Passa ai contenuti principali

I MIEI LIBRI IN VENDITA

CHAKRA, TERZO CCHIO, COINCIDENZE, IL NOSTRO IO INTERIORE-TERZA PARTE I CONDIZIONAMENTI SUBLIMINALI

TERZA PARTE


I CONDIZIONAMENTI SUBLIMINALI

Forse non tutti crederanno a ciò che scrivo oggi, ma il bello del mondo sta proprio in questo, milioni e milioni di persone che hanno diverse credenze, convinzioni e certezze che arricchiscono se solo si vogliono ascoltare e rispettare perché nessuno ha la certezza e la verità in tasca, perciò quello in cui io credo non è quello che un altro reputa sia vero.

Ora vi racconto una storia non si sa se sia proprio del tutto vera ma il dubbio che sia così non è nemmeno così remoto.

Quando frequentavo le superiori ed arrivava l'estate insieme a mia sorella andavamo in vacanza, nel mese di luglio i primi anni e poi anche ad agosto, in montagna in un piccolo ridente paesino nelle Dolomiti. Un piccolo agglomerato immerso nel verde di una valle che spesso non rispecchiava il nome per le tante giornate di pioggia torrenziale che sopportavamo stoicamente: la Val di sole.

Dopo qualche anno iniziammo anche a conoscere i ragazzi/e del luogo e diventammo amici. Iniziò così un bellissimo periodo in cui ogni anno, in seguito aggiungemmo anche le vacanze natalizie, si rinnovava il rapporto tra tutti creando amicizie che ancora oggi ho. Giusto la sera del mio compleanno ho invitato a cena una ragazza che conobbi in quel periodo e che ancora oggi frequento e che i figli chiamano zia anche se in realtà non è parente. E' bellissimo avere amicizie così durature a volte lei è la mia memoria altre lo sono io però, spesso, ricordiamo i momenti divertenti di quei giorni. 
Di giorno, poiché molti degli amici lavoravano, chi alle SPA funivie, chi nell'azienda che produceva l'acqua minerale, chi nelle terme, non c'era gran che da fare se non camminare o distendersi su un prato  facendosi scaldare dai dolci raggi del sole, quando riusciva a fare capolino dalle perenni nubi che avvolgevano le cime del monte Vioz, magari leggendo un libro preso a noleggio nella piccola biblioteca ascoltando dal vecchio ed inseparabile walkman le note dei Genesis o dei Pink Floid. Dopo un po' però anch'io decisi di cercarmi un lavoretto così potevo essere più indipendente godendo, anche, di maggior libertà. Avevo una coppia di amici che decisero di avviare  l'attività di coltivazione di fragole e così iniziai a lavorare per loro. La decisione venne anche un po' presa perché insieme a loro lavorava un ragazzo di cui ogni estate  me ne innamoravo. Effettivamente fu una buona scelta perché presi tre fagioli con una sola fava: guadagnavo, trascorrevo il tempo in mezzo alla natura divertendomi come non mai ed in più, dopo anni finalmente, mi misi insieme a colui che era diventato un'ossessione. 
Alla sera verso le dieci, dopo una cena veloce, una bella doccia ci si trovava nella piccola piazza del paese per  trascorrere le lunghe ore notturne: dopo tutto il lavoro ci meritavamo tanto svago! Capitava che a volte non riuscivamo a metterci d'accordo e così io e questa mia amica per ingannare il tempo di attesa della scelta della maggioranza, facessimo una puntatina alla sala giochi per cimentarci in qualche giochetto arcade.

Parlo dei mitici anni '80, quando andavano in voga canzoni come Sweet Dreams, degli Eurythmics; Mad World, dei Tears For Fears; Final Countdown, degli Europe; Why, di Annie Lennox e tante altre.
Per i nostalgici propongo questo video da YouTube, magari riascoltarle non  dispiacerà:



Entravamo in quella sala e ai nostri occhi si presentavano giochi come BombJack (questo era il mio preferito), Donkey Kong, Galaxian,  l'immancabile Space Invaders, Tetris e l'intramontabile PacMan  e per finire il caro e vecchio Snake, il biscione.




E se avete per caso  voglia di cimentarvi, tanto per riportare alla mente quel periodo ecco a voi i giochi on line sopracitati:


Questo è la mia esperienza ed anche quello che accadeva dalle nostre parti.
Nello stesso periodo anche nella grande America c'erano i videogiochi ma, come riporta una delle pagine di LaTelanera, in una zona circoscritta per pochissimo tempo e solo esclusivamente in due bar di un sobborgo di Portland, la città più importante dell'Oregon, venne installato un cabinato che, da quello che si dice in rete, subito attirò la curiosità di molti giovani.
Il nome di questo video-game era Polibius. Tale denominazione sembra che derivi da Poly-bios ossia l'unione dei due termini che significherebbero multi-vita.

Il proprietario di uno dei due bar narra che un giorno dei signori vestiti alla "man in black" entrarono nel locale comunicandogli che avrebbero installato un video gioco e che puntualmente sarebbero tornati ogni settimana.

Purtroppo molti dei ragazzi che giocavano con Polybius, successivamente, erano soggetti a strani fenomeni, dimenticavano il loro nome, l'indirizzo della loro abitazione, soffrivano di incubi notturni al punto che si svegliavano nel pieno della notte in preda a urla allucinanti. Sembra, inoltre, che il gioco avesse una forte capacità ipnotica ed era per questo motivo che attirava così tanto interesse.

Come gli era stato comunicato puntualmente nel locale si presentavano questi uomini, che si dice fossero dei servizi militari, per asportare dalla consolle delle registrazioni. Potevano essere delle registrazioni di dati sul comportamento degli avventori per analizzare l'interazione?

La grafica era vettoriale con contenuti astratti ed arricchito da enigmi da risolvere, inoltre utilizzava effetti psichedelici e messaggi subliminali sia visivi sia sonori non percepiti dall'utente in modo conscio. Sembra che trasmettesse messaggi alquanto inquietanti come, ad esempio, il più ricorrente era "Suicide Yourself", cioè Suicidati.

Fatto sta che il più grande appassionato giocatore divenne, in seguito, il più grande e feroce oppositore dell'uso dei video-games.

Così come misteriosamente venne installato, altrettanto misteriosamente un bel giorno venne ritirato e di Polybius nessuno seppe più nulla.

In rete si trovano blog degli amanti dei video giochi e sembra che proprio in uno di questi siti* un giorno, nel 2006, un certo Steve Roach, inviò un messaggio nel quale scriveva del suo coinvolgimento nello sviluppo di Polybius. Inoltre scrisse che lui tentò di apportare modifiche ma poiché erano presenti effetti luminosi molto forti ed intermittenti che causavano attacchi epilettici la casa costruttrice lo ritirò definitivamente ed in seguito fallì. Il programma di Polybius finì nell'oblio.

Come documentazione, per appoggiare la veridicità di tutta questa storia, rimane solo una fotografia in bianco e nero del cabinato e dello screenshot dal quale si deduce il nome della casa produttrice: Sinneslöschen che, fatalità, la traduzione non propriamente letterale suonerebbe come "cancellazione di sensi" o "privazione sensoriale".

Sono andata in Google traduttore ed ecco cosa ho trovato:
Sinnes= sensoriale, Slöschen=cancellare

Fonti:
http://en.wikipedia.org/wiki/Polybius_(game)
http://www.joltcountry.com/polybius.html
http://www.arcade-museum.com/game_detail.php?game_id=11344
http://www.coinop.org/Game/103223/Polybius*

Nell'ultimo link nel punto "dettagli del gioco" si può leggere che al tempo circolava la voce che questo  gioco fosse appartenuto ad un gruppo militare, usava uno speciale algoritmo per modificare il comportamento. Ovviamente dietro c'era la CIA o qualcosa di simile.


Questa sembra essere una leggenda metropolitana, purtroppo fino ad oggi non è stata trovata nessuna ROM. Comunque sia è da qualche tempo che si sente parlare dei messaggi subliminali. Domani andiamo direttamente al sodo.
Buona serata
OkNotizie

Article To PDF

I MIEI LIBRI IN VENDITA

POST RECENTI

Post popolari in questo blog

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …

NEL TERREMOTO DI AMATRICE È RACCHIUSO UN MESSAGGIO DI CONSAPEVOLEZZA

Salve amici della rete, tutti quanti siamo a conoscenza del terremoto avvenuto il 24 agosto ad Amatrice. Questo era un borgo medioevale patria della famosa ricetta del sugo all'Amatriciana per condire vermicelli, spaghetti e bucatini.



Se guardiamo e leggiamo l'evento in chiave esoterica scopriamo un fatto molto, molto importante che ora, grazie anche allo scritto presente nel blog "risveglio di una dea" ,  Marte fuori controllo , il guardiano della soglia inizia ad attivare i poteri, vado ad illustrare.
Innanzitutto chi sta seguendo il cammino spirituale di risveglio della consapevolezza umana ha oramai ben compreso che la vita nello specchio della materia è simbolica e quindi anche tutti gli avvenimenti sono metafore di quello che avviene nell'essenza. Ciò che accade nella materia è progettato e voluto nell'oltre, si manifesta dapprima in questo "luogo" e quindi poi nella realtà in cui viviamo.
Oramai sono anni che sto leggendo post e libri dove s…

ITALIA APPELLO EMERGENZA NEVE: MAL TEMPO NEVE E IGNAVIA GOVERNATIVA

Tutti siamo a conoscenza di quello che sta accedendo in queste ore nella nostra Penisola. Tanti stiamo denunciando il mal governo, tanti stiamo scrivendo di tutto e di più. Sappiamo benissimo che i fondi raccolti per il terremoto gli abitanti di Amatrice non hanno usufruito di nulla. Ora sono all'emergenza totale, ma anche in altri posti la situazione non migliore.

Oggi il ministro Pinotti ha comunicato che è intervenuto l'esercito pubblicando a suffragio della sua dichiarazione una foto. Peccato che quell'immagina risale al 2014 a Belluno





La situazione è drammatica ma possiamo anche noi fare qualcosa.

Ricordo che stanno violando i diritti umani fondamentali  negando gli aiuti e abbandonando esseri umani ad una situazione così estrema.
Quindi facciamoci sentire in questo modo:

Fate girare per favore e inviate tutti la seguente mail per sollecitare l'intervento nelle zone interessate dal maltempo. Ecco un modo per essere di aiuto. Le parole di costernazione o di rimpro…

ZONA POETICA

HAIKU PER LA TERRA

HAIKU PER LA TERRA
MARCIA GLOBALE PER LA TERRA
Grande, possente, bellezza travolgente
delicata come la donna, rude come l'uomo, tenera come il bambino
quanto durerà? Quando il suo declino?
(Marta Saponaro)
Tu terra, sei la mia forza, il mio sentiero, il mio mare, il mio profumo, a te la mia estasi ed il mio corpo (Giuliana Lubello)
Un giorno per te Madre Terra... ma un giorno per cosa? Nei giorni da sempre noi non ti amiamo, nei giorni da sempre noi ti sfruttiamo, nei giorni da sempre noi ti feriamo... Amiamo noi forse la Madre che ancora, nel grembo suo, ci tiene e sostiene? L'amore è gioia, l'amore è piacere, l'amore è accettare si ma anche dare...! Noi prendiamo prendiamo e prendiamo si...ma in cambio cosa diamo? In cambio di gioia noi diamo dolore, in cambio di pace noi diamo guerra, in cambio di acqua noi diamo sangue, in cambio di pane noi diamo fame... la vita ci hai dato la morte abbiamo imparato...!!! Un giorno per te Madre Terra... ma un giorno per cosa? Un giorno per dirti perdono perdono perdono... (da Il diario di Giunone di Rosanna Cira)

TI ASPETTO IN QUESTA COMMUNITY

UNISCITI A NOI

SE VUOI CONTRIBUIRE AL CAMBIAMENTO VIENI CON NOI




NO ALLA VIOLENZA

ZONA D'INFORMAZIONE

ZONA PERSONALE

Image and video hosting by TinyPic