Passa ai contenuti principali

L'OSTRACISMO NON E' DEMODE


Non so se alcuni di voi è andato in questi giorni sulle pagine di Wikipedia. Ma se aprite ecco cosa si vede all'inizio dopo il banner "Siamo tutti Diu".

L'utente Diu della Wikipedia in greco è sotto processo per aver correttamente pubblicato informazioni verificabili e referenziate su un politico.Siamo liberi di fare Wikipedia? E tu sei libero di leggerla?
(clicca qui e qui per saperne di più)

Questo utente che non ha mai rivelato il suo nome in rete è stato comunque ritrovato ed ora subirà un processo per diffamazione. Vediamo i fatti:

In Grecia l'utente con il nickname Diu ha pubblicato su Wikipedia del materiale, già divulgato da giornali di molti Paesi, da noi il Corriere, su un personaggio ex deputato ed ex genero del leader storico del Pasok, Andreas Papandreou.  Gli è stato contestato il fatto che il suo scritto era infamante per l'uso improprio di una parola. Diu ha riportato quello che aveva affermato lo stesso Papandreou nei suoi confronti. Infatti quest'ultimo aveva definito l'ex genero "una disgrazia di famiglia", accusandolo, tra l'altro di aver sfruttato il nome per scopi politici. Diu scrivendo un articolo su Theodoros Katsanevas, non ha fatto altro che riportare il già noto. Purtroppo non si aspettava di certo una reazione così dura. Dopo la denuncia per diffamazione da parte di Katsanevas gli è stato imposto di togliere da Wikipedia la parte incriminata , deve pagare duecentomila euro di risarcimento e, infine, dovrà trascorrere un anno di carcere.

A questo punto mi chiedo, visto che tutto ciò che Diu ha scritto era già conosciuto, infatti era corredato dalle fonti di riferimento, perché i governi arrivino a questo? di cosa hanno paura? 

A mio giudizio credo che Katsanevas poteva anche inoltrare una querela contro il giovane Diu però la Corte doveva prendere in considerazione il fatto che non c'era nulla di inventato e di ignoto e perciò non appoggiare tale richiesta. 

Dal mio punto di vista chi rappresenta il popolo dovrebbe comportarsi in modo adeguato così da non dare adito o appigli di qualsivoglia genere. 

Ma la vicenda si è ulteriormente aggravata perché l'utente in questione ha tentato di togliere la frase reputata diffamante ma la medesima notizia può essere inserita da altri utenti. Quindi Katsavenas sta facendo un po' la parte di Sancho Panza che combatte contro i mulini a vento. Inoltre il tribunale dovrebbe chiedere al querelante come ha fatto ad identificare Diu, perché secondo me, è una violazione della privacy.

Forse forse Edward Snowden non aveva tutti i torti quando rese pubblica la notizia che siamo tutti sotto controllo.

Se desiderate approfondire questa storia andate su questa pagina di WIKIPEDIA

Termino pensando che il bavaglio al libero pensiero in questo caso proviene da un luogo che anticamente è stato culla della democrazia chissà  cosa penserebbero tutti coloro che morirono, come Aristotele, pur rispettando la politica? Diu ha solo riportato il già scritto ed ora ecco a distanza di 2000, e  più, anni che la storia si ripete l'OSTRACISMO non è démodé, come ho intitolato questo articolo.
classifica Paperblog Vota questo sito su www.partidaqui.it OkNotizie

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

IL CLOUD E LA TECNOLOGIA 5G PORTA DI ACCESSO AL TRANSUMANESIMO

Essere informati sulla realtà dei fatti può aiutare a salvare la vita a milioni di esseri viventi. Mobilitiamoci, uniamoci contro questo attacco alla vita.







La tecnologia sta avanzando a passi da gigante e oramai il 5G è realtà. Cos'è questa tecnologia? Innanzitutto deve essere chiaro 




IL 5G È UN'ARMA
è una tecnologia “pericolosa” perché consentirebbe ai governi di controllare i propri cittadini. Il governo del "finto cambiamento"sta promuovendo tale tecnologia usando la scusa che renderebbe le reti telematiche più veloci ed efficienti, in realtà è un'arma letale che incrementerà innumerevoli disturbi, dall'insonnia fino alla neoplasia cerebrale.
Non è che perché sono una complottista che scrivo questo post, non sono io a dire che il 5G è pericolosissimo! Infatti interferisce con le vibrazioni naturali (dalla risonanza Schumann alle onde encefaliche degli esseri viventi), destabilizzando tutto: DNA, bioritmi, ciclo vegetativo delle piante, fenomeni atmosferici, equ…

THE TRIP UN VIAGGIO NELLE ONG (COME AVAAZ, CHANGE.ORG, GREENPEACE, TRANSPARENCY INTERNATIONAL, WWF...) E IL POTERE OSCURO SOROS E SIONISMO

Tanto tempo fa mi iscrissi ad Avaaz, convinta che fosse veramente dalla parte dell'uomo comune. Nel mondo sono tantissime le persone che sono cadute in questo finto bene. Purtroppo poi, se si decide di fare una ricerca su chi c'è dietro a gestire, si scopre un mondo sommerso dove il bene proprio non esiste. I promotori, i dirigenti, sono collusi proprio con i poteri che stanno distruggendo, affamando e ammalando la Terra e le sue forme viventi. È un brutto colpo da sopportare ma se si vuole veramente uscire dal tunnel, tutto deve essere rivelato, denunciato e quindi superato.
Giunsi a decidere di approfondire su chi stava dietro le quinte di queste associazioni falsamente umanitarie perché ad un certo punto mi posi la domanda: "ma se nel mondo sono in tanti a collaborare e ad abbracciare questi movimenti, possibile che tutto va peggiorando?"

Non parlo quasi mai di me ma devo dire che ho sempre avuto fiducia e sin da molto giovane ho sempre cercato e desiderato porta…