Passa ai contenuti principali

GIORNATA MONDIALE DELL'AMBIENTE 5 GIUGNO





Si celebra domani la giornata mondiale per l'ambiente.



 E' molto importante prenderci cura del pianeta è la nostra casa e abbiamo il dovere di mantenerla pulita e accogliente nello stesso modo in cui teniamo le abitazioni. Bisogna cambiare stili di vita se vogliamo consegnare un futuro ai nostri figli e ai  loro discendenti. E' egoistico perseverare in determinati comportamenti: buttare le immondizie in modo selvaggio ovunque e senza differenziare, usare pesticidi, inquinare con i derivati del petrolio acque e mari, avvelenare molte specie di animali, abbattere un quantitativo abnorme di alberi, potrei proseguire con una lista lunga chilometri di comportamenti che insultano e distruggono l'ambiente, però io voglio credere che l'uomo piano piano riuscirà a superare queste brutalità e ritrovare armonia con l'universo. Servirà tempo, tanto tempo, ma non dobbiamo fermarci, dobbiamo battere su ogni minimo punto per fare in modo che il comportamento giusto non sia più un evento ma la normalità. Oggi scienziati e non solo si stanno impegnando a diffondere ed educare per far si che quest'inversione di marcia si realizzi in tempi più brevi. 

Il Paese icona di quest'anno è il Ruanda che si è impegnato tantissimo per la protezione delle biodiversità. Ricordo che qui vivono specie rare di gorilla di montagna. Sono state varate politiche a favore della Green Economy.
Per la nostra nazione il centro principale delle celebrazioni è, Genova per volere dell'ONU e della UE. Nel capoluogo ligure si svolgeranno, per l'intera settimana, mostre, convegni per divulgare ed educare allo sviluppo sostenibile, all'uso delle fonti rinnovabili, alla tutela del verde e della biodiversità .
I luoghi che ospiteranno gli eventi sono:  la Fabbrica del Riciclo a Campi e il Parco delle Mura. Viene anche associato il progetto del Museo della Rumenta che vuole valorizzare la raccolta differenziata, da una parte, e mettere sotto accusa la cultura "dell'uso e getta", dall'altra.

Secondo il parere dell'UNEP, Programmazione delle Nazioni Unite per l'Ambiente, non abbiamo più molto tempo a disposizione per invertire la rotta.
Per sensibilizzare anche al problema del cambiamento climatico, .l'ONU, ha dichiarato il 2014 Anno Internazionale dei piccoli Stati insulari in via di sviluppo e le isole Barbados sono l'icona del rischio per le piccole isole di venire sommerse. Lo slogan è Raise Your Voice Not The Sea Level, alza la voce non il livello del mare..
Nel sito UNEP sono pubblicati gli eventi mondiali  per questa giornata: ATTIVITA' PER PAESE.
Domani il giornale La Stampa, sia in versione cartacea, sia in quella digitale uscirà con uno speciale di 16 pagine.Tra le varie proposte ci saranno: l'intervista a Bill Gates e a Michelle Obama, un reportage dall'Egitto luogo dove nacque l'agricoltura, una visita alla Banca mondiale dei Semi, situata a Svalbard, Norvegia, che custodisce esemplari di tutte le sementi della terra ed un racconto  fotografico di Jerome Sessini,
Se volete approfondire ecco degli articoli molto interessanti:


Dal vivo potete qui seguire questo incontro che tratterà::
sviluppo dei territori e della finanza sociale per lavorare insieme e proporre nuovi modelli per avere un impatto positivo sulla relazione uomo e ambiente
classifica OkNotizie

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …

TRATTATO DI CASSIBILE NAZIONI UNITE UNHCR & GESUITI

In questo video, creato in collaborazione con Piero Faticoni , mettiamo in luce la parziale denuncia della Meloni. Stanno aumentando i politici che denunciano pubblicamente il coinvolgimento di George Soros nelle crisi economiche. Ma voi veramente pensate che lo fanno perché vogliono sistemare tutto? Se volessero questo, ad esempio, nel nostro Paese renderebbero pubblico il fatto che chi governa dal 1945, per non parlare prima, è l'Organizzazione delle Nazioni Unite. Dovrebbero dire chi sono in realtà, invece omettono questo, come non dichiarano che con il certificato di nascita tutti diventiamo Trust di proprietà dello Stato e quindi non esistono proprietà private perché come siamo riconosciuti , ossia schiavi, siamo noi, popolo, ad essere oggetti di proprietà. Perciò per favore smettetela di seguire questi bugiardi reiterati ed iniziate a ragionare. Soros sarà silurato dal potere e tutti i politici seguono l'ordine. Soros a questo punto potrebbe ammettere le sue responsabili…