Passa ai contenuti principali

MILANO, ROMA, LISBONA LE CHIESE HORROR

In via San Bernardino , nel centro storico della città, si trova questa chiesa, particolare che non tutti conoscono. La sua costruzione inizia nel lontano 1269 e viene terminata, definitivamente, nel 1776.
Ricordo che ogni tanto andavo a visitarla perché, oltre ad essere vicino a casa, era differente dalle altre.

Come struttura architettonica è barocca con pianta ottagonale, una sola navata con l'altare in marmo e delle cappelle laterali. Tra queste una è assai particolare potrebbe essere quasi macabra. Lo spazio era stato ottenuto per deporre le ossa di milanesi morti nel vicino ospedale del Brolo, ma ospita anche scheletri di condannati a morte, di nobili e di alcuni frati dell'ordine dei Disciplini che avevano deciso di far edificare questa chiesa per riuscire ad ospitare tutte i defunti che non trovavano più posto nel vecchio cimitero.



All'occhio del visitatore, quando entra nella cappella, si presenta uno scenario molto strano tutte le pareti sono tappezzate da scheletri di varie persone morte nei differenti secoli che messi in ordine formano anche disegni geometrici o croci.
Le ossa dei condannati sono racchiusi nella parte sopra la porta di ingresso. 
C'è una vecchia leggenda stile horror che racconta che tra le ossa ci sono anche quelle di una ragazzina. Di notte questa ritorna in vita e sveglia anche gli altri morti. Tutti insieme, poi, nel centro della cappella iniziano a danzare. Fuori, in strada, si dice che si possono sentire l'orribile rumore delle ossa in movimento.

Un'altra particolarità di questa chiesa è che nella cappella a destra dell'ottagono ci sono due stemmi che rappresentano la famigli dei discendenti di Cristoforo Colombo perché qui giacciono i loro corpi, però non ci sono tombe.
Nel 1738 il re Portoghese in visita a Milano fu talmente colpito da questa chiesa che ritornato in patria, a Evora vicino a Lisbona, ne fece edificare una simile. Così vuole la storia narrata ma in realtà se andate a vedere in rete la Capela Dos Ossos  è più vecchia. Risale, infatti, al 1460/1510.

Cappella Dos Ossos, Portogallo
Comunque ho una domanda che mi assilla e a cui non riesco a dare alcuna risposta, ma se Colombo era genovese, almeno così ci fanno studiare a scuola, che ci fanno qui a Milano, in questa chiesetta gli stemmi? Inoltre perché i discendenti si fecero seppellire qui, come vorrebbe la tradizione anche se non supportata da alcun riscontro tangibile?
Nella cripta di San Bernardino ci sono sepolti anche 21 corpi di frati Disciplini che indossano il loro saio, molto simile a quello dei francescani, il volto è coperto da un cappuccio e come unico ornamento è la tavoletta posta sul capo dove è inciso il loro nome.


In Italia esiste un'altra chiesa così particolare e si trova nella capitale, in via Veneto,  la Chiesa di Santa Maria Immacolata dove si trova la cripta delle ossa

Qui i  4000 corpi dei frati Cappuccini  decorano le volte. Venne voluta dai frati per dimostrare che ciò che conta dell'uomo è l'anima non il corpo perché una volta che è stato abbandonato dalla linfa vitale può essere utilizzato per qualsiasi scopo, come ben dimostra la cappella.
classifica Paperblog Vota questo sito su www.partidaqui.it OkNotizie

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

IL CLOUD E LA TECNOLOGIA 5G PORTA DI ACCESSO AL TRANSUMANESIMO

Essere informati sulla realtà dei fatti può aiutare a salvare la vita a milioni di esseri viventi. Mobilitiamoci, uniamoci contro questo attacco alla vita.







La tecnologia sta avanzando a passi da gigante e oramai il 5G è realtà. Cos'è questa tecnologia? Innanzitutto deve essere chiaro 




IL 5G È UN'ARMA
è una tecnologia “pericolosa” perché consentirebbe ai governi di controllare i propri cittadini. Il governo del "finto cambiamento"sta promuovendo tale tecnologia usando la scusa che renderebbe le reti telematiche più veloci ed efficienti, in realtà è un'arma letale che incrementerà innumerevoli disturbi, dall'insonnia fino alla neoplasia cerebrale.
Non è che perché sono una complottista che scrivo questo post, non sono io a dire che il 5G è pericolosissimo! Infatti interferisce con le vibrazioni naturali (dalla risonanza Schumann alle onde encefaliche degli esseri viventi), destabilizzando tutto: DNA, bioritmi, ciclo vegetativo delle piante, fenomeni atmosferici, equ…

THE TRIP UN VIAGGIO NELLE ONG (COME AVAAZ, CHANGE.ORG, GREENPEACE, TRANSPARENCY INTERNATIONAL, WWF...) E IL POTERE OSCURO SOROS E SIONISMO

Tanto tempo fa mi iscrissi ad Avaaz, convinta che fosse veramente dalla parte dell'uomo comune. Nel mondo sono tantissime le persone che sono cadute in questo finto bene. Purtroppo poi, se si decide di fare una ricerca su chi c'è dietro a gestire, si scopre un mondo sommerso dove il bene proprio non esiste. I promotori, i dirigenti, sono collusi proprio con i poteri che stanno distruggendo, affamando e ammalando la Terra e le sue forme viventi. È un brutto colpo da sopportare ma se si vuole veramente uscire dal tunnel, tutto deve essere rivelato, denunciato e quindi superato.
Giunsi a decidere di approfondire su chi stava dietro le quinte di queste associazioni falsamente umanitarie perché ad un certo punto mi posi la domanda: "ma se nel mondo sono in tanti a collaborare e ad abbracciare questi movimenti, possibile che tutto va peggiorando?"

Non parlo quasi mai di me ma devo dire che ho sempre avuto fiducia e sin da molto giovane ho sempre cercato e desiderato porta…