Passa ai contenuti principali

BUON GIORNO E BUON SABATO



Ho già pubblicato altri articoli che trattavano della reincarnazione. Sono consapevole che tanti hanno dubbi, tanti sono gli scettici e tanti credono. Oggi propongo questa storia che potete, per chi non la conoscesse, trovare in rete:

l'avvenimento risale agli inizi di questo mese ed è stata resa pubblica da alcuni inglesi che hanno letto la vicenda su un libro scritto dal terapeuta tedesco Trutz Hardo. Questo medico si occupa da tempo di reincarnazione e ha conosciuto l'accaduto da un altro dottore Eli Lasch. Il protagonista della vicenda vive al confine tra Israele e Siria nella regione del Golan.
E' un bambino, di tre anni è ha ricordato la sua vita passata, con ricordi nitidi e precisi riuscendo ad indicare il luogo dove è stato sepolto il suo cadavere , l'arma con la quale è stato ucciso e menzionndto anche il nome del colpevole.

Questo ragazzino è di etnia Drusa. I drusi credono nella reincarnazione e se per caso i bambini dall'età di tre anni ricordano le vite passate, vengono portati sul posto. Così quando il bimbo ha ricordato il suo passato,  come tutti i suoi coetanei, è stato accompagnato nel luogo dove visse. Una volta giunto sul posto ha chiesto di scavare in un punto preciso facendo così rinvenire il suo corpo precedente. Poi, ha spiegato che la macchia rossa, una voglia presente sin dalla nascita, è il punto in cui venne colpito dall'ascia nel tempo passato. Infine ha rivelato anche il suo antico nome e cognome. Quando sono andati a controllare hanno visto che le generalità erano reali  e appartennero ad una persona scomparsa improvvisamente quattro anni prima senza lasciare traccia. Venuti quindi a conoscenza del nome dell'assassino hanno condotto il giovane reincarnato  alla sua  porta. Il killer, così hanno raccontato  i testimoni, pur non confermando la versione del bimbo alle sue parole è sbiancato e si è immobilizzato.


Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …

TRATTATO DI CASSIBILE NAZIONI UNITE UNHCR & GESUITI

In questo video, creato in collaborazione con Piero Faticoni , mettiamo in luce la parziale denuncia della Meloni. Stanno aumentando i politici che denunciano pubblicamente il coinvolgimento di George Soros nelle crisi economiche. Ma voi veramente pensate che lo fanno perché vogliono sistemare tutto? Se volessero questo, ad esempio, nel nostro Paese renderebbero pubblico il fatto che chi governa dal 1945, per non parlare prima, è l'Organizzazione delle Nazioni Unite. Dovrebbero dire chi sono in realtà, invece omettono questo, come non dichiarano che con il certificato di nascita tutti diventiamo Trust di proprietà dello Stato e quindi non esistono proprietà private perché come siamo riconosciuti , ossia schiavi, siamo noi, popolo, ad essere oggetti di proprietà. Perciò per favore smettetela di seguire questi bugiardi reiterati ed iniziate a ragionare. Soros sarà silurato dal potere e tutti i politici seguono l'ordine. Soros a questo punto potrebbe ammettere le sue responsabili…