Passa ai contenuti principali

SONO DANIZA E QUESTA E' LA MIA STORIA

PREFAZIONE

Vi direte voi come può un orso parlare? Ovviamente non sono io ma basta guadare le immagini che correderanno questo scritto per capire.

Prima di tutto vorrei chiedervi un favore questi sono giorni per me molto pericolosi non so se avrò ancora la fortuna di vedere la prossima primavera, non ho la certezza di essere ancora qui nel Parco libera insieme ai miei cuccioli. Gli uomini hanno pensato che io sono pericolosa, e quando loro prendono una decisione noi animali facciamo fatica a resistere. Proviamo in ogni modo a salvarci ma l'uomo, quando ne ha l'intenzione, sa essere il più temibile, grande e spietato cacciatore e quindi
mi rivolgo a voi, a quella parte di umani che crede nella mia bontà che vuol vedere nel suo cuore e vuole sapere ed informarsi sull'effettiva mia pericolosità. Non sono aggressiva, non lo sono mai stata, ovvio che se ho dei cuccioli da accudire tento di difenderli, anche voi umani lo fate è l'indole di ogni madre di qualsiasi specie. Purtroppo, dicono che ho aggredito un uomo il giorno di ferragosto e perciò è troppo rischioso lasciarmi in libertà,  devo essere catturata e se gli addetti non riescono hanno anche il benestare di abbattermi.
Vi chiedo e vi imploro fate luce su questa storia, perché ciò che viene narrato non è detto che sia vero io non posso difendermi non posso da sola far valere i miei diritti. Nessun animale può con l'uomo perciò  AIUTATEMI. 

Tra pochi giorni si aprirà qui in Trentino la stagione della caccia e quello è per me un momento di estremo pericolo, oltre anche per tutti gli altri animali che vivono qui vicino ed insieme a me.
Vi propongo, quindi, di firmare questa petizione e dopo di continuare a parlare di me delle mie compagne di interessarvi ai miei piccoli, dopo l'autunno io andrò in letargo e così le luci della ribalta si spegneranno su di me e forse sarà proprio quello il momento, se non vengo uccisa prima durante il periodo venatorio, che chi vuole liberarsi di me lo farà. In silenzio, mentre la natura è addormentata ammantata da una coltre bianca che attutisce ogni rumore ed ogni parola. Magari mi troveranno nella tana e mi aspetteranno quando nel bel mezzo del mio lungo sonno invernale mi sveglio per una passeggiatina. Magari mentre esco serena e tranquilla perché non penso di incontrare il pericolo, ci saranno appostati i cacciatori pronti a spararmi il sonnifero o una pallottola. Perciò anche durante il periodo invernale interessatevi e, soprattutto,  fate chiarezza sull'accaduto e regalatemi un'altra primavera, insieme ai miei piccoli!





Chiediamo una moratoria straordinaria dell'apertura della caccia nella Provincia di Trento come dimostrazione del vostro impegno per la gestione del Progetto Orso, per l'ambiente e per la sicurezza dei cittadini (e Daniza).           
                                    FIRMA                          

Ma partiamo dall'inizio perché oggi sono divenuta famosa e molti conoscono il mio nome ma non è sempre stato così.


Mi chiamo Daniza e sono un fiero orso bruno, per meglio dire una fiera orsa. Non sono nata tra queste montagne che ospitano il Parco Naturale Adamello Brenta, provengo dalla Slovenia. 

Però è meglio che partiamo dall'inizio. Sarà un lungo narrare il mio perché oltre alla mia vicenda vi voglio anche raccontare degli altri orsi che hanno partecipato, non di loro iniziativa, al progetto per il quale anch'io sono arrivata in questo parco.

OkNotizie

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

IL CLOUD E LA TECNOLOGIA 5G PORTA DI ACCESSO AL TRANSUMANESIMO

Essere informati sulla realtà dei fatti può aiutare a salvare la vita a milioni di esseri viventi. Mobilitiamoci, uniamoci contro questo attacco alla vita.







La tecnologia sta avanzando a passi da gigante e oramai il 5G è realtà. Cos'è questa tecnologia? Innanzitutto deve essere chiaro 




IL 5G È UN'ARMA
è una tecnologia “pericolosa” perché consentirebbe ai governi di controllare i propri cittadini. Il governo del "finto cambiamento"sta promuovendo tale tecnologia usando la scusa che renderebbe le reti telematiche più veloci ed efficienti, in realtà è un'arma letale che incrementerà innumerevoli disturbi, dall'insonnia fino alla neoplasia cerebrale.
Non è che perché sono una complottista che scrivo questo post, non sono io a dire che il 5G è pericolosissimo! Infatti interferisce con le vibrazioni naturali (dalla risonanza Schumann alle onde encefaliche degli esseri viventi), destabilizzando tutto: DNA, bioritmi, ciclo vegetativo delle piante, fenomeni atmosferici, equ…

THE TRIP UN VIAGGIO NELLE ONG (COME AVAAZ, CHANGE.ORG, GREENPEACE, TRANSPARENCY INTERNATIONAL, WWF...) E IL POTERE OSCURO SOROS E SIONISMO

Tanto tempo fa mi iscrissi ad Avaaz, convinta che fosse veramente dalla parte dell'uomo comune. Nel mondo sono tantissime le persone che sono cadute in questo finto bene. Purtroppo poi, se si decide di fare una ricerca su chi c'è dietro a gestire, si scopre un mondo sommerso dove il bene proprio non esiste. I promotori, i dirigenti, sono collusi proprio con i poteri che stanno distruggendo, affamando e ammalando la Terra e le sue forme viventi. È un brutto colpo da sopportare ma se si vuole veramente uscire dal tunnel, tutto deve essere rivelato, denunciato e quindi superato.
Giunsi a decidere di approfondire su chi stava dietro le quinte di queste associazioni falsamente umanitarie perché ad un certo punto mi posi la domanda: "ma se nel mondo sono in tanti a collaborare e ad abbracciare questi movimenti, possibile che tutto va peggiorando?"

Non parlo quasi mai di me ma devo dire che ho sempre avuto fiducia e sin da molto giovane ho sempre cercato e desiderato porta…