Passa ai contenuti principali

IL METRO DEL MONDO



IL METRO DEL MONDO, di Denis Guedj

romanzo storico dove l'autore ripercorre con un mirabile scritto l'avventura della nascita dell'unità di misura che oggi tutto il mondo usa. Siamo in Francia, nel 1789, primo maggio, è stata convocata l'Assemblea Generale per prendere importanti decisioni tra cui, fra le varie pressanti richieste, c'è anche l'idea di uniformare i pesi e le misure in tutto il regno. Si sente il bisogno di una misura comune per tutti gli uomini e, come vorrebbe Condorcet di tutti i tempi, così da avviare concretamente il senso di uguaglianza ed equità sentimento espresso anche dagli accadimenti storici del tempo. Non dimentichiamo che siamo nel periodo della rivoluzione francese. Si dà il via ad una mirabolante avventura dove le misurazioni tra la Manica e Barcellona sono il nodo cruciale dell'evento. Lo scrittore segue soprattutto le vicende di due tra gli studiosi impegnati in questa impresa,  viaggio che si protrasse per circa un decennio terminando con la realizzazione di questo ambizioso ed arduo progetto. I due protagonisti sono Jean Baptiste Delambre, un uomo dal carattere aperto , tenace, vigoroso, entusiasta e solare, e Pierre Mechain, individuo dal carattere schivo riservato dove sembra che non sia lui a cavalcare gli eventi ma siano questi ultimi a farlo,  due astronomi incaricati di misurare la lunghezza del meridiano che da Danquerke arriva a Barcellona, per giungere a dichiarare la lunghezza della nuova unità di misura che prenderà il nome di metro e che è conservato, ancora oggi, a Sevrès. Guedj si è avvalso di documenti storici per scrivere questo romanzo per tale motivo inizia  dalla partenza da Parigi, 1792, in compagnia di due assistenti. I due protagonisti percorsero due cammini differenti per ritrovarsi alla fine del loro lavoro e della loro avventura nuovamente nella capitale francese. Nella narrazione trova spazio anche il metodo adoperato per determinare la misura corredando tale racconto con appendici che mostrano documenti storici, ad esempio il rapporto presentato all'Accademia delle Scienze e parti del diario di Mechain.
Molto interessanti sono le pagine dove lo scrittore descrive le lamentele dei cahiers des doleances nei confronti dei signori che a loro piacimento cambiavano di continuo le misure. Gli accadimenti politici e storici s'intrecciano di continuo con la narrazione della ricerca scientifica. Non solo si otterrà un nuovo metodo di misura ma si segnerà un nuovo  modo di concepire e vivere la propria esistenza dove la Ragione è punto focale del pensiero, ricordiamoci che siamo nel periodo dei "Lumi", in cui paradigma dell'universo non è più esclusivamente Dio, ma la razionalità e la scienza. La mente umana non può più essere ottenebrata dalla superstizione e dall'ignoranza, ma è illuminata, mediante la critica, dalla ragione e dalla scienza. Pagine 336

In vendita in formato cartaceo presso il sito IBS.it al prezzo di 14, 88 euro

Questo romanzo è stato pubblicato anche con il titolo il Meridiano, consiglio vivamente la lettura. Sono, all'incirca, 378 pagine di storia ma anche di avventura.




classifica OkNotizie

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

IL CLOUD E LA TECNOLOGIA 5G PORTA DI ACCESSO AL TRANSUMANESIMO

Essere informati sulla realtà dei fatti può aiutare a salvare la vita a milioni di esseri viventi. Mobilitiamoci, uniamoci contro questo attacco alla vita.







La tecnologia sta avanzando a passi da gigante e oramai il 5G è realtà. Cos'è questa tecnologia? Innanzitutto deve essere chiaro 




IL 5G È UN'ARMA
è una tecnologia “pericolosa” perché consentirebbe ai governi di controllare i propri cittadini. Il governo del "finto cambiamento"sta promuovendo tale tecnologia usando la scusa che renderebbe le reti telematiche più veloci ed efficienti, in realtà è un'arma letale che incrementerà innumerevoli disturbi, dall'insonnia fino alla neoplasia cerebrale.
Non è che perché sono una complottista che scrivo questo post, non sono io a dire che il 5G è pericolosissimo! Infatti interferisce con le vibrazioni naturali (dalla risonanza Schumann alle onde encefaliche degli esseri viventi), destabilizzando tutto: DNA, bioritmi, ciclo vegetativo delle piante, fenomeni atmosferici, equ…

THE TRIP UN VIAGGIO NELLE ONG (COME AVAAZ, CHANGE.ORG, GREENPEACE, TRANSPARENCY INTERNATIONAL, WWF...) E IL POTERE OSCURO SOROS E SIONISMO

Tanto tempo fa mi iscrissi ad Avaaz, convinta che fosse veramente dalla parte dell'uomo comune. Nel mondo sono tantissime le persone che sono cadute in questo finto bene. Purtroppo poi, se si decide di fare una ricerca su chi c'è dietro a gestire, si scopre un mondo sommerso dove il bene proprio non esiste. I promotori, i dirigenti, sono collusi proprio con i poteri che stanno distruggendo, affamando e ammalando la Terra e le sue forme viventi. È un brutto colpo da sopportare ma se si vuole veramente uscire dal tunnel, tutto deve essere rivelato, denunciato e quindi superato.
Giunsi a decidere di approfondire su chi stava dietro le quinte di queste associazioni falsamente umanitarie perché ad un certo punto mi posi la domanda: "ma se nel mondo sono in tanti a collaborare e ad abbracciare questi movimenti, possibile che tutto va peggiorando?"

Non parlo quasi mai di me ma devo dire che ho sempre avuto fiducia e sin da molto giovane ho sempre cercato e desiderato porta…