LIBERTA' - RIFIUTO E VOTAZIONI





Per chi come me e mio marito si sta interessando, sia approfondendo con la lettura sia passando all'azione, del fatto inoppugnabile che l'Italia è una Società per Azioni iscritta regolarmente alla S.E.C. sede in America, Washington D.C, quindi non uno Stato, non la nostra Nazione, viene spontaneo non riuscire più ad accettare che chi oggi detiene il potere e legifera, sta compiendo delle azioni non democratiche e poiché tra poco ci saranno le elezioni abbiamo deciso di non recarci più ai seggi per dare il nostro voto, che intanto non serve a nulla, ma per dichiarare, in qualità di persone sovrane, che non riconosciamo nessuno di chi è oggi al governo e che il nome e cognome e le schede ad essi connessi non devono essere in alcun modo usati.


                                     


In virtù del fatto che

1 L'Italia non esiste come nazione perciò il governo sta agendo per ed in nome di chi? L'Italia è una S.P.A.


(Securities and Exchange Commission)
(Commissione per i titoli e gli scambi)



ITALY REPUBLIC OF CIK#:

0000052782 (see all company filings)



SIC: 8888 - FOREIGN GOVERNMENTS

State location: L6 | Fiscal Year End: 1231

(Assistant Director Office: 99)

Business Address MINISTRY OF ECONOMY AND FINANCE - VIA XX SETTEMBRE, 97 ROME L6 00187 (39) 06-86391271Mailing Address C/O STUDIO LEGALE BISCONTI - VIA A. SALANDRA, 18 
ROME L6 0018


(se desiderate sincerarvi di persona basta che digitate la seguente scritta REPUBLIC OF ITALY e troverete la pagina che vi ho postato qui sopra. Quando andrete a vedere se volete approfondire potete anche aprire e scaricare i report annuali).
La SEC è l'ente GOVERNATIVO STATUNITENSE uguale all'italiana CONSOB
per maggiori informazioni:

La diabolica truffa del sistema bancario (fronte di liberazione dei banchieri)

La truffa del debito pubblico (il sovranista)

In rete comunque trovate tanto materiale ed anche su youtube ci sono vari video per sapere bene

2 In virtù del fatto che chi governa dovrebbe essere eletto dal popolo sovrano, attualmente non mi sembra che nessuno abbia scelto i rappresentanti al potere , ed, inoltre, poiché la Nazione Italia non esiste più tutto ciò non sta in piedi.

I governanti emanano leggi, e amministrano la giustizia, in nome di chi?

Mentre stavo scrivendo questo post mio figlio si è messo in soppalco a studiare per la verifica, i vecchi compiti in classe, di "Diritto ", ad un cero punto mi chiede se posso ascoltare e vedere come si è preparato.
La prima pagina che ho dinnanzi espone le seguenti parole, guarda che coincidenza:

L'AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA
(dal libro il mondo del diritto e dell'economia di Lucia Rossi testo scolastico in uso presso una scuola superiore di Venezia)

La giustizia è amministrata in nome del popolo, i giudici sono soggetti soltanto alla legge

Articolo 101 della Costituzione:

La giustizia è amministrata in nome del popolo e il fondamento del potere giudiziario trae origine esclusivamente dalla SOVRANITA' POPOLARE.

Sovranità popolare di chi se non esiste uno Stato e non esiste un popolo sovrano?
Chi oggi sta amministrando la legge, chi oggi promulga norme, chi oggi si dichiara Ministro e/o Presidente mi piacerebbe sapere di cosa, visto che lo Stato Italia non esiste, saranno solo dei presidenti di una società, come potrebbe essere la Fiat, ma non possono toccare la Costituzione, non possono obbligare i cittadini a sottostare a delle norme e obbligare con la forza.
In nome di chi o di che cosa, di un ente privato?

Bene parliamo di legge quindi cosa sono le leggi?

Le leggi sono norme, studiate per far convivere in armonia una società formata da tante persone che non sempre viaggiano sulla stessa lunghezza d'onda.
Su questo punto sono in accordo perché poiché fino ad oggi hanno educato le generazioni al rispetto utilitaristico e non all'amore universale sono necessarie delle leggi perché pochi viaggiano sul fondamento primo umano che è l'agire in onore ricordandosi che dove inizia la propria libertà termina quella di un altro perciò non è giusto prevaricare e soprattutto non rispettare l'altro. Se ci avessero insegnato non solo con le parole ma con i fatti che tutti siamo fratelli uguali con pari diritti e doveri con pari opportunità oggi, forse, il mondo non sarebbe arrivato a questo punto. Se la vita si fosse basata sul concetto di non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te oggi si vivrebbe diversamente e questo mio scritto non avrebbe alcun significato.

Riporto qui un pezzo del libro

BIOETICA: DIRITTI FONDAMENTALI E DIGNITA' UMANA: PROFILI GIURISPRUDENZIALI E LEGISLATIVI IN PROSPETTIVA COMPARATA, di Sabrina Apa  (Key Editore)

Pagina 78 8.2 La costituzionalizzazione della persona

Non è un caso se nella Costituzione italiana non compaia il termine "soggetto" ma quello, più pregnante, di "Persona" in articoli significativi quali 3, 32, 111, 119 con riferimento alla personalità, art, 2, alla libertà personale, art.13, alla prestazione personale, art.23, alla responsabilità personale penale, art.27. Non vennero scritti a caso e la scelta semantica non è accidentale perché i Costituenti vollero fare riferimento all'uomo non come individuo astratto ma come persona sociale dove l'essere umano è inteso nella sua interezza e concretezza perciò è una vera costituzionalizzazione della persona.
...nell'art 2 si configura la realtà sociale in cui è inserito l'uomo e si evidenzia il libero sviluppo della personalità. Nell'articolo 3 si menziona la dignità sociale nell'articolo 23 si pone l'accento al diritto della salute assurgendo a diritto fondamentale tra il rapporto tra persona e corpo dove l'inviolabilità della persona è nell'inviolabilità del corpo.
Nell'articolo 2 della Costituzione italiana si radica il principio della tutela della dignità umana perché in esso  è sancito il "Valore Assoluto della Persona Umana". I lavori della I Sottocommissione e dell'Assemblea Costituente fecero emergere il senso di porre la Persona al centro  dell'ordinamento dove va tutelata e promossa dallo Stato la dignità.
Nello statuto dell'Italia Democratica si dà la precedenza alla persona umana intesa nella sua completezza, valori e bisogni sia materiali sia spirituali rispetto allo Stato e quest'ultimo è al servizio della Persona Umana.
Aldo Moro in un intervento parlò di Dignità Umana come criterio fondamentale ed ispiratore della Costituzione Italiana democratica dove all'uomo sono riconosciuti e garantiti i diritti di autonomia, dignità e libertà....
.... La Costituzione Italiana, riconoscendo nella dignità il valore centrale ed assoluto dell'essere umano fa si che vengano riconosciuti e garantiti dallo Stato i Diritti Fondamentali Inderogabili, Inviolabili, Coessenziali allo stesso sistema democratico... La nostra Costituzione ponendo al centro la dignità ed il valore della persona umana fa si che divenga inviolabile il diritto alla salute, ed impedisce per costituzione situazioni prive di tutela che possano comportare la mortificazione della dignità dell'uomo (questa difatti si manifesta nel momento in cui si viene assoggettati all'altrui potere)
Articolo 32
.... Al legislatore si pone un confine invalicabile che impone il rispetto della dignità umana dove il corpo diventa una fortezza inviolabile che nessuno può violare (Habes Corpus) e ricollegandosi alle leggi fondamentali della Carta dei Diritti dell'Unione Europea si stabilisce che si mette al centro dell'azione dell'Unione la Persona Umana evidenziando la sua integrità sia dal punto di vista fisico, sia psichico. Diventano fondamentali perciò 4 principi: Consenso dell'interessato, Divieto di fare del corpo un oggetto di guadagno, Divieto dell'eugenetica di massa, Divieto della clonazione riproduttiva......Inoltre è compresa nella sovranità del corpo anche il concetto di dignità espressa nell'autodeterminazione individuale.


Ora alla luce degli avvenimenti in generale, e di quelli di questo ultimo periodo,  sinceramente non mi sento più di farmi rappresentare dalle persone che oggi sono al vertice. Ci hanno svenduto, hanno gettato questo angolo di Terra alla mercé di qualsiasi offerente ed i suoi cittadini sono stati considerati solo optional da spennare il più possibile.
Come posso scegliere chi tra coloro che vengono proposti la persona idonea quando poi fanno tutti parte della stessa torta e con altissimo menefreghismo si occupano solo dei loro affari?

Come posso dare il mio voto a persone che gettano in mezzo alla strada persone malate, anziane, indifese solo perché non hanno i soldi per pagare?

Come posso dare il mio voto a persone che hanno sputato e violentato la dignità dei loro cittadini?

Anche mettendomi il più serenamente possibile a cercare di trovare un'azione decente, giuro non ci riesco perché è oramai da troppo e lungo tempo che il benessere del popolo è stato cancellato, deturpato, la persona umana è stata ingannata e trattata con ignominia e disprezzo.
Tutti noi non valiamo nulla per loro se non in nome dei beni che riusciamo a produrre grazie a grandissimi sacrifici.
Hanno succhiato e stanno succhiando ogni nostra parte, ogni nostro punto vitale hanno costruito una falsa destra, una falsa sinistra un falso movimento popolare per avere sempre in mano il potere e fare di noi quello che più gli piace.
Non ci rispettano, non ci considerano, non ci amano non ci ascoltano, non ci parlano!
Comandano con il ricatto, con l'inganno, con la menzogna, con il finto sorriso bonario stampato sulla bocca, con la forza, con la malvagità.
Promulgano leggi solo in loro favore e strappano anche lo stretto necessario, loro conducono una vita di opulenza dove il vitalizio è ereditario per dei figli parassiti che trascorreranno le giornate senza alzare un dito e sgorgare una goccia di sudore alle spalle di cittadini che ogni mattina non sanno più cosa dare da mangiare ai propri figli o non riescono più a far fronte agli esorbitanti pagamenti che vengono imposti, loro gestiscono i guadagni che ci carpiscono dalle mani promulgando leggi in disonore.

No, non darò il mio voto e non voglio nemmeno dare loro  la possibilità di usare la mia persona per i loro loschi malvagi nefandi ed iniqui affari.

Sapete che se non si va a votare o se si annulla una scheda o si presenta una scheda bianca, comunque il voto viene usato?

Allora come possiamo dire che desideriamo che in qualità di unico e vero popolo sovrano con magnanimità ordiniamo loro di fare armi e bagagli e lasciare immediatamente quei palazzi di bugie intrighi e arraffamenti e non farsi più vedere?
Come possiamo abbattere questo corpo governativo che lavora solo ed esclusivamente per se stesso?

Me lo sono chiesta e la risposta mi è venuta da Popolo Unico e da Norimberga Italiana 

RIFIUTO DELLE SCHEDE ELETTORALI

Il 31 Maggio nelle seguenti Regioni avverranno le votazioni:
Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna per un totale di 167 Comuni.

Se voi, come me, non volete più avere gente così alle redini, mi raccomando questa volta, recatevi ai seggi , l'assenza non è forma di protesta è congeniale al sistema che in seguito affamerà ancora di più.

1) Muniti di tessera elettorale, per chi ha già presentato la propria dichiarazione di persona umana e di legale rappresentante, il foglio del vostro mandato di Legale Rappresentante e per gli altri la Carta d'Identità. Per coloro che ancora non hanno la propria sovranità dovranno modificare l'intestazione  e la firma e dichiararsi di essere "Persona Umana, in carne, ossa, sangue e Spirito.
(potrebbe anche accadere che alcuni dei presenti possano guardarvi male o provare a dire qualcosa.
Ricordo che quando insieme a mio marito portammo all'ufficio protocollo del nostro Comune il foglio di esistenza in vita in cui ci dichiaravamo Persone umane in carne ed ossa e spirito, gli impiegati ci hanno dapprima guardato sbalorditi e poi ci hanno risposto che era ovvio. Ricordate che con il concetto di ovvietà ci hanno tolto i nostri diritti fondamentali mentre loro si sono appropriati di diritti non equi.

2) Dinnanzi ai delegati elettorali alla richiesta di presentare un documento esibire il mandato per il LR (per gli altri il documento classico) e la scheda elettorale. Lasciare quindi il tempo materiale di trovarvi nelle liste e che segnino la vostra presenza (questo è il punto fondamentale).

3) Quindi attendete che vi consegnino la scheda elettorale e la matita copiativa, ma, mi raccomando, NON PRENDETE IN MANO NESSUNA DELLE DUE (se le prendete in mano vale come prese in carico e votato).

4) Mostrate la vostra dichiarazione di rifiuto al voto, che troverete qui di seguito e che potete stampare e compilare a priori, affermate che "IO HO INTENZIONE DI METTERE A VERBALE IL MIO RIFIUTO AL VOTO CON RELATIVO ANNULLAMENTO DELLE SCHEDE E VERBALIZZAZIONE DELLA MIA DICHIARAZIONE CHE DEVE ESSERE FIRMATA DAL PRESIDENTE DEL SEGGIO PER LA COPIA CHE RIMANE IN MANO VOSTRA, CON APPOSTI TIMBRO E DATA.
Poiché potrebbe non essere presente con gentilezza e cortesia dite, per favore, di chiamare il presidente del seggio e che attenderete quanto necessario per evitare l'intralcio alle operazioni di voto (da noi è un reato) e RICORDO SIATE CALMI, EDUCATI E GENTILI.

5) Molto probabilmente accadrà che dovrete attendere l'arrivo del presidente del seggio. In questo caso fatevi da parte  uscite dalla stanza così che gli altri possano votare e non intralciate le votazioni e non incorrete nel reato.

6) Il Presidente del seggio quando arriverà dovrà apporre data e timbro del seggio (con lo stellone della Repubblica) sulla copia che rimarrà in vostro possesso e allegherà le schede di voto al registro di voto che potrebbe compilare anche in un secondo momento.

7) Sempre gentilmente potrete far presente al Presidente di Seggio che nella dichiarazione di non voto c'è anche una segnalazione di notizia di reato che, essendo un pubblico ufficiale, è obbligato a trasmettere alle forze di polizia in base all'articolo 331 c.p.p.

8) Prendete la vostra copia di rifiuto al voto firmata, ringraziate ed uscite

Solo in questo modo il vostro/nostro voto non SARA' UTILIZZABILE IN ALTRI MODI, BLOCCANDO SUL NASCERE LE FRODI ELETTORALI.

TUTTI GLI ALTRI MODI , ASTENSIONE, ANNULLAMENTO DELLA SCHEDA O SCHEDA BIANCA, VENGONO USATI.

Arrivati a questo punto avete fatto la prima vostra dimostrazione pacifica di rifiuto di un sistema che sta oltraggiando oramai da lunghi anni la dignità di ciascuno di noi.
Sarà il primo passo e, appropriandomi di una famosa frase detta da un astronauta, un piccolo passo per un uomo ma un grande passo per l'umanità.
Buon rifiuto al voto.

Per scaricare il foglio di dichiarazione di rifiuto al voto 8devono essere due una che rimane in mano vostra ed una la consegnerete al seggio) cliccate sul link sottostante:

https://libranorimbergaitaliana.files.wordpress.com/2015/05/rifiuto-della-scheda-elettorale-libra1.pdf




NOTIFICA E DICHIARAZIONE DI RIFIUTO DELLA SCHEDA ELETTORALE




Il/La sottoscritto/a _____________________________________ nato/a a ___________________ il _____________ , iscritto/a nelle liste elettorali del Comune di ______________________ con tessera elettorale n. ____________ 


DICHIARA 



DI RIFIUTARE LE SCHEDE ELETTORALI PER I MOTIVI DI SEGUITO ILLUSTRATI. 


a) NON RICONOSCO LEGITTIMITA’ DEMOCRATICA AL MINISTERO DELL’INTERNO, che ha indetto le presenti consultazioni elettorali, anzi segnalo l’illegalità dell’attuale Governo. Infatti, anche dopo l’inequivocabile sentenza costituzionale n.1/2014, non ha rassegnato le dimissioni e prosegue a governare e legiferare in disprezzo della Costituzione e in violazione dell’art. 287, 1° co. c.p. – Usurpazione di potere politico, nonché di altri gravi reati contro lo Stato, che comportano l’obbligo di arresto in flagranza (art. 380 c.p.p.), anche in presenza d’immunità politiche. A tal fine, chiedo d’informare l’Autorità giudiziaria e di Pubblica Sicurezza competenti. 
b) L’ENTE REGIONALE/LOCALE I CUI ORGANI SONO CHIAMATO/A AD ELEGGERE, NON HA ALCUN REALE POTERE, in quanto i vincoli europei e le leggi nazionali finanziarie e fiscali – in entrambi i casi deliberati da organi non democratici, né legittimi – riducono del tutto le sue potestà e capacità decisionali, con lesione dell’autonomia e della sussidiarietà verticale di cui agli artt. 117-119 Cost. 
c) NON HO ALCUNA INTENZIONE DI CONTINUARE AD ALIMENTARE QUESTO ‘SISTEMA’: nessun partito mi rappresenta, o ha nel suo programma il ripristino di tutte le sovranità popolari, inclusa quella monetaria, e dei diritti costituzionali, né tantomeno l’osservanza dei trattati sui diritti fondamentali della persona ratificati dalla Repubblica italiana ex art. 11 Cost., in particolare quelli recepiti con Legge n. 881 del 1977 e la “Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo” dell’O.N.U. del 1948. 


CHIEDE CHE 


copia della presente dichiarazione/motivazione del rifiuto delle schede venga allegata al processo verbale, ai sensi dell'art. 104, comma 5 del D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 e sue successive modifiche. 










Luogo e data__________________ 


Firma del dichiarante                                                                        Firma del Presidente del Seggio



Intanto se siete sulla mia stessa lunghezza d'onda vi chiedo di divulgare questo scritto sia in rete sia nella realtà. Caso mai se potete stampare altre copie potete darle ad amici e/o parenti.
Inoltre esiste una petizione, diretta ai magistrati italiani,  in rete che sta raccogliendo le firme per indagare tutti i politici per Usurpazione di potere politico.
Ripristiniamo la vera Democrazia, la Costituzione e la buona economia.

Se volete contribuire andate qui


cliccate e apponete la vostra firma




#fermiamoladittatura - Indagate tutti i politici per Usurpazione di potere politico, ripristiniamo democrazia, Costituzione e buona economia!

Ora basta, riprendiamoci il nostro benessere! Questa è L'UNICA POSSIBILITA' PACIFICA E LEGALE PER LIBERARE L'ITALIA DAVVERO da un Parlamento ed un Governo illegittimi e corrotti e per riprenderci la democrazia, che è il presupposto di qualsiasi cambiamento a favore del Popolo.
Art. 287, 1° co. Codice Penale - USURPAZIONE DI POTERE POLITICO
"Chiunque usurpa un potere politico, ovvero persiste nell'esercitarlo indebitamente, è punito con la reclusione da sei a quindici anni."
NON E' LA SOLITA DENUNCIA su fatti parziali e di semplice corruzione, contro singoli personaggi e con pene minime, ma coinvolge TUTTI I POLITICI PER GRAVISSIMI CRIMINI contro la democrazia, l'umanità ed i più fondamentali diritti, con pene dai 10 anni all'ergastolo.
FIRMA E RENDITI INDIPENDENTE DAI GRANDI MEDIA PER CONTRIBUIRE AL CAMBIAMENTO CON UNA DI QUESTE 3 SEMPLICI AZIONI:
1. invia il link della petizione tramite MESSAGGI PRIVATI FB individualmente o e-mail a tutti gli amici ed ai giornalisti, esperti, blogger, politici, associazioni e movimenti che segui. 
2. condividi OGNI SETTIMANA sui social, su tutti i gruppi, eventi e pagine FB a cui sei iscritt* e nei commenti ai post
3. organizza GAZEBO per la raccolta firme, contattando il Gruppo Libra, che fornirà il materiale informativo.
________________________________________________
i MOTIVI 
Ormai lo dicono anche fonti ufficiali, l'Italia è in dittatura. La Magistratura è IL SOLO ORGANO deputato in democrazia a punire e fermare chi compie un reato, non possiamo rinunciare alla Giustizia, PRETENDIAMOLA! Dopo la raccolta firme sarà messa a disposizione dei cittadini anche FORMALE DENUNCIA da presentare e saranno organizzate MANIFESTAZIONI A ROMA ed in altre città.
NON CI FANNO VOTARE DA QUASI 10 ANNI, COME SI PUO' ANCHE SOLO PENSARE CHE POSSA CAMBIARE QUALCOSA A NOSTRO FAVORE? Non abbiamo più lo strumento fondamentale per farci rispettare: il voto. Ma loro sono pochi, siamo noi la maggioranza, non dimentichiamolo. BASTA AGIRE UNITI E FARE OGNUNO LA SUA PARTE DIFFONDENDO PER SUPERARE IL SILENZIO DEI MEDIA!
Solo quando temeranno per la propria libertà gli illegali lasceranno i posti di potere e potremo finalmente VOTARE CON IL PROPORZIONALE, che la sentenza della Consulta ha lasciato in vita e che è il sistema più rappresentativo, l'unico che può davvero far emergere forze politiche nuove. 
Se vuoi essere parte di questa Resistenza innovativa, intelligente, legale e pacifica, se ci tieni all'Italia, alla tua libertà e ai tuoi diritti:
FIRMA, CONDIVIDI PIU' VOLTE ED INVIA SINGOLARMENTE A TANTI AMICI QUESTA PETIZIONE!
IL MASS MEDIA PIU' POTENTE SONO LE PERSONE!

******************************
Contattaci, abbiamo bisogno di te!
REFERENTE TECNICO (per associazioni e gruppi politici o di lotta popolare e questioni tecnico-legali)
Era Angal: gruppotecnicolibra@gmail.com O MESSAGGI SULLA PAGINA FB (v. sotto)
REFERENTE ATTIVISTI - Luca Rossi: 329 89 73 193 (dalle 19.30 e la domenica)

**** PARTECIPA ED ORGANIZZA LA PROTESTA POPOLARE PER SOSTENERE L'APERTURA DEL PROCESSO! ****
PAGINA FB: NORIMBERGA ITALIANA La LiberAzione Nazionale TecnicoPopolare
EVENTO FB: NORIMBERGA ITALIANA: ARRESTATELI TUTTI! VOGLIAMO TORNARE A VOTARE!
GOOGLE: denuncia politici Libra – Libra Norimberga italiana
LETTERA A
A TUTTI I MAGISTRATI DELLA REPUBBLICA ITALIANA
A tutte le Procure della Repubblica italiana
e p.c.
Al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella 
Alla Corte Costituzionale
Al Consiglio Superiore della Magistratura

Illustrissimi Magistrati della Repubblica italiana,

con sentenza n. 1/2014 la Corte Costituzionale decretava la grave illegittimità del sistema elettorale utilizzato in Italia da ben nove anni. Nelle motivazioni della massima giurisdizione dello Stato si legge che le condizioni stabilite dalle norme censurate sono “tali da alterare per l’intero complesso dei parlamentari il rapporto di rappresentanza fra elettori ed eletti. Anzi, impedendo che esso si costituisca correttamente e direttamente, coartano la libertà di scelta degli elettori nell’elezione dei propri rappresentanti in Parlamento,...”.

A distanza di più di un anno, non solo non si è proceduto allo scioglimento delle Camere, unica soluzione chiaramente prospettata dalla Consulta tramite il richiamo per analogia alla prorogatio, ma queste persone, che usurpano il potere politico (art. 287 c.p. 1°, co.) e compiono altri gravi reati contro lo Stato, stanno procedendo a smantellare persino l'impianto repubblicano, tramite radicali riforme costituzionali.

I risultati di questo drammatico e profondo sovvertimento dell'ordine costituzionale sono devastanti: assistiamo alla cessione della sovranità popolari ad organizzazioni sovra-nazionali non democratiche, che ci guidano verso una crisi sempre più grave del settore produttivo italiano - che solo dieci anni fa era il primo in Europa -, a due suicidi al giorno per motivi economici, alla distruzione ormai pressoché completa dei diritti e delle garanzie contenute nel Titolo III della Costituzione ed alla svendita delle nostre ricchezze nazionali a multinazionali e società straniere.

Se la democrazia si basa sulla separazione e l’indipendenza dei tre poteri dello Stato, è proprio perché se qualcuno di essi dovesse degenerare, gli altri possono contenerlo e riportarlo alla legalità. Infatti, oggi anche la Magistratura è sotto attacco di questi illegali e temiamo che una volta abbattuto anche il potere giudiziario e la legalità che Esso assicura, non ci sarà altro che dittatura, violenza e caos.

Per questo, come cittadini della Repubblica italiana, unici legittimi titolari delle sovranità democratiche, chiediamo di fermare immediatamente questa deriva autoritaria, arrestando e processando i responsabili, affinché venga ripristinata democrazia, Costituzione e tutte le sovranità del Popolo italiano.

Certi che accoglierete con la dovuta attenzione e sollecitudine il nostro urgente appello per la salvezza della democrazia, porgiamo distinti saluti,





















Condividi OkNotizie

POST RECENTI

Article To PDF

Post popolari in questo blog

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

ITALIA APPELLO EMERGENZA NEVE: MAL TEMPO NEVE E IGNAVIA GOVERNATIVA

I MIEI LIBRI IN VENDITA