Passa ai contenuti principali

I MIEI LIBRI IN VENDITA

LA SAGGEZZA DEGLI ANTICHI: ACCADE CIO' CHE CONVIENE





“Voi siete ciò che è il vostro desiderio più profondo. 
Così come è il vostro desiderio, così è la vostra intenzione. 
Così come è la vostra intenzione, così è la vostra volontà. 
Così come è la vostra volontà, così sono le vostre azioni. 
Così come sono le vostre azioni, così è il vostro destino”

Brihadaranyaka


Questo è un antico testo vedico. Noi siamo veramente ciò che desideriamo? Ma cosa desideriamo veramente? Perché, se agiamo in contrapposizione con ciò che in realtà il nostro io profondo desidera non siamo e non viviamo in uno stato di serenità. Infatti il destino è fatto, a mio parere, dalle azioni che noi compiamo nell'arco della nostra vita e questa azioni sono frutto della nostra volontà e dei nostri pensieri; ma i pensieri sono dettati dai nostri desideri, perciò alla fin fine ciò che desideriamo crea il nostro destino. Il fatto è che non sempre il destino sembra essere concorde con i nostri desideri, allora, può sorgere una domanda "abbiamo agito seguendo il vero nostro io interiore oppure ci siamo fatti trasportare dai condizionamenti?" Forse tanti dei nostri problemi nasce proprio da questo tipo di conflitto che viviamo.

Credo che non solo a me, ma a tanti sia capitato di sentirsi dire che sei...qualcosa, magari un qualcosa di cui non ci si era mai accorti e che non si aveva mai immaginato di essere e magari non lo si  sente neanche proprio però,...inizia a instillarsi nella mente un dubbio che fa vacillare le nostre credenze e a lungo andare  fa deviare il nostro cammino prendendo altri percorsi così il destino muta e si evolve.

Ad ogni azione che compiamo, magari non immediatamente ma nel tempo, riceviamo delle risposte perché noi con il nostro "fare" costruiamo una realtà e questa realtà, che poi si svela ai nostri sensi, non sempre, soprattutto se risponde plasmata nel tempo, alle nostre aspettative e può, quindi, capitare che ne rimaniamo stupiti, quando ci va bene, se non sconcertati.

Leggendo il pensiero Veda a me fa percepire il fatto che noi costruiamo un percorso a seconda dei nostri desideri e delle nostre azioni. Ma le nostre azioni modellano la realtà e per questo noi abbiamo delle risposte di conseguenza.

Importante è che se si crede in qualcosa bisogna lavorare, operare nella propria vita senza ignorare le nostre credenze e le nostre convinzioni se non si vuole incorrere in, diciamo, spaccature.

Mentre sono qui che sto scrivendo, in questo stesso momento nel mondo che è lì fuori stanno accadendo tanti avvenimenti: c'è chi stanco sta ritornando verso casa felice perché sul lavoro è riuscito ad avere una risposta positiva ai suoi sforzi mentre un'altra persona, invece, è delusa proprio perché non si è sentito apprezzato. C'è chi piange, chi progetta il futuro, chi soffre, chi vede per la prima volta il viso di suo figlio e lo tiene tra le braccia, chi sta per lasciare questo mondo. Tante cose accadono nello stesso momento e noi non siamo a conoscenza di tutto questo. E' tanto, è troppo perché il nostro cervello possa percepirlo vederlo e conoscerlo. Anche se il nostro cervello è una macchina potentissima, percepisce solo il 4% del tutto. Esempio la sera delle stelle cadenti noi alziamo gli occhi al cielo verso l'immenso blu e ci sembra di essere dentro nel tutto, ci sembra, dopo un po' di tempo che siamo naso all'insù, che siamo immersi in questo profondo cielo stellato dove spiccano miriadi di puntini luminosi. Abbiamo la sensazione  di abbracciare questa immensità ma è solo una sensazione noi vediamo solo e forse il 4% di ciò che in realtà esiste. Il restante 96% dove è, cos'è, è importante o no? Questa percentuale non percepita è molto, forse, la più importante ed è il livello dove l'Ordine non percepito agisce senza essere percepito ma che esiste, è il livello dove le leggi universali agiscono, operano e sono quelle leggi che rientrano sia nella nostra conoscenza mistica sia  nella scientifica.
Vari studi nella ricerca quantistica hanno appurato, grazie ad esperimenti effettuati con il DNA ed i fotoni "phantom Effect", il DNA fantasma del biologo Poponin dell'Accademia delle Scienze Russa, e quelli di Masaru Emoto  sulla memoria dell'acqua che le emozioni , poiché sono una frequenza, creano modifiche nel mondo materiale.
Anche le parole, che sono vibrazioni, possono modificare la realtà ma ancora più importante è l'intenzione che sta dietro, che è più importante rispetto al suono stesso delle parole.
Tempo fa l'esercito degli Stati Uniti compì un esperimento. Incredibilmente trovarono un volontario che si fece prelevare un campione del palato. Quindi il pezzetto di palato venne portato in un'altra stanza mentre il volontario si sottoponeva alla visione di alcune immagini di vario genere, da quelle comiche a quelle drammatiche. Contemporaneamente nell'altra stanza altri studiosi, grazie alle apparecchiature elettroniche a disposizione, controllavano se si presentavano nel campione di palato delle variazioni.
Sorprendentemente venne segnalato che i cambi emozionali del volontario erano trasmessi al DNA del campione di tessuto sito nell'altra stanza in altri termini le differenze nel comportamento del DNA del campione erano in sincronia con le differenze emozionali vissute dal volontario. La trasmissione di queste variazioni emozionali avveniva nello stesso momento e ciò sottolineava il concetto di non-località.  I ricercatori a questo punto si domandarono se poteva accadere la stessa cosa se tra il campione ed il volontario c'era una distanza maggiore. Così venne ripetuto l'esperimento mettendo tra i due 1609 km, pari a, circa, 50 miglia. Si notò che ancora si registravano le stesse sincronicità con il cambio emozionale.
Infine il campione di tessuto venne diviso e messo in 28 provette che furono assegnate a 28 persone alle quali venne dato il compito di effettuare pensieri  positivi di auto risanamento, guarigione e riequilibrio. Ciò che si scoprì fu incredibile: il DNA si modificò a seconda dei pensieri di ciascuna persona. Questo esperimento affermò, quindi, che le nostre azioni e i nostri pensieri cambiano e modificano la realtà.
A onor di cronaca si vide che in presenza di pensieri positivi il DNA si srotolava, aumentando la sua lunghezza, se, al contrario, i pensieri erano negativi il DNA si accorciava diminuendo di lunghezza. Si scoprì inoltre che nel caso dell'accorciamento del DNA sottoposto a pensieri negativi precedentemente, se veniva nuovamente a contatto con pensieri positivi si sistemava.
Con gli studi sull'HIV si è potuto notare che in presenza di emozioni positive si raggiunge la possibilità di aumentare la resistenza agli effetti del virus fino a 300.000 volte.

Quindi riassumendo i nostri pensieri e le nostre credenze modificano la realtà.
Importante è avere pensieri positivi.
Da Damasio in poi, le scoperte delle Scienze Cognitive  affermano che esiste una connessione tra il fisico-biologico, il visibile, ed il psicologico, l'invisibile. Il nostro cervello è programmato come risorsa evolutiva che trae piacere dalle azioni positive che si compiono, ovviamente non accade se le azioni sono negative.
Se siamo sintonizzati e abbiamo interazioni stimolanti emotivamente si ha una crescita cerebrale. Al contrario la disregolazione affettiva e lo stress portano alla perdita di neuroni. Avere una sintonizzazione sviluppa il processo di "regolazione affettiva" ossia si ha la capacità di stare bene con noi stessi e di conseguenza con il mondo che ci circonda. Ciò ha un grandissimo impatto nella nostra vita: noi dobbiamo saper gestire e regolare le emozioni positive e quelle negative ed è dimostrato che se per un lungo periodo di tempo si prova emozioni spiacevoli, come tristezza, paura, rabbia, dispiacere..., alla fine queste emozioni avranno un impatto devastante sulla regolazione del nostro organismo compreso il sistema immunitario. L'Organizzazione Mondiale della sanità quando parla di salute intende uno stato completo di benessere fisico, psichico e sociale e non solo assenza di malattia.
Nello studio americano Hearmath, analizzando il funzionamento dell'attività cardiaca si è evidenziato la possibilità di identificare un parametro cardiologico che indica l'equilibrio ed il benessere emotivo. Il cuore però non è l'unico organo che è coinvolto se si vive uno stato di felicità. Il professor Gershon, responsabile del dipartimento di Anatomia e Biologia cellulare della Columbia University ha dimostrato come nella pancia ci siano cellule della stessa tipologia dei neuroni cerebrali ossia c'è la presenza di un sistema nervoso enterico scoprendo che il 95% dell'ormone detto seratonina, importante per la regolazione dei nostri livelli di benessere, è prodotto nel sistema gastroenterico.
Alla fine si può dire la pancia digerisce oltre al cibo anche le nostre emozioni e se vogliamo una buona digestione questi devono esse positivi.
Altri studi, effettuati sotto l'aspetto genetico,  hanno dimostrato che esistono due forme di benessere l'eudemonico, dove la felicità è il fine naturale della vita, e l'edonico, dove la felicità è il conseguimento di un benessere immediato. Attraverso campioni di sangue prelevato a 80 individui gli studiosi hanno mappato gli effetti delle due diverse forme di felicità mostrando che una forma di felicità eudemonica comporta profili favorevoli di espressione genica nelle cellule immunitarie ossia si ha una grande presenza di geni antivirali e di anticorpi, l'edonica comporta un profilo genico dove è presente un'espressione infiammatoria e con bassa presenza di geni antivirali.
Il cervello, più precisamente la corteccia cingolata anteriore e l'amigdala, sono le parti maggiormente coinvolte dalla felicità e quindi dal senso di ottimismo che ne deriva o dall'infelicità e conseguentemente dal pessimismo. Ma la mente umana è orientata alla felicità per sua natura. La capacità di essere felici è nei nostri geni  e ci mantiene in salute: se siamo felici e la vita intorno è vista con gli occhi felici  le risposte che otteniamo sono positive e  le condizioni che creiamo sono positive. E' perciò fondamentale vivere in natura vivere in felicità con il nostro io interiore e nel momento in cui ci dirigiamo in questo senso allora anche il mondo sarà verso questo senso. Sembra strano come discorso ma sembra proprio che le risposte che si ottengono siano in sintonia con i nostri stati d'animo e se poi abbiamo anche l'accortezza di voler ampliare il nostro vedere per percepire le risposte dall'esterno possiamo capire che ciò che accade non sempre sono coincidenze ma sono risposte alle nostre azioni.
Nulla avviene per caso tutto accade perché c'è un motivo e se dovessero accadere situazioni che sembrano negative in realtà sono accadute perché dovevamo comprendere qualcosa.

Le coincidenze non sono altro che avvenimenti che, se vogliamo notare, sono risposte al nostro operato e al nostro stato d'animo. Infatti:

mia nonna soleva dire "non casca foglia che Dio non voglia" , quel che deve accadere ha da accadere perciò anche se non sappiamo perché una certa cosa accade ha un senso e se  ci si fa sopraffare dall'infelicità e dalla rabbia bisogna capire il perché e quindi ritrovare il benessere accettando tutti gli accadimenti. Accade ciò che conviene ciò che doveva accadere sta a noi comprendere e lavorare di conseguenza ma tenendo sempre presente che noi siamo fatti per il piacere per la felicità perché solo in essa c'è la vita.


Infine , non per importanza vorrei segnalare un racconto scritto dal caro amico Spartaco, nel suo blog  il Conigliomannaro


un bellissimo racconto che come scrive l'autore stesso:

La profondità delle parole di questa antica cultura ha suggerito al Coniglio il forte contrasto con le pulsioni della società di oggi, del tutto disattenta al valore dell'altro, abbagliata da illusioni grossolane di una felicità-mercato, che spesso diventa felicità-truffa. 
Nel racconto tutto questo è portato all'ennesima potenza, in un contesto lontano, ma non troppo inverosimile.

OkNotizie

Article To PDF

I MIEI LIBRI IN VENDITA

POST RECENTI

Post popolari in questo blog

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …

NEL TERREMOTO DI AMATRICE È RACCHIUSO UN MESSAGGIO DI CONSAPEVOLEZZA

Salve amici della rete, tutti quanti siamo a conoscenza del terremoto avvenuto il 24 agosto ad Amatrice. Questo era un borgo medioevale patria della famosa ricetta del sugo all'Amatriciana per condire vermicelli, spaghetti e bucatini.



Se guardiamo e leggiamo l'evento in chiave esoterica scopriamo un fatto molto, molto importante che ora, grazie anche allo scritto presente nel blog "risveglio di una dea" ,  Marte fuori controllo , il guardiano della soglia inizia ad attivare i poteri, vado ad illustrare.
Innanzitutto chi sta seguendo il cammino spirituale di risveglio della consapevolezza umana ha oramai ben compreso che la vita nello specchio della materia è simbolica e quindi anche tutti gli avvenimenti sono metafore di quello che avviene nell'essenza. Ciò che accade nella materia è progettato e voluto nell'oltre, si manifesta dapprima in questo "luogo" e quindi poi nella realtà in cui viviamo.
Oramai sono anni che sto leggendo post e libri dove s…

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

ZONA POETICA

HAIKU PER LA TERRA

HAIKU PER LA TERRA
MARCIA GLOBALE PER LA TERRA
Grande, possente, bellezza travolgente
delicata come la donna, rude come l'uomo, tenera come il bambino
quanto durerà? Quando il suo declino?
(Marta Saponaro)
Tu terra, sei la mia forza, il mio sentiero, il mio mare, il mio profumo, a te la mia estasi ed il mio corpo (Giuliana Lubello)
Un giorno per te Madre Terra... ma un giorno per cosa? Nei giorni da sempre noi non ti amiamo, nei giorni da sempre noi ti sfruttiamo, nei giorni da sempre noi ti feriamo... Amiamo noi forse la Madre che ancora, nel grembo suo, ci tiene e sostiene? L'amore è gioia, l'amore è piacere, l'amore è accettare si ma anche dare...! Noi prendiamo prendiamo e prendiamo si...ma in cambio cosa diamo? In cambio di gioia noi diamo dolore, in cambio di pace noi diamo guerra, in cambio di acqua noi diamo sangue, in cambio di pane noi diamo fame... la vita ci hai dato la morte abbiamo imparato...!!! Un giorno per te Madre Terra... ma un giorno per cosa? Un giorno per dirti perdono perdono perdono... (da Il diario di Giunone di Rosanna Cira)

TI ASPETTO IN QUESTA COMMUNITY

UNISCITI A NOI

SE VUOI CONTRIBUIRE AL CAMBIAMENTO VIENI CON NOI




NO ALLA VIOLENZA

ZONA D'INFORMAZIONE

ZONA PERSONALE

Image and video hosting by TinyPic