Passa ai contenuti principali

BUON GIORNO PER UNA FAVOLA DI GIORNATA

Buon giorno amici, esistono tante canzoni, film , racconti, commedie che parlano di personaggi che appartengono alle fiabe: orchi, streghe, maghi, gnomi, fate. Bene stamattina vi conduco in una favola, vera, o così sembra.

L'Irlanda  è ricca di luoghi che appaiono usciti dai libri di fiabe che leggevamo da bambini.
Vi presento le Glens of Antrim.



E' una contea di nove piccole valli con sessanta chilometri di costa frastagliata e natura incontaminata dove si passa da una campagna caratterizzata da chiese e castelli ricchi di storia, baie rallegrate da pittoreschi villaggi, torbiere, parchi, foreste e boschi lussureggianti. In questo anglo di mondo tradizione storia e leggende si mescolano con maestria facendo vivere momenti indimenticabili sia ai turisti sia agli stessi abitanti.
Per chi volesse prendere in considerazione una vacanza da queste parti, l'itinerario che dicono essere uno dei più suggestivi è quello che da Belfast arriva a Londonderry. Percorrendo la Causeway Costal Route, una delle 10 strade costiere più belle del mondo (120 Km), si giunge nella contea di Antrim.
Nell'interno c'è questa strada che è divenuta, con il tempo, una vera attrazione per turisti. Se ci si trova a passeggiare nei pressi di Bregagh Armoy sembra di vivere in un libro di fiabe.
300 anni or sono, nel XVIII, la famiglia Stuart voleva creare uno spettacolare paesaggio a tutti i visitatori che si avvicinavano alla sede della loro villa georgiana, Gracehill House. Decisero, quindi , di piantare sui due lati della strada dei filari di faggi. Dopo trecento anni di crescita oggi il panorama è mozzafiato: gli alberi ed i loro rami si intrecciano insieme creando un tunnel naturale dove la luce del sole crea suggestioni incredibili.


Ma non è finita qui, la storia diventa ancor più interessante perché nella vicina Inghilterra nel Lancashire  sono state fotografate le fate.
Un giorno un noto professore del Manchester Institute for Research and Innovation in Art and Design (MIRIAD) della Manchester Metropolitan University, John Hyatt, passeggiando in  Rossendale, Valley ha scattato delle fotografie, quando le ha guardate è rimasto stupito perché nella foto ha immortalato le fate. Ad occhi nudi non si è reso conto perché sembrano farfalle, un po' strane ma farfalle.
Oggi è diventato un convinto assertore che queste magiche e fiabesche creature esistono veramente l'unico problema è la poca apertura mentale dell'uomo contemporaneo.



Ma queste strane creature sono visibili altrove?
Per chi non è a conoscenza esiste la "leggenda dell'uomo falena" o, per essere esatti, si narra che negli anni sessanta in America orientale due coppie di ragazzi videro qualcosa che li terrorizzò. Dal loro racconto venne fuori la descrizione di una creatura con il corpo di uomo ma dotato di ali che lo faceva diventare simile ad un uccello. Ciò che terrorizzava erano gli occhi di un forte colore rosso che incutevano angoscia. Dopo quell'evento ci sono stati altri casi. L'ultimo risale a questo anno in una località del Lago di Garda, ci sono varie testimonianze. Mothman, così si chiama l'uomo falena, al contrario delle fate del professore inglese, incute timore nelle persone che lo avvistano.
Fate, uomini falena che dobbiamo aspettarci ancora?

Per la cronaca in America le ultime apparizioni dell'uomo falena risalgono all'undici settembre. Alcune foto mostrano questa figura alata che si libra tra una torre e l'altra.
E questa è una canzone tipica della contea di Antrim

Condividi OkNotizie

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

IL CONCETTO DI ANIMA IN TRE FILOSOFI (SOCRATE, PLATONE, ARISTOTELE)

i filosofi, prima di Socrate erano soliti occuparsi del mondo o della natura e l'anima possedeva maggior connotati mitologici: In Omero è un soffio che abbandona il corpo con la morte, aveva la consistenza dell'ombra che è capace di sopravvivere nell'Ade senza, però, svolgere alcuna attività.
E' con Socrate prima e Platone, poi, che l'anima è psyche cioè il mondo interiore dell'uomo.
Socrate affermava che compito dell'uomo è affermare la sua anima, senza però parlare di immortalità, come emerge in Platone. 
Il professor Reale Giovanni in "Storia della filosofia antica" afferma che ancora oggi, dopo duemila anni, si pensa che l'essenza dell'uomo sia ancora la psyche e che il concetto di anima sia un'invenzione cristiana. Ciò è sbagliato il concetto di anima e di immortalità è contraria alla dottrina cristiana, essa, infatti, parla di risurrezione dei corpi. I pensatori della Patristica, attinsero alla filosofia greca. La psyche è una g…

TUTTO ACCADE PER UNA RAGIONE

Perché nella nostra vita accadono avvenimenti che procurano sofferenza anche se ci sembra di avere comportamenti che non cercano questo?
Perché anche se ci affanniamo, impieghiamo tutte le nostre forze per ottenere risposte positive a volte abbiamo l'opposto?

La vita si diverte solo a tirarci brutti scherzi? E' un giullare che si diletta a prendersi gioco di noi, oppure c'è qualche altro motivo?






buona sera è da qualche giorno che effettivamente non propongo articoli, chiedo scusa ma non sempre riesco ad avere abbastanza tempo e, non sempre, mi trovo nella disposizione migliore per scrivere qualcosa di interessante o almeno che reputo tale. Fino ad oggi ciò che ho inserito nel blog sono argomenti che mi interessano molto da vicino e che spero che anche a voi che mi seguite e che ringrazio veramente di cuore , possano interessare. Inoltre voglio anche documentarmi prima di scrivere e questo spesso mi porta via tempo.  Per tutta questa serie di motivi non sono quotidianament…