IL MONDO CHE VERRÀ TERZA PARTE SPIRITUALITÀ

Fino ad oggi ho creduto veramente che una nuova era potesse arrivare e così ho iniziato a documentarmi e a leggere. Come penso sia capitato a tanti sono entrata nel tour della teosofia, così ho letto gli scritti della Blavatsky, quindi ho incontrato la Bailey, poi, ho continuato a leggere per capire di cosa si trattava quella che gli antichi maya chiamavano avvento della nuova Era, l'Acquario, l'Era dell'Amore.

Sotto un certo aspetto è vero perché colui che raggiungerà il punto primo, quello che ha veramente creato  il tutto, conoscerà la non morte, l' Amore , che vuol dire a mors senza morte ossia vita.

Sarà qui sulla Terra?

Da almeno tre anni leggo di dimensioni, terza, quarta quinta; di chakra, di mantra da proferire per riuscire a vedere l'oltre e connettersi. Ovunque  leggi ti dicono di praticare pronunciando parole che trovano la loro origine nell'antichità. Ti incoraggiano dicendoti che facendo così riuscirai a vedere l'aurea delle persone, riuscirai ad andare nelle altre dimensioni. Cosa succede allora? Vuoi riuscirci ti senti monco, defraudato di una capacità innata. Qualcuno, e sembra che accada da tempo immemore, ci ha manipolato.

La prima emozione che si prova è rabbia perché non ci hanno detto la verità, ci hanno riempito di una storia fasulla piena di incongruenze e al novanta per cento menzognera e, inoltre, vuoi anche riappropriarti di queste capacità interiori che con le varie indicazioni si dice raggiungerai (basta avere la perseveranza). Poi proseguendo si incontrano le denunce varie di un sistema governativo e religioso in cui hai creduto per gran parte della vita. Scopri che è maligno; scopri i collegamenti con le massonerie e arrivi a comprendere che tutto è opera prima di queste congreghe che poi alla fine si riduce in una principale che oggi occupa il soglio pontificio. Contemporaneamente vieni introdotto nel tour extraterrestre e lì ci si perde ancora di più tra false informazioni e mezze verità. Insomma è un vero labirinto pieno di trabocchetti.

Per ultimo non perché siano meno importanti, vieni anche a conoscere il fatto che
le cure mediche in realtà non curano ma fanno ammalare, sterilizzano per accompagnarti, prendendoti per mano sin dalla tenera età, ad una morte stabilita e pianificata a dovere;

l'alimentazione è un altro metodo di riduzione umana;

le varie attività sociali, da quelle dello svago a quelle benefiche, che hai creduto sempre positive, in realtà ti portano a compiere scelte conformi alle decisioni di questo gruppo di potere che ha un unico scopo legarti a loro nella materia e nello spirito;

sconsolato alzi gli occhi al cielo e scopri che nemmeno più la volta celeste è quella che hai sempre creduto; scopri che con ogni respiro immetti dentro al corpo veleni e magari per una vita hai fatto attenzione a non fumare a seguire diete sane ed equilibrate seguendo i consigli di chi si spacciava esperto.
Così ci si butta nella medicina alternativa pensando di uscire da questo tunnel di manipolazione.

Magra e pia illusione. Tutto è già stato studiato ogni alternativa che ci si prospetta è stata creata antecedentemente sempre da questo gruppo. Loro sono avanti a noi di millenni e sanno già anche come noi risponderemo.
La nuova era, l'Era dell'acquario è un'ennesima menzogna è opera ancora di costoro e chi si è dissociato dal credo prestabilito e abbraccia questo nuovo pensiero finisce che rientra nel prestabilito soltanto da un'altra porta, la New Age. Questa corrente è sempre un'invenzione del gruppo in comando, è sempre idea dell'élite.

La nostra vita in realtà è una metafora, una vera illusione la vita che tanto sentiamo come unica realtà non è questa. Noi accediamo nelle illusioni da vari punti e senza capirlo ciò che poi impariamo a vivere come realtà sono le varie illusioni e finiamo con l'identificarci al punto da creare una realtà personale che diventa la prigione della vera realtà.

Se riusciamo ad aprire uno spiraglio di luce, allora, solo allora, iniziamo a comprendere che siamo anime galeotte, prigioniere di pensieri , desideri, passioni, emozioni che nei millenni sono divenuti materia e hanno condotto le anime in una prigione senza pareti ma più inespugnabile di Alkatraz. La rigionia dell'anima è espressa nella materia ma come non la sentiamo con il cuore, così non la viviamo sulla Terra. Come ho scritto in altri post ogni essere umano è schiavo sia nella realtà, guardate i documenti, sia nella dimensione eterica.

Purtroppo siamo consapevoli che noi non stiamo vivendo in questa dimensione noi immaginiamo questa dimensione al punto che l'immagine si croncretizza nella materia che manipoliamo a seconda delle impressioni, delle emozioni che ci governano nell'arco della nostra esistenza. Così ingaggiamo battaglie contro le immaginazioni, battaglie che minano e rendono sempre più trasparente la vera realtà che non è quella terrena.

Questo modo di costruire con le navate, gli archi che portano comunque tutti ad un centro è la metafora materiale di come sarà condotta l'anima a tornare sempre e comunque al centro che, però, non combacia con quel centro che desidereremmo nel profondo,la vera UNITÀ; questo centro, dove sembra che qualcuno voglia condurci, è malefico.
Infatti veniamo portati a conoscere alcune pratiche e notizie che però provengono dalla stessa matrice, quell'inizio che fece annebbiare la vista al cuore umano, che fece cadere l'umanità, come si può leggere in molti testi.

La menzogna e l'inganno sono sempre in agguato e sempre vestite con gli abiti più dolci e delicati, emanano il più soave dei profumi e diffondono una melodia soave e il cuore, che purtroppo non è più capace di svolgere la funzione di timoniere della rotta, si lascia abbindolare e rapire. Raramente ci si accorge che si è imboccata una corrente fredda ed oscura e così finiamo nella tempesta tumultuosa dalla quale solo il migliore dei comandanti saprà uscirne incolume. Molti vascelli si sono arenati e troppi altri sono stati distrutti.

A lungo ho sentito dentro di me una dissonanza tra le parole pronunciate nella Bibbia, o in tanti altri scritti, e le azioni. Non so perché rimaneva sempre una specie di spia accesa come se volesse avvisarmi di qualcosa.

Ho il vizio di cercare di far combaciare le cose perché solo se tutti gli angoli collimano, come negli origami, la figura che si ha in mente si esprime perfettamente; però sempre qualche angoletto non si sovrapponeva alla perfezione.

Vengo al dunque; la menzogna satanica si esprime nella cultura mondale in vari punti:

1) per portarci a credere e adorare la legge del padre usando un fondamento che per gli esseri non ancora appartenenti a Satana risuona dentro, l'Amore; perciò chi ha scritto e divulgato sapeva benissimo della legge di risonanza, una legge universale.

2) le anime che ancora non si sono date all'oscurità vibrano con la luce e quindi dovevano usare il richiamo della luce se no non si cadeva nell'imbroglio.

3) Il Testo religioso più diffuso nel pianeta, la Bibbia, è caratterizzata dalla legge universale del sette , è l'unico libro che possiede in ogni parola, ogni frase, ogni periodo questa legge. Esiste uno studio a tal proposito:

(Tratto e adattato dal libro di Karl Sabiers “Nuove Straordinarie Scoperte” – Ediz. ERA) INTRODUZIONE Ivan Panin nacque in Russia il 12 dicembre 1855. Fu da giovane un attivo nichilista e partecipò ad azioni contro lo Zar e il suo governo, per cui fu ben presto esiliato dalla Russia. Dopo aver trascorso alcuni anni in Germania, emigrò negli Stati Uniti d’America, dove si iscrisse alla prestigiosa Università di Harward, laureandosi in Critica Letteraria. Divenne un apprezzato scrittore e un brillante conferenziere; era ben conosciuto nei principali circoli letterari degli Stati Uniti e del Canada. Fu anche editore di due giornali quotidiani. Durante tutto questo tempo, il Dr. Panin fu un agnostico convinto, tanto che quando accettò la fede cristiana, i giornali riportarono la notizia della sua conversione a grossi titoli. Nel 1890, mentre stava leggendo in greco il prologo al Vangelo di Giovanni, la sua attenzione fu attratta dal fatto che nel vers. 1 una volta la parola Theos (Dio) è con l’articolo, un’altra volta senza. Da brillante studioso qual era, decise di approfondire la cosa, quindi contò quante volte in tutto nel Nuovo Testamento ricorre la parola Dio con l’articolo e quante volte senza, riportando il risultato della sua ricerca in due colonne separate. Nel confrontare le due somme fu colpito dalla relazione numerica che esisteva fra le due. A questo punto decise di fare lo stesso procedimento con la parola Cristo ed altre parole ancora, trovando sempre la stessa sorprendente caratteristica numerica: il numero sette con i suoi multipli ricorreva immancabilmente. Fu questo l’inizio delle sue straordinarie scoperte sui testi ebraici dell’Antico Testamento e su quelli greci del Nuovo, conosciute ora in tutto il mondo come “la scienza dei numeri biblici”. Vi dedicò da dodici a diciotto ore al giorno per cinquant’anni, vivendo con la moglie in una quieta piccola fattoria canadese e rifiutando prestigiosi incarichi che gli avrebbero fruttato molto denaro. Prima di cominciare a pieno ritmo il suo lavoro, il Dr. Panin dovette allestire dei supporti, come concordanze, vocabolari e simili che gli permettessero una perfetta accuratezza dei conteggi (quelli disponibili non erano sufficienti per lo scopo che si era prefisso lo studioso). Ci vollero più di sei anni per questo lavoro preliminare. Altri due anni furono necessari per approntare un dizionario che catalogasse ogni parola del Nuovo Testamento, per ognuna delle quali vi erano sedici colonne di dati numerici. Infine, il suo lavoro riempì 40.000 pagine, fitte di calcoli. IMPORTANZA DEL NUMERO SETTE NELLA BIBBIA Il numero sette è decisamente importante nella Bibbia, esso è il simbolo di Dio e della Sua perfezione e completezza. Fin dal racconto della creazione con cui si apre il Sacro Libro, si nota come il settimo giorno di riposo, carico della benedizione divina, sia dato come un sigillo alla creazione stessa. In Egitto vi furono, al tempo di Giuseppe, sette anni di abbondanza, seguiti da sette anni di carestia. Quando Gerico fu conquistata dagli Israeliti, dopo l’esodo, il popolo e sette sacerdoti, che portavano sette trombe, marciarono intorno alla città per sette giorni consecutivi; il settimo 1 giorno marciarono intorno alla città per sette volte. Ogni sette anni la terra in Palestina non doveva essere coltivata (il settimo anno era chiamato appunto “anno sabatico” perché la terra veniva fatta riposare) e, dopo sette cicli di sette anni, il cinquantesimo anno era un giubileo. Naaman, generale del re di Siria, che andò a consultare il profeta Eliseo a causa del fatto che era malato di lebbra, fu da questi mandato a bagnarsi nel fiume Giordano per sette volte. Salomone impiegò sette anni a costruire il tempio all’Eterno e, alla sua inaugurazione, indisse una festa che durò sette giorni. Nell’ultimo libro della Bibbia, l’Apocalisse, tutto si svolge attorno a questo numero: sette chiese, sette candelabri, sette suggelli, sette trombe, sette coppe, sette stelle, sette spiriti... Il numero stesso dell’Anticristo, 666, ricorda al lettore, per contrasto, l’importanza della firma divina: dove essa è assente vi è il massimo dell’imperfezione (il 6 ricorda i giorni della creazione senza la benedizione di Dio). E’ dunque universalmente riconosciuto che il numero sette ricorre nella Bibbia in modo del tutto particolare e più frequentemente di ogni altro numero. Tuttavia solo con gli studi del Dr. Panin, fu messa in luce questa massa enorme di “sette”, nascosti sotto la superficie del testo ebraico e greco. Circa verso la metà dell’Ottocento (proprio quando nasceva Ivan Panin), si venne a creare una nuova scuola teologica, detta “Alta Critica”, i cui esponenti portarono il razionalismo fino all’estremo. Trattarono come leggenda o mito ogni singolo miracolo e fatto soprannaturale descritti nelle Sacre Scritture; misero in discussione scrittori biblici importanti, come il profeta Daniele (trattandolo come un ciarlatano vissuto al tempo dei Maccabei e gettando quindi una densa ombra sulle sue importanti profezie); sezionarono ogni versetto pretendendo di decidere quale parte fosse ispirata e quale no. Per la prima volta nella storia, gli attacchi alla Parola di Dio vennero dal cuore stesso del cristianesimo, furono diffusi mediante libri e predicati dai pulpiti. Sempre verso la metà dell’Ottocento, con Charles Darwin, la teoria dell’evoluzione soppiantava la fede nella creazione divina raccontata nella Bibbia... Nello stesso periodo, il Signore permetteva che sempre nuove prove archeologiche e scientifiche confermassero l’attendibilità della Sua Parola, la sua storicità, la veridicità di resoconti come il diluvio, ormai ritenuti mitici perché si credeva, a torto, che non fossero sostenuti da prove scientifiche. Le scoperte del Dr. Panin s’inseriscono, crediamo, nella scia di questi studi che, nel loro insieme, dimostrano, aldilà di ogni ragionevole dubbio, che la Bibbia è un libro davvero speciale, che porta l’impronta e il sigillo di Dio. Se andate al link inserito nel titolo trovate anche le dimostrazioni"

4) La Bibbia però, a mio giudizio, non è stata data dal vero Dio creatore ma da una sua creatura la stessa che oggi sta cercando di chiudere nelle sue mani ogni anima che è dentro questo ciclo, e che Aristotele chiamava Demiurgo, colui che insieme a Sophia si è allontanato dal centro.  Egli, ovviamente, conosce la regola del sette così ha ingannato l'uomo che quando avrebbe scoperto questa legge nello scritto avrebbe dedotto che era proveniente da Dio  finendo con il  considerare sacra la parola in essa contenuta. Se si fa calare il velo si può leggere letteralmente ciò che è scritto e si scopre che il Padre a cui ci si rivolge e si chiede aiuto e i suoi alleati in realtà sono esseri di un'altra dimensione e non tutti stanno operando per il bene. Questo è stato solo il mezzo per abbindolare i cuori inesperti degli uomini.

5) Se facciamo coincidere il fatto che questo Demiurgo è un extraterrestre, un Elohim, e che colui che incarna il concetto dell'amore è suo figlio che prosegue l'opera del padre, l'umano procede verso l'inganno. La figura del figlio non è quella che si crede. Predica bene incarna azioni anche giuste però è il figlio di un'entità che ha manipolato una creatura innocente per soggiogarla e renderla schiava.

A conferma di quel che asserisco ci sono gli scritti di alcuni studiosi esegeti e racconti di una una storia differente dove viene narrato che la Terra ospita differenti entità oltre ai terrestri. Queste, in ere remote poiché avevano bisogno di manodopera e conoscendo già la genetica, manipolarono una creatura rendendola evoluta; nacque l'uomo. Questi esseri poi comunicavano all'umanità attraverso uomini che avevano accolto ed abbracciato l'opera ed il pensiero di tali entità, i Sacerdoti. Con il tempo le entità si sono rese invisibili agli occhi umani, loro sono ancora qui ma vibrano ad una frequenza con la quale l'uomo non è capace ad accordarsi. Solo alcuni nei millenni ci sono riusciti e costoro vennero dichiarati eretici subirono torture e supplizi, persino la morte. Questi sacerdoti sono stati così abili da instillare nel cuore umano sentimenti e pensieri che non erano suoi insegnando a dubitare, a non fidarsi mai e a non condividere nulla. Instaurarono la legge del taglione che dichiararono tramontata solo quando seppero che era oramai presente nei geni umani. Con il tempo hanno costruito quindi il guardiano e che ci piaccia o meno ogni singolo essere umano è guardiano sia di sé stesso  (infatti ci si cerca di comportare per avere il consenso altrui) sia del suo vicino. In nome di "Dio" infine il capo supremo terrestre ha dichiarato di possedere lui l'autorità su tutto il globo, dichiarandosi padrone di ogni pezzo di terra e di ogni forma vivente.  (bolle papali).

Dell'era dell'acquario si parla da moltissimo tempo, sia nella New Age, di matrice gesuitica, sia nei testi religiosi antichi.

Nel Vangelo di Luca e di Matteo si può leggere che Gesù annuncia la prossima era quella dell'acquario, proprio quella che oggi la gran parte di umanità dichiaratasi risvegliata dalle menzogne sta attendendo credendo che sia l'avvento del tempo dell'amore.
Nel Vangelo di Luca si legge che quando i discepoli chiedono a Gesù dove si preparerà la Pasqua dopo la sua morte, Gesù replicò: "Appena entrati in città, vi verrà incontro un uomo che porta una brocca d'acqua. Seguitelo nella casa dove entrerà". L'uomo con la brocca d'acqua è la rappresentazione dell'Era dell'Acquario, che verrà dopo l'Era dei pesci, e quando il Dio Sole lascerà l'Era dei pesci (Gesù) entrerà nella casa dell'Acquario: in sostanza Gesù stava dicendo che dopo l'Era dei pasci verrà l'Era dell'Acquario.
Dal Vangelo di Matteo viene l'idea della fine dei tempi e della fine del Mondo, dove vi si legge che Gesù dice: "io sarò con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo", ma la parola mondo è una traduzione errata perché la parola originaria è "aeon" cioè "Era", quindi la traduzione esatta è "sarò con voi fino alla fine dell'Era", cioè Gesù-Sole terminerà quando terminerà l'Era dei Pesci, il cui termine rappresenta "la fine del mondo" e la "fine dei tempi" secondo questa allegoria astrologica.

Sapete che anche l'astrologia non è umana? Sembra, infatti, che era una pratica di queste entità, perciò...

6) Nella Bibbia e nel Corano si legge che l'uomo è stato creato da altri esseri che non sono la matrice originaria. Coloro che ci crearono sapevano molto su come avviene la fecondazione e nel Corano si può leggere:

IL CORANO E LA CREAZIONE DELL'ESSERE UMANO
(fonte:  http://thekeytoislam.com/it/scientific-explanations-quran-human-embryonic-phases.aspx)

Allah Altissimo chiarisce le diverse fasi di evoluzione dell’embrione dicendo

(23:12- 16): In verità creammo l’uomo da un estratto di argilla. Poi ne facemmo una goccia di sperma [posta] in un sicuro ricettacolo, poi di questa goccia facemmo un’aderenza e dell’aderenza un embrione; dall’embrione creammo le ossa e rivestimmo le ossa di carne. E quindi ne facemmo un’altra creatura. Sia benedetto Allah, il Migliore dei creatori! E dopo di ciò certamente morirete, e nel Giorno del Giudizio sarete risuscitati. Ecco le fasi per le quali passa la creazione dell’uomo secondo il Corano:

L›inizio dello sviluppo umano


Prima fase: é la fase dell’argilla ed è l’origine da cui è stato creato Adamo - pace su di lui- padre dell’umanità; questo versetto è la refutazione della teoria dell’evoluzione, visto che Allah Eccelso dice che l’uomo è stato creato indipendentemente e non è il risultato di una evoluzione di un altro essere.Lo sperma eterogeno: che risulta dallo sperma dell’uomo che si mescola a quello della donna: in questa fase Allah Altissimo decide la fecondazione dell’ovulo femminile o meno; nel secondo caso lo sperma maschile e l’ovulo della femmina muoiono; nel primo caso si assiste alla nascita di un liquido eterogeneo che costituisce l’inizio della creazione. Lo stesso liquido se Allah lo vuole può venire cacciato all’esterno dell’utero e la donna non avere fertilità; nel caso in cui Allah volesse il contrario questo liquido si accolla alla parete dell’utero per iniziare ad alimentarsene.



Diagramma che indica la fecondazione, la processione della fecondazione inizia quando lo sperma contatta l’ovocita secondario della membrana plasmatica e termina con la compenetrazione dei cromosomi materni e paterni alla metafase della prima divisione mitotica dello zigote. L’ovocita secondario circondato da spermatozoi diversi, due dei quali sono penetrati nella corona radiata. (Tratto dal Dr. Keith Moore, L’inizio dello sviluppo umano, pg. 34 - 7a edizione).


Allah Eccelso dice:

(76:2): Invero creammo l’uomo, per metterlo alla prova, da una goccia di sperma eterogenea e abbiamo fatto sì che sentisse e vedesse.Allah Eccelso dice:

(22:5): O uomini, se dubitate della Resurrezione, sappiate che vi creammo da polvere e poi da sperma e poi da un’aderenza e quindi da pezzetto di carne, formata e non formata - così Noi vi spieghiamo - e poniamo nell’utero quello che vogliamo fino a un termine stabilito.

La terza fase: l’embrione «alaka» Letteralmente sanguisuga: si accolla alla parete dell’utero per iniziare ad alimentarsi dal suo sangue, esattamente come il sanguisuga che si alimenta dal sangue umano.


Vista laterale di un embrione (24-25 giorni). B. Disegni che illustrano le similitudinitra una sanguisuga e un embrione umano allo stadio ‘alaqah’. (Tratto dal Dr. Keith Moore, L’inizio dello sviluppo umano, pg. 34 - 7a edizione).


Diagramma del sistema cardiovascolare primordiale in un embrione di circa 21 giorni, visto dal lato sinistro. Osservazione della fase transitoria di coppie di vasi simmetrici. (Keith Moore). Ogni tubo del cuore continua dorsalmente in una aorta dorsale che passa caudalmente.L’aspetto esterno dell’embrione e del suo sacco è simile a quella di un coagulo di sangue, a causa della presenza di quantità relativamente grandi di sangue presenti nell’embrione.


Sezione di un embrione impiantato (circa 21 giorni). In questo diagramma possiamovedere la sospensione dell’embrione durante la fase di ‘alaqah’ nel grembo maternodella madre.

Quarta fase: é la fase di «mudhgha», oppure del boccone masticato; l’embrione viene chiamato così perchè presenta una grande somiglianza con un boccone di carne masticato.
Microfotografia di un embrione umano allo stadio di quattro settimane e mezzo. (Keith Moore) Dimensioni attuali 4,5 mm.

A- Figura: Guarda le similitudini tra un pezzo di gomma masticatoe una foto reale di un embrione. Come è possibileche un uomo illetterato fornisca tali istruzioni precise sull›embrione? In effetti non è che una rivelazione di Dio!
B- L›embrione in questa fase è simile ad una sostanza masticata, a causa dei metameri nella parte posteriore dell›embrione che assomigliano a tracce di denti in una sostanza masticata

Quinta fase: è quella della formazione delle ossa.
Sesta fase: copertura di carne dello scheletro.
Settima ed ultima fase: é un’altra creazione; si procede alla creazione della sembianza, dell’apparenza e di un’anima che viene infusa.

L’embrione umano passa attraverso diverse fasi in una tripla oscurità come.

Allah ce lo dice nel Corano:
(39:6): Vi ha creati da un solo essere, da cui ha tratto la sua sposa. Del bestiame vi diede otto coppie. Vi crea nel ventre delle vostre madri, creazione dopo creazione, in tre tenebre [successive]. Questi è Allah, il vostro Signore! [Appartiene] a Lui la sovranità. Non c’è altro dio all’infuori di Lui. Come potete allontanarvi [da Lui]?

Il miracolo del Corano in questo versetto sta nel fatto che ha indicato che l’embrione ha tre involucri che vengono designati come oscurità, perchè sono impermeabili, attraverso cui non passa nè l’aria nè l’acqua, nè la luce, nè il caldo. Queste tre coperture si vedono solo quando si procede ad un’operazione chirurgica precisa. Sono coperture che sembrano ad occhio nudo come una sola.

Il professor M. Bucaille dice:


Queste tre oscurità fanno da tre ostacoli che separano l’embrione dall’ambiente esterno. Egli vive in un involucro che sta all’interno dell’utero che a sua volta è all’interno della donna. Perciò le tre oscurità possono spiegarsi come detto sopra. Come è da notare che l’embrione è in posto sicuro, isolato e lontano dalle influenze esterne.
Allah Altissimo dice:

Non vi creammo da un liquido vile, che depositammo in un sicuro ricettacolo per un tempo stabilito? Siamo Noi che lo stabiliamo. Siamo i migliori nello stabilire [tutte le cose].

Disegno di una sezione sagittale di un utero gravido di 4 settimane, mostrando la relazione tra le membrane fetali e la decidua e l’embrione


Il professor Keith Moore ,capodipartimento di chirurgia e geni all’Università di Toronto in Canada, scrive nel suo libro: Lo sviluppo umano: Quando ho passato in rassegna tutte le tappe di evoluzione dell’embrione nel feto della madre, tappe registrate con l’ausilio dei più moderni strumenti scientifici e tecnologici, ho trovato che corrispondono esattamente a tutto quello che è menzionato nel Corano riguardo alle tappe di formazione delle ossa, della carne e via di seguito.» Quando gli fu posta la domanda se il profeta dell’islam poteva conoscere tutti questi particolari sull’embrione, il professore rispose: « Impossibile! Il mondo intero in quell’epoca non sapeva che l’embrione si formava attraverso fasi; anzi la scienza attuale non è nemneno pervenuta a dare un nome ai cicli di formazione dell’embrione dando solo numeri complicati, mentre il Corano le designa sotto un numero limitato di nomi semplici e molto precisi. É chiaro che quelle indicazioni sono giunte al profeta da Allah, attraverso la rivelazione.

Il dottor Gerald Corringer,professore di geni alle Università americane dichiara:Molte delle verità menzionate dai relatori musulmani corrispondono perfettamente con le verità a cui la ricerca scientifica è oggi pervenuta.

See more at: http://altragenesi.blogspot.it/2015/06/il-corano-e-la-creazione-dellessere.html#sthash.YVUNb8kf.dpuf

Ora se si collega questo scritto con ciò che Biglino sta divulgando la grande menzogna millenaria potrebbe finalmente venir cancellata. 
Andare alle dimensioni superiori non è altro che vibrare in un modo differente e ciclicamente nell'universo, poiché tutto si trasforma, questo avviene. Assurdo pensare che poiché viene detto che il mondo è questo, ciò non possa accadere, che è menzogna, fantasia da New Age. Hanno, volutamente, mischiato informazioni vere con falsità per far perdere la strada che farebbe sapere chi è l'uomo.
Bisogna a questo punto abbandonare ciò che lega di più a tutto, ossia i concetti morali; pensiamo in modo distaccato e molte bugie cadranno da sole.
Abbandoniamo i sensi di colpa; il concetto di giusto e sbagliato; di santo e demone; di angeli arcangeli da un lato e dall'altro di diavoli e Satana; di bene e di male e iniziamo a capire cosa viene raccontato da millenni  in ogni angolo della Terra.  Man mano che ci staccheremo dal grande oblio la verità salterà sempre di più agli occhi.
Inoltre proviamo anche a vedere che la stessa menzogna è nell'informazione ufologica, è in quella gnostica è ovunque perché tutto ciò che ci è concesso di leggere è in parte verità e in parte bugia. Il metodo migliore per riuscire a giostrarsi nel labirinto, lo stesso labirinto che è presente nello gnosticismo (fatalità? Coincidenza? Mah!) è il divergere. Stacchiamo ogni spina di connessione con ogni concetto e pian piano sveleremo la verità. Poi se si desidererà condividerla bisognerà accettare che pochi pochissimi capiranno ciò che stai dicendo perché man mano ci si allontana dal comune senso, dal comune sentire e pensare e si diventa differenti. Accettare questo stato è giusto perché non si può imporre il proprio volere e ognuno ha il suo cammino e il suo tempo.
Forse non ci si riuscirà in questa vita e quindi rimanendo legati a questa densità torneremo ma poiché tutto viene registrato saremo avvantaggiati nella prossima esistenza. Se, invece, faremo cadere le barriere allora ci libereremo da questa schiavitù.

La barriera è l'insieme di quei fili che ci tengono legati alle spine. Stacchiamoli uno ad uno e mentre lo facciamo saliamo di note fino a raggiungere l'ottava superiore. Quella è la nostra casa dove tutto è in armonia.



Paperblog Condividi OkNotizie

POST RECENTI

Article To PDF

Post popolari in questo blog

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

ITALIA APPELLO EMERGENZA NEVE: MAL TEMPO NEVE E IGNAVIA GOVERNATIVA

I MIEI LIBRI IN VENDITA