Passa ai contenuti principali

BUON GIORNO: STORIE STRAORDINARIE




Buon giorno oggi non vi racconto nulla, vi propongo solo tre video.
Nella vita cosa è assolutamente importante secondo voi?


Christian il leone:

Anche il re della giungla non scorda il suo primo affetto.



Canelo il cane che attese per 12 anni il ritorno del suo padrone:

La storia risale agli inizi del 1980. Canelo viveva a Cadice in Spagna.  Canelo era sempre insieme al padrone che una volta alla settimana doveva recarsi in ospedale per sottoporsi a dialisi. Poiché le regole dell'ospedale non contemplavano la presenza di animali durante il tempo della dialisi Canelo attendeva con pazienza il ritorno dell'uomo. Purtroppo un giorno il proprietario di Canelo non si presentò più perché morto. Trascorse il primo giorno e Canelo era sempre seduto fuori in attesa del ritorno del suo padrone. Trascorsero giornate intere e Canelo non si spostava non sentiva i morsi della fame e soffriva la sete ma rimaneva sempre lì fermo ad aspettare. La gente del posto avendo saputo l'accadutoo iniziò a prendersi cura di lui e gli portavano il cibo e l'acqua. Trascorsero 12 anni di attesa e Canelo era sempre fermo al solito posto aspettando di rivedere il suo padrone. Il 9 dicembre del 2002 una macchina sbandò e investì il cane che morì sul colpo. Non si mosse nemmeno in quel frangente perché voleva farsi trovare al solito posto nell'eventualità che il padrone uscisse dall'ospedale.
Canelo stupì l'intera cittadina di Cadice per l'immenso amore che dimostrò nei confronti dell'uomo e così in suo onore la cittadina di Cadice ha intitolato una via con il suo nome e ha affisso anche una targa in suo onore.
Se volete in rete ci sono tantissime storie di cani che aspettano il ritorno dei loro padroni. L'amore di un animale travalica il tempo ed i luoghi. 



La saggezza di Nick Vujicic:

A proposito di disabilità. Tempo fa scrissi una poesia su questo tema, pubblicata in una raccolta di poeti contemporanei

DIVERSITA’

La diversità
non è una diversa abilità,
è arricchimento,
del nostro firmamento!
Con tanta boria,
nell’arco della storia,
abbiamo concepito il concetto della razza.
Che idea pazza!
Or mi domando, che differenza passa
tra una donna alta ed una bassa
o tra un bianco ed un nero?
quel che conta non è forse il pensiero,
la gentilezza, la bontà,
la consapevolezza e la disponibilità?
Dobbiamo tutti quanti imparare
che nella vita bisogna amare
ed il pregiudizio abbandonare
e forse un giorno, nel nostro cammino,
troveremo un nuovo mattino.



Condividi OkNotizie

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …

TRATTATO DI CASSIBILE NAZIONI UNITE UNHCR & GESUITI

In questo video, creato in collaborazione con Piero Faticoni , mettiamo in luce la parziale denuncia della Meloni. Stanno aumentando i politici che denunciano pubblicamente il coinvolgimento di George Soros nelle crisi economiche. Ma voi veramente pensate che lo fanno perché vogliono sistemare tutto? Se volessero questo, ad esempio, nel nostro Paese renderebbero pubblico il fatto che chi governa dal 1945, per non parlare prima, è l'Organizzazione delle Nazioni Unite. Dovrebbero dire chi sono in realtà, invece omettono questo, come non dichiarano che con il certificato di nascita tutti diventiamo Trust di proprietà dello Stato e quindi non esistono proprietà private perché come siamo riconosciuti , ossia schiavi, siamo noi, popolo, ad essere oggetti di proprietà. Perciò per favore smettetela di seguire questi bugiardi reiterati ed iniziate a ragionare. Soros sarà silurato dal potere e tutti i politici seguono l'ordine. Soros a questo punto potrebbe ammettere le sue responsabili…