Passa ai contenuti principali

CURIOSITA' SU MARCONI : IL LAVORO CON IGHINA PARTE SECONDA

Nel 1933 Marconi mostrò ad alcuni ufficiali del regime fascista un apparecchio in grado di rivelare degli oggetti metallici che si trovavano nelle vicinanze. Praticamente questo strumento era il padre del radar. Proseguendo con i suoi esperimenti, poco dopo ,brevettò il sistema televisivo conosciuto come Marconi EMI Television ed il primissimo servizio televisivo andò in onda in Inghilterra nel 1936, trasmesso dalla BBC.

Un grande amico con cui Marconi lavorò a lungo fu Pier Luigi Ighina.



Anche lui scienziato,  portò avanti gli studi di Marconi dopo la sua scomparsa. Tra l'altro affermò che il suo amico e compagno di lavoro, studiando le lumache e più precisamente i loro gusci, riuscì a scoprire una nuova forma di energia. Secondo lui la spirale dei gusci serviva per assorbire l'energia solare e la terrestre arrivando a formulare una teoria: dal sole parte energia positiva, mentre dalla terra una negativa, l'incontro tra le due genera la materia. Ighina a questo punto si convinse che esisteva un atomo, detto magnetico, che entrava in gioco imprimendo agli altri atomi il movimento che genera la materia. L'atomo magnetico  viene colpito dai raggi del sole che lo fa aprire  mentre l'energia terrestre lo fa chiudere. E' proprio questo movimento che crea la materia. Ighina si impegnò a costruire strumenti per identificare proprio questo atomo, riuscendo, come soleva raccontare, a fotografarlo. Notò, inoltre, che se assecondato e modificato permetteva di rigenerare le cellule malate del nostro corpo producendo un'energia capace di annullare le radiazioni atomiche e l'inquinamento.

stroboscopio

Questa macchina venne chiamata stroboscopio ritmico magnetico solare, costruito all'interno dell'autodromo di Imola, dove abitava lo scienziato. Lo stroboscopio era anche in grado di allontanare o avvicinare le nuvole  causando improvvisi temporali e piogge. Infatti si racconta che ad un certo punto i responsabili dell'autodromo dovettero intervenire per prendere accordi con Ighina che, poiché aveva avuto degli screzi con la direzione, si dilettava  a far piovere su ogni manifestazione. Nel 1990 durante la gara di Imola ad un certo punto inaspettatamente si abbatté una forte pioggia poco prima dell'inizio della gara tanto che Alain Prost , pilota della Ferrari, uscì fuori strada nel giro di riscaldamento. Chi era presente ricorderà che quel giorno si vedevano queste nubi solo sul circuito mentre intorno splendeva il sole. Appena prima di morire lo scienziato lasciò un'intervista per far capire ai suoi colleghi, che lo hanno sempre considerato un pazzo, che lui era decenni avanti rispetto agli studi di tutti e che il suo lavoro era protratto per cercare di portare il mondo  su un cammino di armonia e rispetto del mondo in cui viviamo. Marconi morì dopo aver accompagnato la moglie alla stazione. In segno di lutto tutte le radio del mondo in contemporanea interruppero tutte le trasmissioni radio per due minuti.

OkNotizie  

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

IL CONCETTO DI ANIMA IN TRE FILOSOFI (SOCRATE, PLATONE, ARISTOTELE)

i filosofi, prima di Socrate erano soliti occuparsi del mondo o della natura e l'anima possedeva maggior connotati mitologici: In Omero è un soffio che abbandona il corpo con la morte, aveva la consistenza dell'ombra che è capace di sopravvivere nell'Ade senza, però, svolgere alcuna attività.
E' con Socrate prima e Platone, poi, che l'anima è psyche cioè il mondo interiore dell'uomo.
Socrate affermava che compito dell'uomo è affermare la sua anima, senza però parlare di immortalità, come emerge in Platone. 
Il professor Reale Giovanni in "Storia della filosofia antica" afferma che ancora oggi, dopo duemila anni, si pensa che l'essenza dell'uomo sia ancora la psyche e che il concetto di anima sia un'invenzione cristiana. Ciò è sbagliato il concetto di anima e di immortalità è contraria alla dottrina cristiana, essa, infatti, parla di risurrezione dei corpi. I pensatori della Patristica, attinsero alla filosofia greca. La psyche è una g…

L'INGANNO NELLA CARTA D'IDENTITÀ

IL NOME E LA FRODE




Analizzando la parola Nome, capiamo subito cosa rappresenta: "NO", "ME". La negazione di noi stessi.(Il Non Io). Il NOME e' l'unico arpiglio che il sistema ha per ridurre a mera merce gli esseri viventi e guadagnarne la giurisdizione in modo del tutto arbitrario senza consenso e violando il libero arbitrio altrui. Anche gli "Alias, conosciuto come" , Titoli ed altro, sono meri tentativi di "appiccicare" un NOME LEGALE ad un essere vivente, sotto falsa assunzione e presunzione di giurisdizione e potere. A livello giuridico, il NOME LEGALE e' un Trust: un negozio giuridico. una serie di "normative" atte a regolamentare un determinato comportamento: un vero contratto. TRUST: Un Insieme di persone Unite da Interesse Comune:

Il Trust e' composto da 3 figure:

01)Disponente, Colui che dispone il bene, e lo mette a disposizione.
02) Amministratore: Colui che amministra il bene
03)Beneficiaro: Colui che beneficia…