al costo di 3,99 euro,  in cartaceo a € 8,42 usato a 4,95 sul sito IBS.IT.
VOTO:7,5

classifica

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

IL CLOUD E LA TECNOLOGIA 5G PORTA DI ACCESSO AL TRANSUMANESIMO

Essere informati sulla realtà dei fatti può aiutare a salvare la vita a milioni di esseri viventi. Mobilitiamoci, uniamoci contro questo attacco alla vita.







La tecnologia sta avanzando a passi da gigante e oramai il 5G è realtà. Cos'è questa tecnologia? Innanzitutto deve essere chiaro 




IL 5G È UN'ARMA
è una tecnologia “pericolosa” perché consentirebbe ai governi di controllare i propri cittadini. Il governo del "finto cambiamento"sta promuovendo tale tecnologia usando la scusa che renderebbe le reti telematiche più veloci ed efficienti, in realtà è un'arma letale che incrementerà innumerevoli disturbi, dall'insonnia fino alla neoplasia cerebrale.
Non è che perché sono una complottista che scrivo questo post, non sono io a dire che il 5G è pericolosissimo! Infatti interferisce con le vibrazioni naturali (dalla risonanza Schumann alle onde encefaliche degli esseri viventi), destabilizzando tutto: DNA, bioritmi, ciclo vegetativo delle piante, fenomeni atmosferici, equ…

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …