Passa ai contenuti principali

RENZI E BRUGNARO GLI STUDENTI STANNO ARRIVANDO





Siamo gli studenti e le studentesse, i giovani della città. L'11 novembre ci riprenderemo le piazze per reclamare quello che anno dopo anno ci viene negato, quello che viene stravolto da ogni sopruso, il sogno in nome del quale costruiamo ogni lotta: un futuro degno.
Futuro degno che si concretizza in una scuola diversa, attiva, che punta a formare senso critico e interesse negli studenti. Futuro degno che si concretizza in una città diversa, solidale e viva, basata su politiche sociali volte a migliorare realmente la vita dei cittadini e a tutelare i più deboli.
L'11 novembre scenderemo in piazza contro chi ci impedisce di concretizzare il nostro sogno, contro chi ogni giorno si pone tra noi e la costruzione di una società migliore.
Tra questi spiccano due principali responsabili: il primo è il presidente del consiglio Renzi, padre dell'aziendalizzazione e della svendita della scuola pubblica, ennesimo sostenitore della devastazione dei nostri territori, capo di un governo non eletto che promuove un cambiamento malsano, spacciato come l'unico possibile, attraverso il Jobs Act e la Riforma Costituzionale; il secondo è l'autodefinitosi “primo renziano di Venezia” Luigi Brugnaro, sindaco di una città dove gli spazi per i giovani sono sempre meno, i servizi ai cittadini vengono tagliati e le uniche proposte della giunta si concretizzano in politiche sterili e dannose, che di fronte a problemi reali conducono una lotta contro il fantomatico degrado a colpi di rimozioni forzate di spazi e luoghi, andando a “nascondere la polvere sotto il tappeto” piuttosto che costituire un processo di tutela sociale per l’effettiva soluzione dei problemi.

In una società che ci vuole addormentati e che fa di tutto per non farci sognare una società diversa, noi giovani e studenti ci riprendiamo il futuro a partire dalle piazze e dalle strade della nostra città, dove grideremo insieme il nostro NO a quello che ogni giorno ci viene imposto e spacciato come necessario e migliore.

Renzi, Brugnaro... STIAMO ARRIVANDO !

CI VEDIAMO VENERDI’ 11 NOVEMBRE ALLE 9:00 ALLA STAZIONE DEI TRENI DI VENEZIA

Make Students Rage Against
Coordinamento Studenti Medi Venezia-Mestre



E non dite che i giovani di oggi sono sdraiati vogliono cambiare lo stato delle cose e sarebbe bello che tutti domani si unissero a loro per far sentire ciò che è giusto 

CHIEDO DI DIVULGARE IL PIÙ POSSIBILE AFFINCHÉ QUEST'AZIONE DIVENTI VIRALE APPOGGIAMOLI NE HANNO IL DIRITTO E NOI , GENITORI E PIÚ VECCHI IL DOVERE.

PAGINA FACEBOOK:
https://www.facebook.com/coordinamentostudentimedi.veneziamestre/photos/gm.1120901871311249/1410457915648408/?type=3&theater
OkNotizie

Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …

TRATTATO DI CASSIBILE NAZIONI UNITE UNHCR & GESUITI

In questo video, creato in collaborazione con Piero Faticoni , mettiamo in luce la parziale denuncia della Meloni. Stanno aumentando i politici che denunciano pubblicamente il coinvolgimento di George Soros nelle crisi economiche. Ma voi veramente pensate che lo fanno perché vogliono sistemare tutto? Se volessero questo, ad esempio, nel nostro Paese renderebbero pubblico il fatto che chi governa dal 1945, per non parlare prima, è l'Organizzazione delle Nazioni Unite. Dovrebbero dire chi sono in realtà, invece omettono questo, come non dichiarano che con il certificato di nascita tutti diventiamo Trust di proprietà dello Stato e quindi non esistono proprietà private perché come siamo riconosciuti , ossia schiavi, siamo noi, popolo, ad essere oggetti di proprietà. Perciò per favore smettetela di seguire questi bugiardi reiterati ed iniziate a ragionare. Soros sarà silurato dal potere e tutti i politici seguono l'ordine. Soros a questo punto potrebbe ammettere le sue responsabili…