Passa ai contenuti principali

COMUNICATO STAMPA: I MORTI DI SERIE B




Non voglio dire che i morti a Parigi non siano importanti, tutti i morti hanno il loro valore, tutti i vivi dovrebbero essere rispettati. Uso il condizionale perché ancora adesso non c'è parità e oggi più che mai neanche difronte alla morte. In questi giorni c'è stato l'attentato a Parigi con 13 morti. E' grave che delle vite vengano spezzate per motivi politici ed economici o per ideali religiosi. Ma quello che proprio non riesco ad accettare e mi inorridisce è che tutti i media hanno diffuso l'accaduto francese, oggi Google ha pubblicato nelle sua home page lo coccarda del lutto per Parigi, ma è quasi passata in sordina la strage a Baqa dove 2000 persone hanno perso la vita.

L'Isis continua a mietere vittime ma non solo qui in Occidente anche in Africa ma i morti africani sono di serie B, non fanno notizia, non fanno scalpore, non interessano a nessuno. Siamo stati abituati a sentire che migliaia di bambini muoiono per malattie che da noi sono state debellate oramai da un secolo, che muoiono perché la loro acqua è fango, perché non hanno servizi igienici o perché nei paesi poveri la maggioranza dei prodotti coltivati vengono mandati in occidente come cibo per gli animali degli allevamenti intensivi. E poi ci reputiamo Stati civili, dov'è la civiltà? E scusate ma coloro che difendono le chiese, dove sono le voci porporate che oggi dovevano con indignazione denunciare questa orribile carneficina? Nessuno parla tutta l'attenzione è rivolta a Parigi perché? Forse perché dietro all'attentato allora si nasconde una brutta verità che è troppo scomoda da voler far vedere e sentire? 

Comunque Baqa, a nordest della Nigeria,  è stata rasa al suolo e gli abitanti uccisi, i sopravvissuti hanno tentato di salvarsi e molti hanno perso la vita cercando la salvezza nelle acque del lago Ciad. L'attentato è avvenuto il 7 gennaio, e anche altri 16 villaggi sono stati spazzati via dalla furia dei miliziani integralisti.

Ora loro saranno terroristi ma anche noi lo siamo perché tacciamo queste morti.
Mi piacerebbe tanto che Google domani manifestasse lo stesso CORDOGLIO per queste vittime di cui non sapremo mai il nome o le loro facce ma che erano esseri umani come noi.

In questo mio scritto dichiaro la mia sofferenza per l'aridità dei nostri cuori e il fatto che  il Nuovo Ordine Mondiale e tutte le porcherie che stanno realizzandosi in occidente avvengono proprio perché noi stessi cittadini dell'occidente siamo come chi ci sta pian piano facendo annegare nel malanimo, nell'odio razziale e nell'indifferenza. 

Come vogliamo salvarci se le morti hanno valore a seconda del luogo in cui viviamo?
Mi vergogno.

Per maggiori informazioni




PER FAVORE SE DIVULGHI E CONDIVIDI TE NE SARO' GRATA 
Condividi OkNotizie

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …

TRATTATO DI CASSIBILE NAZIONI UNITE UNHCR & GESUITI

In questo video, creato in collaborazione con Piero Faticoni , mettiamo in luce la parziale denuncia della Meloni. Stanno aumentando i politici che denunciano pubblicamente il coinvolgimento di George Soros nelle crisi economiche. Ma voi veramente pensate che lo fanno perché vogliono sistemare tutto? Se volessero questo, ad esempio, nel nostro Paese renderebbero pubblico il fatto che chi governa dal 1945, per non parlare prima, è l'Organizzazione delle Nazioni Unite. Dovrebbero dire chi sono in realtà, invece omettono questo, come non dichiarano che con il certificato di nascita tutti diventiamo Trust di proprietà dello Stato e quindi non esistono proprietà private perché come siamo riconosciuti , ossia schiavi, siamo noi, popolo, ad essere oggetti di proprietà. Perciò per favore smettetela di seguire questi bugiardi reiterati ed iniziate a ragionare. Soros sarà silurato dal potere e tutti i politici seguono l'ordine. Soros a questo punto potrebbe ammettere le sue responsabili…