Passa ai contenuti principali

SHIBA INU - KUNAI

Kunai a tre mesi

Kunai



Kunai a due mesi



Kunai è uno shiba un cane di origine giapponese. In Italia non ci sono molti allevamenti di shiba. Noi ci siamo recati a Ravenna. Qui vivono due simpatici ragazzi proprietari di un bellissimo allevamento di shiba. Lisa è  molto gentile e amante dei cani lo si vede andando da come i suoi cuccioli la seguono. Il suo allevamento si chiama Giardini di Meiji se avete intenzione di acquistare un bel esemplare andate da lei e sarete contenti.

STORIA DEGLI SHIBA:
Sanin Shiba

Shiba con sopracciglia
Shiba tigrato

In rete è difficile trovare notizie riguardante questa razza, comunque, dopo tante ricerche sono riuscita a trovare questa documentazione.

Viene considerato come una razza primordiale. Si dice che in Giappone il cane arrivò tra il 6000 ed il 300 a.C. dalla Cina. Da alcuni ritrovamenti di scavi archeologici si è notato che rispetto al cane europeo quello giapponese era più piccolo. 

Durante il periodo Yayoi ( tre secoli prima di Cristo), i cani erano con le orecchie a punta e la coda arrotolata ed erano utilizzati per la caccia ai daini, piccola selvaggina, uccelli e orsi.

Per un lungo periodo il cane giapponese rimane fermo nel suo sviluppo continuando ad accompagnare la vita quotidiana dell'uomo.

Con l'apertura all'occidente anche il cane inizia a mutare. intorno al XIX secolo le importazioni di nuova razze si fanno sempre più frequenti e si finisce quasi con il far scomparire quella originale.

Ci si accorge, ad un certo punto, che la possibilità di incontrare un vero e proprio Shiba è assai scarsa, siamo nel 1912.

Fu così che il 5 maggio del 1928 un dottore, Hirokichi Saito, insieme ad un gruppo di ricercatori, decide che è giusto e doveroso riportare e salvare la razza nativa del cane. 

Viaggia in lungo e in largo nel suo territorio alla ricerca dell'antico cane inoltrandosi nelle regioni più remote del Giappone così da scovare razze ancora primitive.

Viene sostenuto dal Ministero della Pubblica Istruzione Giapponese e dal governo che nel 1937 dona un compenso per la ricerca e la salvaguardia del patrimonio e della cultura giapponese.

Saito, nel frattempo, ha anche fondato la Nippo, associazione che come scopo ha quello di preservare la razza canina del Giappone. Il primo presidente della Nippo fu Kaburagi, professore dell'Università di Tokyo.

Il 6 novembre del 1932 c'è la prima mostra Nippo con relativo premio. Su 81 cani solo 10 sono classificati come aventi diritto alla qualità per ricevere il Commendation Award.

Di questi 10, due erano Kishu ken, uno era della zona Shinshu, uno era Shiba di color sesamo-rosso maschio di nome Tako. Venne trovato nella zona montuosa della prefettura di Toyama nel giappone Centrale.

Tako è stato il prima Shiba ad essere censito nella Nippo.

Saito scovò nel 1928 un cane da caccia di piccole dimensioni dal manto rosso con coda a falce nel profondo delle montagne della prefettura di Nagano. Qui, questi piccoli cani, erano conosciuti con il nome di Shiba, che significa piccolo.

Dal 933 fino al 1948 sono stati riprodotte in modo rigoroso varie cucciolate e Naka il 16 Aprile del 1948 è il primo Shiba a ricevere il Nippo premio come miglior cane. 

Questo cucciolo diventerà il padre fondatore di tutte e quattro le linee di sangue famose in Giappone.

Gli Shiba erano cani conosciuti con il semplice nome Ji-Inu e si trovavano nelle zone montane di cacci dello Shinshu, di San-in e Shikoku. Da qui lo shiba prendeva i nomi di Shinshu-shiba, Shikoku-shiba e San-in-shiba.

Si tentò di salvaguardare la razza che quasi scomparve con l'epidemia del 1959.

Lo standard del cane giapponese deve avere queste qualità:
Kan-i, forza di carattere e dignità. I cani possono essere vivaci e audaci senza però essere aggressivi
Ryousei, fedeli ed ubbidienti devono, cioè, avere totale fiducia ed essere attaccati al suo proprietario devono esprimere un legame quasi di parentela con l'uomo
Sobuko, devono avere una bellezza naturale ma mantenendo al contempo fierezza ed umiltà, eleganza e sobrietà.

Oggi lo Shiba è considerato il cane indigeno del Giappone ed è un Monumento Naturale.

L'Akita è appartenente a questa razza di cani giapponesi da caccia è divenuto famoso per il film Hachiko, con Richard Gere, 

Akita

Altri cani giapponesi sono l'Hokkaido, il Kai ken, lo Shikoku.

Hokkaido

Kai ken cuccioli

Kai ken

Shikoku ken cucciolo

Shikoku ken



classifica

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

IL CLOUD E LA TECNOLOGIA 5G PORTA DI ACCESSO AL TRANSUMANESIMO

Essere informati sulla realtà dei fatti può aiutare a salvare la vita a milioni di esseri viventi. Mobilitiamoci, uniamoci contro questo attacco alla vita.







La tecnologia sta avanzando a passi da gigante e oramai il 5G è realtà. Cos'è questa tecnologia? Innanzitutto deve essere chiaro 




IL 5G È UN'ARMA
è una tecnologia “pericolosa” perché consentirebbe ai governi di controllare i propri cittadini. Il governo del "finto cambiamento"sta promuovendo tale tecnologia usando la scusa che renderebbe le reti telematiche più veloci ed efficienti, in realtà è un'arma letale che incrementerà innumerevoli disturbi, dall'insonnia fino alla neoplasia cerebrale.
Non è che perché sono una complottista che scrivo questo post, non sono io a dire che il 5G è pericolosissimo! Infatti interferisce con le vibrazioni naturali (dalla risonanza Schumann alle onde encefaliche degli esseri viventi), destabilizzando tutto: DNA, bioritmi, ciclo vegetativo delle piante, fenomeni atmosferici, equ…

THE TRIP UN VIAGGIO NELLE ONG (COME AVAAZ, CHANGE.ORG, GREENPEACE, TRANSPARENCY INTERNATIONAL, WWF...) E IL POTERE OSCURO SOROS E SIONISMO

Tanto tempo fa mi iscrissi ad Avaaz, convinta che fosse veramente dalla parte dell'uomo comune. Nel mondo sono tantissime le persone che sono cadute in questo finto bene. Purtroppo poi, se si decide di fare una ricerca su chi c'è dietro a gestire, si scopre un mondo sommerso dove il bene proprio non esiste. I promotori, i dirigenti, sono collusi proprio con i poteri che stanno distruggendo, affamando e ammalando la Terra e le sue forme viventi. È un brutto colpo da sopportare ma se si vuole veramente uscire dal tunnel, tutto deve essere rivelato, denunciato e quindi superato.
Giunsi a decidere di approfondire su chi stava dietro le quinte di queste associazioni falsamente umanitarie perché ad un certo punto mi posi la domanda: "ma se nel mondo sono in tanti a collaborare e ad abbracciare questi movimenti, possibile che tutto va peggiorando?"

Non parlo quasi mai di me ma devo dire che ho sempre avuto fiducia e sin da molto giovane ho sempre cercato e desiderato porta…