Passa ai contenuti principali

DONAZIONE ORGANI O PREDAZIONE? COME FERMARE TUTTO QUESTO

Come dichiarare la non Donazione di Organi senza essere inseriti nelle liste ASL ma avere la certezza, invece, che venga rispettato il proprio volere.


Per chi non lo sa con la nuova Carta d'Identità Elettronica, CIE, tutti i cittadini, persino i minori, diventano donatori di organi automaticamente.

Se non si è dello stesso parere è il cittadino che deve comunicare il suo diniego. Se non lo fa, allora per la legge del "Silenzio Assenso Tacito Consenso [legge 91 del Primo APRILE 1999], si è donatori di Organi. Questo avviene perché i dati di ognuno sono collegati al database del Centro Nazionale Trapianti.

 È palese che è in atto un piano istituzionale per lo sfruttamento della persona in coma, programmaticamente sacrificata allo sviluppo del business della chirurgia sostitutiva degli organi, macabra espressione della scienza ufficiale, nonché agli interessi della sperimentazione in vivo.
E' lo Stato che diventa azienda di macellazione e distribuzione di organi, promotore dei trapianti e distributore di profitti. E' lo Stato che fa leggi ad uso e consumo della sua Azienda: Consiglio Superiore di Sanità, Istituto Superiore di Sanità, Ministero della Salute, Centro Nazionale Trapianti, Centro Nazionale Sangue, Centri Regionali e Interregionali di trapianto e di smistamento di organi, tessuti, cellule e sangue, ASL/AUSL, Ospedali, Cliniche, Banche di tessuti, ecc. Un indotto gigantesco con giri multimiliardari.

Allo scopo sono state approvate le seguenti leggi: 
  • nel 1993 la L. 578 impone la “morte cerebrale”, 
  • nel 1994 il D.M. 582 accorcia i tempi di cosi “accertamento” da12 a 6 ore
  • nel 1999 la L.91  silenzio assenso organizzazione finanziamento promozione trapianti import-export.
La L. 91 promulgata il 1° Aprile '99, prevede l'emanazione del Decreto attuativo (art 5) per indicare termini, forme e modalità per le notifiche dell'ASL a ciascun cittadino per la dichiarazione di volontà. 
Tale Decreto non è stato emesso dal Ministro, per cui è annullato l'art. 4 c. 2 e vigono le Disposizioni Transitorie. 
In sintesi: 
diritto di opposizione della persona per iscritto o, per chi non si è espresso, 
diritto di opposizione dei familiari (Non di donazione).

Dei 28 articoli, 6 sono disposizioni generali per il condizionamento di massa e l'attuazione della schedatura. 

Infatti, 
dopo l'emanazione del Decreto Attuativo (art. 5), chi non presenterà un'opposizione all'ASL sarà considerato donatore e la famiglia perderà il diritto di opposizione. 

Tale schedatura basata sul silenzio-assenso, pur pericolosissima, è comunque preferibile all'attuale liberalizzazione di qualunque forma di dichiarazione, promossa dall'ingannevole Decreto Bindi 08/04/2000 temporaneo e contro-legge che ha aperto a forme di inganno presso associazioni pro-trapianto, ospedali, ASL, Anagrafi, nonché il foglio libero falsificabile da chiunque.

Gli altri 22 articoli servono ad impostare la struttura e le gerarchie del business nonché la destinazione dei finanziamenti. Da non sottovalutare le nuove figure stipendiate e i cosiddetti “volontari” pagati, sguinzagliati nelle scuole, caserme, carceri... per condizionare all'accettazione della “morte cerebrale” dichiarata a cuore battente e alla donazione d'organi.


ATTENZIONE

in contrasto con la Legge specifica 91/99 art 5, che obbliga ad un decreto attuativo con 10 direttive, si è sviluppato un accordo tra Centro Nazionale Trapianti (CNT), Ministero e Associazione nazionale Comuni Italiani (ANCI), per fare incetta presso le Anagrafi di donazioni disinformate in occasione del rinnovo della carta d'identità. 

     ATTENZIONE 


il successivo decreto 11 aprile 2008 dell'ex ministra Livia Turco facilita i protocolli di “morte cerebrale”, imponendo indagini cerebrali invasive e dannose, riducendo anche per neonati e bambini a 6 ore il periodo di osservazione, con 2 soli controlli. 

    ATTENZIONE

surrettiziamente ed illegalmente viene praticata la preparazione immediata (1-5 minuti) a fini di espianto di organi da persone con attacco cardiaco, quindi a cuore non battente ma cervello vivo (Non Heart Beating Donor - NHBD): persone a cui si nega la resuscitation cardio-polmonare.  

Più che mai oggi è necessaria la preventiva opposizione scritta: concretamente la CARTA-VITA/Dichiarazione Autografa da noi diffusa da portare unita alla Carta d'Identità. Ci vogliono azioni diffuse di autodifesa per contrastare gli espianti: iscrivetevi e sosteneteci.
Visita la sezione "Difenditi e Sostienici" presente nel menù dove trovi la Carta-Vita



ATTENZIONE 1

Il “tesserino blu” diffuso dall'ex ministro della Sanità Rosi Bindi in abbinata al Referendum del 21.5.2000 è fasullo: è solo pubblicità ingannevole in violazione della legge 91/99.


ATTENZIONE 2

Alcune ASL/USL locali hanno attivato illegali ed abusive registrazioni di “dichiarazioni di volontà”, su promozione del Centro Nazionale Trapianti, senza attendere il Decreto del Ministro previsto dalla L. 91/99 art.5. 

Ciò è pericolosissimo per gli oppositori e ingannevole per i donatori.



Alla faccia della Privacy

Perciò siamo certi che in caso di ricovero ospedaliero, per incidente e magari con un trauma cranico, potrebbe accadere di ritorvarsi ad essere dei donatori senza volerlo.

Infatti se entro tre mesi dall'entrata in possesso della nuova Carta d'Identità non si comunica la propria scelta si diventa donatori.

Molti i medici che dicono che la donazione degli organi è omicidio, perché la morte cerebrale non è morte, e inoltre per assicurarsi gli organi omettono le cure riabilitative. 
Insomma il trapianto non dovrebbe avvenire, o per chi ci crede e lo appoggia, dovrebbe essere non imposto dallo Stato ma scelto da chi vuole diventare donatore.

Quando si va in Comune l'impiegato spinge a far accettare la CIE senza dare le giuste informazioni per coloro che non vogliono essere donatori.
Di più da quel che dichiara la Lega Antipredazione sembra che sia stata ideata una specie di lista nera dove vengono inserite le generalità di chi non vuole essere donatore e poi, alla fine siccome il Database del CNT non viene aggiornato, si risulta, comunque, donatori.

Questo, a mio giudizio, è:

 FRODE, VESSAZIONE 
oltre che 
NEGAZIONE DEI DIRITTI INALIENABILI UMANI.

In rete si legge che per riuscire a dichiarare il proprio diniego si deve presentare un modulo apposito rilasciato o dal Comune di appartenenza o dalla propria ASL, dipende dalle regole interne del proprio comune.
Però, ricordate che quello che è stato dichiarato praticamente non viene inoltrato al Centro Nazionale Trapianti, perciò si rimane donatori in ogni caso.

La Lega Antipredazione, essendo a conoscenza del comportamento ILLECITO sia da parte dello Stato, i Comuni, sia da parte delle ASL ha prodotto un documento da preparare e tenere sempre con sé e presentare o far presentare in caso di ricovero presso un qualsiasi ospedale italiano. (CARTA VITA).

Ricordate che il CNT agisce su tutto il suolo nazionale.

Come ho già spiegato nei tre video che troverete alla fine del post [se non li avete visti vi suggerisco di vederli e divulgarli non perché ci guadagno qualcosa, ma perché la VITA è SACRA ad ogni età e SEMPRE], la donazione degli organi è incostituzionale, è omicidio di Stato e, poiché lo Stato anziché operare e far operare per la salvaguardia dei cittadini, che dovrebbero essere i suoi creatori ma che per ragioni complesse, e troppo lunghe da spiegare ora, sono divenuti vittime inconsapevoli, è NEMICO del POPOLO suo CREATORE; perciò chi vuole può avere un'arma in più per salvaguardare la propria incolumità e quella dei suoi cari avvalendosi dell'aiuto prodotto dalla



Vediamo di cosa si tratta:

DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI
COME REVOCARE ALL'ANAGRAFE / CNT-SIT / ASL-FSE









Chi è andato a rinnovare la Carta d'Identità all'anagrafe di alcuni Comuni, preso alla sprovvista, ha firmato un modulo relativo alla donazione di organi presentato dall'operatore come se la “scelta in Comune” fosse un dovere. A posteriori costoro si ritengono ricattati e chiedono alla Lega Antipredazione la soluzione. Diamo quindi una risposta pubblica e pratica su come formulare la richiesta di revoca e a chi indirizzarla. Di seguito la traccia da copiare e indirizzare ai tre Enti coinvolti. Inoltre il Poligrafico dello Stato è sotto indagine per aver messo in circolazione quasi 350mila Carte d'Identità elettroniche con microchip difettoso.

 I non-donatori sono in pericolo.
***


AL SINDACO / ANAGRAFE - Via ... Città ... (Raccomandata A.R.)
AL CENTRO NAZIONALE TRAPIANTI (SIT) - Viale Regina Elena 299, 00161 Roma (Racc. A.R.)
ALL'ASL DI APPARTENENZA (FSE) - Via ... - Città ... (Raccomandata A.R.)
Oggetto: Restituzione del modulo firmato all'Anagrafe relativo a donazione di organi e tessuti

Io sottoscritto/a .................................. nato/a a ........................................ il ..................... e residente a ............................................... in Via ......................, presentatomi all'Anagrafe di …................. per rinnovare la Carta d'Identità sono stato/a indotto/a dall'impiegato/a a firmare un modulo che afferma che la donazione di organi per trapianto si effettua “dopo la morte”.

Tale modulo non esplicita che si tratta di espianto di organi vitali su persona in cosiddetta “morte cerebrale” a cuore battente e circolazione attiva, perpetuando l'equivoco di far credere al cittadino che si tratti di morte reale in arresto cardio-circolatorio e respiratorio protratti.
Inoltre afferma falsamente in caratteri microscopici a piè pagina che tale registrazione è “secondo normativa” indicando tre norme: la Legge 91/99 che invece è marchianamente elusa mancando il Decreto attuativo dell'Art. 5 per la dichiarazione di volontà; il D.M. 8 aprile 2000 (Rosi Bindi) che invece è temporaneo e usato per aprire a vari inganni come il presente; e il D.M. 11 marzo 2008 (Livia Turco) che si aggancia al suddetto Decreto temporaneo della Bindi per introdurre l'illecita e incostituzionale schedatura presso i Comuni.

Revoco quindi in modo inappellabile l'adesione che considero un'estorsione e chiedo all'Anagrafe l'immediata restituzione per mezzo di Raccomandata A.R. del documento da me firmato;

al Centro Nazionale Trapianti chiedo la dichiarazione di rimozione dal database nazionale;

all'ASL di appartenenza chiedo la cancellazione di quanto trasmesso dall'Anagrafe al Fascicolo Sanitario Elettronico.

Se entro 20 giorni non mi sarà restituito il modulo firmato all'Anagrafe e non avrò ricevuto conferma di quanto chiesto al CNT e all'ASL sarò costretto/a a ricorrere alle vie legali.

Ribadisco che questa è la mia definitiva volontà.
Data, firma e indirizzo del revocante
***
Lega Nazionale
Contro la Predazione di Organi
la Morte a Cuore Battente


PER IL SCARICARE IL FORMAT DA COMPILARE E SPEDIRE ANDATE SUL LINK SOTTOSTANTE:

VERSIONE STAMPABILE DA SCARICARE
http://www.antipredazione.org/comunicatistampa/2018_06_11%20Anagrafe%20Donazione%20Organi.pdf




CARTA VITA
Per procurarsi la CARTA VITA prodotta dalla LEGA ANTIPREDAZIONE:

Andare al link qui di seguito:

http://www.antipredazione.org/sost.htm

In fondo alla pagine internet trovate queste diciture:


Stampa la Carta-Vita/DichiarazioneAutografa: compilala, firmala, uniscila alla Carta d'Identità che porti sempre con te ed informa parenti ed amici.
TU CHE NON SEI ISCRITTO COME SOCIO, MA VUOI TUTELARTI
SCARICA LA 
CARTA-VITA/DICHIARAZIONE AUTOGRAFA D'OPPOSIZIONE
ALL'ESPIANTODI ORGANI, TESSUTI CELLULE

E' palese una evidente discriminazione nei confronti dei Non-donatori (in contrasto con l'art. 3 della Costituzione) i cui diritti vengono negati per la mancata emanazione del decreto attuativo della L. 91/99 previsto all'art. 5, scavalcato d'autorità da decreti ingannevoli e contro-legge.

Oggi il Non-donatore è a rischio di espianto per via della liberalizzazione di tesserini per la donazione, che chiunque in ospedale può contraffare ed attribuire al malato, la cui famiglia perderà così il diritto di opposizione (art. 23 Disposizioni Transitorie). Ultimo inganno: il modulo di donazione contro-legge richiesto dalle anagrafi quando si richiede o rinnova la Carta d'Identità.


 Per queste ragioni, fino a quando non sarà emanato il decreto attuativo per la dichiarazione di volontà, la Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi e la Morte a Cuore Battente si sostituisce allo Stato inadempiente epubblica on-line, scaricabile, la Carta-Vita/Dichiarazione Autografa d'opposizione all'espianto di organi, tessuti e cellule, per dare a tutti i cittadini la possibilità di autodifesa.

E' dovere del cittadino innestare l'autodifesa.

La Lega Antipredazione è sostenuta economicamente da soci e simpatizzanti,
contribuisci anche tu con un libero contributo!

Guida alla compilazione
 
Chi desidera aiutare questo gruppo per portare avanti quest'azione di tutela e difesa entri nel sito e legga i metodi di donazione.



Per il pdf della Carta vita clicca sul link sottostante, stampa il pdf e poi compila come da spiegazione

http://www.antipredazione.org/CartaVita%20Dichiarazione%20Autografa.pdf





GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA CARTA VITA DICHIARAZIONE AUTOGRAFA


Dichiarazione autografa significa dichiarazione scritta a mano personalmente (biro nera). 

ATTENZIONE! 

Siamo in Disposizioni Transitorie (art. 23 L. 91/99), in quanto ancora in attesa del Decreto attuativo sulla manifestazione di volontà. Tale articolo recita: comma 1 “...è consentito procedere al prelievo di organi e tessuti.. salvo che il soggetto abbia esplicitamente negato il proprio assenso”; comma 2 “...il coniuge non separato o il convivente more uxorio o, in mancanza, i figli maggiori di età o, in mancanza di questi ultimi, i genitori ovvero il rappresentante legale possono presentare opposizione scritta entro il termine corrispondente al periodo di osservazione ai fini del (cosiddetto) accertamento di morte (cerebrale)”, cioè entro le 6 ore dall'inizio dell'osservazione; comma 3 “la presentazione dell'opposizione scritta dai familiari non è consentita qualora dai documenti personali... risulti che il soggetto abbia espresso volontà favorevole al prelievo...” a meno che qualcuno presenti una dichiarazione autografa del soggetto contraria e di data posteriore. Il familiare non ha diritto di donare un maggiorenne, prassi illegale. 

COME RAPPORTARSI ALL'ASL 
Non affidare la tua opposizione all'Asl in mancanza del Decreto Attuativo (L. 91/99 art. 5). 

COME RAPPORTARSI ALL'ANAGRAFE 
Rifiuta di assecondare un'iniziativa comunale contro legge: quando rinnovi la Carta d'Identità non affidare la tua opposizione all'Anagrafe, perché viene travasata nel pericoloso database per le “donazioni” (SIT) del Centro Nazionale Trapianti (CNT). 

COME RAPPORTARSI AL MEDICO DI BASE 
Fornisci la nostra documentazione, per contrastare la pesante propaganda delle gerarchie sanitarie, che stanno trasformando i medici in passivi esecutori dei protocolli delle lobby. 

QUANDO E A CHI CONSEGNARE L'OPPOSIZIONE AL PRELIEVO IN CASO DI RICOVERO 
Va consegnata subito quando si entra in ospedale/clinica per qualsiasi tipo di ricovero, intervento o cura, al medico che raccoglie i dati nel Pronto Soccorso o nel Reparto. Accertarsi che sia posta una nota sulla cartella clinica. Voi stessi, o chi per voi, nei moduli di consenso informato che vi faranno firmare, potete liberamente scrivere “mi oppongo al prelievo di organi, tessuti e cellule” e rifirmare.


La serie dei video sulla questione del trapianto d'organi




Commenti

Post popolari in questo blog

COSA SI NASCONDE NELLA TESSERA SANITARIA?

In questi giorni  a casa stanno arrivando per posta le nuove tessere sanitarie con il microchip incorporato e la lettera di accompagnamento lo dichiara. Però non viene fatta alcuna menzione esplicativa dei codici che sono riportati sulle tessere di ogni italiano. Vi siete mai chiesti cosa c'è nella banda magnetica nera e a cosa servono i numeri presenti sulla nostra tessera?
Analizziamo la tessera:



Sul fronte sono riportati regolarmente i dati del possessore, nome cognome, luogo e data di nascita tutto ovviamente scritto in maiuscolo  in quanto ricordo che questo modo di scrittura del nome e del cognome si rifà al diritto romano e precisamente alla deminutio capitis. Nell'antico diritto romano la deminutio capitis comportava uno status (in latino il termine status significa posizione di un soggetto in relazione ad un determinato contesto sociale gerarchia o ruolo quindi uno stato sociale) della persona. I giuristi del tempo distinguevano tre tipi di capitis maxima, minor e mi…

IL CLOUD E LA TECNOLOGIA 5G PORTA DI ACCESSO AL TRANSUMANESIMO

Essere informati sulla realtà dei fatti può aiutare a salvare la vita a milioni di esseri viventi. Mobilitiamoci, uniamoci contro questo attacco alla vita.







La tecnologia sta avanzando a passi da gigante e oramai il 5G è realtà. Cos'è questa tecnologia? Innanzitutto deve essere chiaro 




IL 5G È UN'ARMA
è una tecnologia “pericolosa” perché consentirebbe ai governi di controllare i propri cittadini. Il governo del "finto cambiamento"sta promuovendo tale tecnologia usando la scusa che renderebbe le reti telematiche più veloci ed efficienti, in realtà è un'arma letale che incrementerà innumerevoli disturbi, dall'insonnia fino alla neoplasia cerebrale.
Non è che perché sono una complottista che scrivo questo post, non sono io a dire che il 5G è pericolosissimo! Infatti interferisce con le vibrazioni naturali (dalla risonanza Schumann alle onde encefaliche degli esseri viventi), destabilizzando tutto: DNA, bioritmi, ciclo vegetativo delle piante, fenomeni atmosferici, equ…

SIONISMO CON BIG PHARMA L'INDUSTRIA DELLA MORTE LEGALIZZATA ATTRAVERSO I VACCINI?

L'UMANITÀ SOTTOMESSA ALL'INGANNO DEL SERPENTE, IL SIONISMO

Vi siete mai chiesti perché non abbiamo voce in capitolo? Perché se nei referendum (1993) noi, popolo, scegliamo di togliere i finanziamenti ai partiti non viene cambiato nulla? Perché se dichiariamo che l'acqua deve rimanere un bene pubblico diviene di proprietà delle banche? Perché la nostra voce non viene mai ascoltata?
Secondo me per un semplice e ineluttabile fatto, siamo tutti schiavi, e uno schiavo non ha alcuna voce in capitolo e questi fatti lo dimostrano.
Consiglio che sarebbe più opportuno approfondire provando anche a mettere in dubbio ciò che la comunità umana ha accettato incondizionatamente come verità per lungo tempo. La storia non si è sviluppata all'insegna dell'amore e della ricerca al bene ma, purtroppo, dell'incessante desiderio di pochi di sottomettere totalmente la maggioranza.
Sotto l'aspetto giuridico si scopre che l'uomo è riconosciuto come schiavo e per comprendere  è …