Passa ai contenuti principali

UN NOBEL AGLI ANIMALI COMUNICATO STAMPA AGENDA PIANETA TERRA









4 settembre 2015
COMUNICATO STAMPA  

ANNO 2016: 

UN NOBEL AGLI ANIMALI

Le motivazioni:
Fino ad oggi - tranne che per una esigua ma illuminata minoranza - ha dominato la cultura umana un grande pregiudizio: il divario assoluto tra "L'UOMO" e gli "Animali". In seguito a tale presunta differenza l'uomo ha trattato gli animali come sua proprietà con l'arroganza di un dittatore, con la ferocia di un affamato, con il sadismo o con l'indifferenza, come oggetti di produzione, di commerci, di sfruttamento, trascurando la cultura di ogni specie e di ogni individuo, senza empatia, né compassione per la loro sofferenza o per le loro esigenze, per le loro capacità di amore, di intelligenza, di sentimenti.
Un autismo morale, un egocentrismo specifico, fino alla negazione dei loro diritti alla vita e alla libertà.
Rendendo schiavi e oggetti tutti gli animali l'uomo ha fondato il suo progresso sulla loro sofferenza, sul loro sangue e sulla loro morte: animali "feroci" e “nocivi”, animali "miti" uccisi per sacrifici, riti, religioni, cibo, oggetti d'uso, trasformati in pellicce, borse, scarpe, materassi, piumini, cuscini, vestiti, sottoposti ai più sadici esperimenti scientifici, commerciali, bellici, spaziali, mangiati più per il piacere del gusto che per necessità di sopravvivenza, cacciati in terra, in aria, in acqua, sparati, fiocinati, squartati, addomesticati e usati come unico mezzo di trasporto, curati e poi abbandonati o ammazzati, rinchiusi nei canili, negli zoo, nei circhi.
Tutto questo e molto altro con l'alibi che gli animali siano al servizio dell'uomo. Fin dall'antichità invece in ogni parte del mondo la cultura di pochi ha considerato gli animali in modo diverso, spinta dall'empatia alla vera conoscenza, all'amore, al rispetto di ogni essere vivente.
Oggi la cultura umana nella sua evoluzione etica comincia ad accettare le ragioni e i sentimenti degli animalisti, dei vegani e degli antispecisti, e, prendendo coscienza della sua precedente "barbarie" razzista e specista, è in grado di lasciare finalmente in pace gli animali, tutelandoli nel loro ambiente e concedendo anche a loro "la libertà".
Un Premio NOBEL agli animali avrebbe un grande impatto sull'opinione pubblica, sull'evoluzione mentale di chi ancora vive nel buio dell'inciviltà. Sarebbe una luce per un futuro di giustizia e di pace tra gli individui, gli Stati, le etnie e le specie che verranno.
Il Premio Nobel ha un grande potere. Questa volta invece che a una persona o a un’organizzazione di ricerca o di pace, potrà essere conferito simbolicamente alla Memoria di miliardi e miliardi di creature torturate e massacrate nei tempi oscuri del passato e potrà avere un significato eccezionale oggi e per il futuro di un ambiente risanato e della Pace di tutta la popolazione animale di cui anche l'uomo nuovo fa parte.


gli amministratori del sito web di Agenda del Pianeta Terra

                            Laura Girardello                                                                   Giovanni Peroncini


Agenda del Pianeta Terra           www.agendadelpianetaterra.net


Condividi

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

IL CLOUD E LA TECNOLOGIA 5G PORTA DI ACCESSO AL TRANSUMANESIMO

Essere informati sulla realtà dei fatti può aiutare a salvare la vita a milioni di esseri viventi. Mobilitiamoci, uniamoci contro questo attacco alla vita.







La tecnologia sta avanzando a passi da gigante e oramai il 5G è realtà. Cos'è questa tecnologia? Innanzitutto deve essere chiaro 




IL 5G È UN'ARMA
è una tecnologia “pericolosa” perché consentirebbe ai governi di controllare i propri cittadini. Il governo del "finto cambiamento"sta promuovendo tale tecnologia usando la scusa che renderebbe le reti telematiche più veloci ed efficienti, in realtà è un'arma letale che incrementerà innumerevoli disturbi, dall'insonnia fino alla neoplasia cerebrale.
Non è che perché sono una complottista che scrivo questo post, non sono io a dire che il 5G è pericolosissimo! Infatti interferisce con le vibrazioni naturali (dalla risonanza Schumann alle onde encefaliche degli esseri viventi), destabilizzando tutto: DNA, bioritmi, ciclo vegetativo delle piante, fenomeni atmosferici, equ…

THE TRIP UN VIAGGIO NELLE ONG (COME AVAAZ, CHANGE.ORG, GREENPEACE, TRANSPARENCY INTERNATIONAL, WWF...) E IL POTERE OSCURO SOROS E SIONISMO

Tanto tempo fa mi iscrissi ad Avaaz, convinta che fosse veramente dalla parte dell'uomo comune. Nel mondo sono tantissime le persone che sono cadute in questo finto bene. Purtroppo poi, se si decide di fare una ricerca su chi c'è dietro a gestire, si scopre un mondo sommerso dove il bene proprio non esiste. I promotori, i dirigenti, sono collusi proprio con i poteri che stanno distruggendo, affamando e ammalando la Terra e le sue forme viventi. È un brutto colpo da sopportare ma se si vuole veramente uscire dal tunnel, tutto deve essere rivelato, denunciato e quindi superato.
Giunsi a decidere di approfondire su chi stava dietro le quinte di queste associazioni falsamente umanitarie perché ad un certo punto mi posi la domanda: "ma se nel mondo sono in tanti a collaborare e ad abbracciare questi movimenti, possibile che tutto va peggiorando?"

Non parlo quasi mai di me ma devo dire che ho sempre avuto fiducia e sin da molto giovane ho sempre cercato e desiderato porta…