Passa ai contenuti principali

FESTA DEL GATTO OGGI 17 FEBBRAIO


Pimpa la mia micetta

Cari amici se  non lo sapete oggi è un giorno speciale per gli amici a quattro zampe felini. Ebbene si il 17 febbraio è la festa del gatto.

Nel 1990, in Italia e nata questa ricorrenza. venne proposta su una rivista specializzata, "tuttogattto", dalla giornalista e gattofila Claudia Angeletti e dopo un referendum venne fissata questa data, dietro alla proposta della signora Oriela del Colle. Spiegando il perché di questa data.

Febbraio in quanto per l'astrologia questo mese è quello degli spiriti liberi, anticonformisti, effettivamente i gatti sono ed amano sentirsi senza troppe oppressioni adorano la libertà: sono loro a decidere quando come e chi può dimostrare manifestazioni affettive. Provate per credere! Se un gatto non ha voglia di farsi accarezzare col cavolo che sta fermo ed immobile, schizza via con un fare imperioso come se ti volesse dire:"ma te da me che vuoi?", "non hai altri interessi se non disturbare la mia vita?". Quando, invece, vuole affetto si struscia avanti ed indietro fino a che la tua ano scivola sul suo pelo e per ringraziarti inizia a produrre fusa all'infinito e più si crogiola nelle coccole, più le sue dolci ed appuntite unghiette ti penetrano nella pelle. Non lo fa per cattiveria, intendiamoci, solo che proprio si lascia andare alla goduria più sfrenata. Sul più bello si alza e via come un fulmine a farsi i fatti suoi. febbraio, anticamente, era il mese delle streghe e come la letteratura ci insegna streghe e gatti, specie se neri, erano un binomio quasi inscindibile. Non parliamo poi del numero il famigerato super porta sfortuna 17, chi è superstizioso, consce benissimo la reputazione di questo numero primo, e sa anche che il gatto era considerato portatore di sventure, binomio perfetto, non credete? In numero romano 17 si scrive XVII, anagrammandolo viene VIXI, e quante vite ha un gatto? 7 quindi 1vita per ogni 7 vite.

In tante città oggi si sono svolte manifestazioni in onore a questo elegante superbo, fiero, ma, anche, dolcissimo coccolone, pigro amico pelosone.

A Roma, per esempio, si organizza una serata di musica e poesia, ad offerta libera per l'ingresso.
A Brescia i volontari della Enpa Onlus si svolgono due concorsi, uno fotografico e l'altro creativo. 
A Milano, i festeggiamenti dureranno per tutta la settimana con manifestazioni al Museo Cinematografico di Via Gluk con il tema "Il gatto: Leggende e misteri", un viaggio attraverso i miti e le leggende su questo animale.

Come è la situazione sull'abbandono dei gatti in Italia?

ABBANDONO GATTO? NO GRAZIE

Me lo sono chiesta quando ho scoperto questa giornata commemorativa. E' bellissimo aver dedicato un giorno ai mici, ma durante tutto l'anno come ci comportiamo?

Ed ecco il comunicato stampa dell'AIDAA ( Associazione Italiana in Difesa di Animali e Ambiente.

Nel nostro bellissimo e sensibilissimo Paese, ideatore di questa commemorazione, sono stati stimati, nel 2007, ben 1 milione di gatti abbandonati, senza contare i 250.000 presenti nei vari rifugi . Nel 2011 il numero era aumentato del 12% e continua ogni anno ad incrementare.

Meno male che poi gli organizziamo la giornata di festa!

Per maggiori informazioni vi rimando a questo articolo "Gatti abbandonati"

Infine propongo questi video da YouTube






classifica OkNotizie

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

IL CLOUD E LA TECNOLOGIA 5G PORTA DI ACCESSO AL TRANSUMANESIMO

Essere informati sulla realtà dei fatti può aiutare a salvare la vita a milioni di esseri viventi. Mobilitiamoci, uniamoci contro questo attacco alla vita.







La tecnologia sta avanzando a passi da gigante e oramai il 5G è realtà. Cos'è questa tecnologia? Innanzitutto deve essere chiaro 




IL 5G È UN'ARMA
è una tecnologia “pericolosa” perché consentirebbe ai governi di controllare i propri cittadini. Il governo del "finto cambiamento"sta promuovendo tale tecnologia usando la scusa che renderebbe le reti telematiche più veloci ed efficienti, in realtà è un'arma letale che incrementerà innumerevoli disturbi, dall'insonnia fino alla neoplasia cerebrale.
Non è che perché sono una complottista che scrivo questo post, non sono io a dire che il 5G è pericolosissimo! Infatti interferisce con le vibrazioni naturali (dalla risonanza Schumann alle onde encefaliche degli esseri viventi), destabilizzando tutto: DNA, bioritmi, ciclo vegetativo delle piante, fenomeni atmosferici, equ…

THE TRIP UN VIAGGIO NELLE ONG (COME AVAAZ, CHANGE.ORG, GREENPEACE, TRANSPARENCY INTERNATIONAL, WWF...) E IL POTERE OSCURO SOROS E SIONISMO

Tanto tempo fa mi iscrissi ad Avaaz, convinta che fosse veramente dalla parte dell'uomo comune. Nel mondo sono tantissime le persone che sono cadute in questo finto bene. Purtroppo poi, se si decide di fare una ricerca su chi c'è dietro a gestire, si scopre un mondo sommerso dove il bene proprio non esiste. I promotori, i dirigenti, sono collusi proprio con i poteri che stanno distruggendo, affamando e ammalando la Terra e le sue forme viventi. È un brutto colpo da sopportare ma se si vuole veramente uscire dal tunnel, tutto deve essere rivelato, denunciato e quindi superato.
Giunsi a decidere di approfondire su chi stava dietro le quinte di queste associazioni falsamente umanitarie perché ad un certo punto mi posi la domanda: "ma se nel mondo sono in tanti a collaborare e ad abbracciare questi movimenti, possibile che tutto va peggiorando?"

Non parlo quasi mai di me ma devo dire che ho sempre avuto fiducia e sin da molto giovane ho sempre cercato e desiderato porta…